Presentato a Eboli il Rapporto Ecomafie 2010 di Legambiente

Giovedì  31 marzo alle ore 10:30 Istituto Tecnico Industriale”E. Mattei” EBOLI

Presentazione del “Rapporto Ecomafie 2010 di Legambiente e presentazione del libro di Peppe Ruggiero “L’ultima cena, a tavola con i boss”.

Convegno Rapporto ecomafie 2010 Legambiente

EBOLI – Questa mattina Giovedì  31 marzo 2011, alle ore 10:30 presso l’Istituto Tecnico Industriale” E. Mattei” di EBOLI, nell’ambito del progetto PON “Le(g)Ali al Sud, Legambiente e l’ITIS “E.Mattei”  è stato presentato il “Rapporto ecomafie 2010” e nel corso dell’incontro-dibattito è stato presentato anche il libro “L’ultima cena” di Peppe Ruggiero.

Dal 1997 Legambiente racconta le aggressioni criminali alle risorse ambientali del nostro Paese, il  “Rapporto Ecomafie” viene coordinato dall’Osservatorio Ambiente e Legalità di Legambiente e realizzato in collaborazione con tutte le forze dell’ordine (Arma dei Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato e delle Regioni a statuto speciale, Capitanerie di porto, Guardia di Finanza, Polizia di Stato, Direzione investigativa antimafia), l’istituto di ricerche Cresme (per quanto riguarda il capitolo relativo all’abusivismo edilizio), magistrati impegnati nella lotta alla criminalità ambientale e avvocati dei Centri di azione giuridica di Legambiente.

Domenico Giallorenzo

Il dirigente dell’ITIS Domenico Giallorenzo è convinto più che mai che: “E’ necessario trasmettere ai giovani  i valori essenziali, che passano soprattutto attraverso la consapevolezza che una società può crescere e progredire solo nella legalità. lo scopo dell’incontro di oggi è questo”.

La Campania e’ “leader” a livello nazionale con sei reati accertati nel ciclo dei rifiuti per 100kmq. Un primato negativo ulteriore che spetta alla Provincia di Napoli (28.5 reati per 100 kmq). Sul secondo fronte di indagine, quello delle bonifiche, il quadro non migliora.

I dati forniti dall’Arpac riferiscono di 5281 siti potenzialmente inquinati, di cui 461 con alto livello di inquinamento, ma soltanto per 13 siti si sono concluse le procedure con certificazione di avvenuta bonifica.

Annarita Bruno Antonio Manzo

Negativi i dati della Campania sul terzo fronte d’indagine di Legambiente, quello del cemento. Nella Regione si continua a costruire abusivamente. La Campania risulta prima anche per quanto riguarda il ciclo illegale del cemento. Sono infatti ben 1.179 le infrazioni accertate, 1.936 le persone denunciate e arrestate e 529 i sequestri effettati.

Anche in questo ambito la provincia di Napoli risulta prima con 520 infrazioni accertate, 815 persone denunciate e  arrestate e 315 sequestri. Seconda la Provincia di Salerno con 340 infrazioni accertate 460persone tra denunciate e arrestate e 149 sequestri effettuati.

Il momento più esaltante del dibattito, seguito da un lunghissimo applauso, è stato quando Antonio Manzo, inviato speciale de il Mattino, ha infervorato la platea fatta essenzialmente di giovani, ricordando quanto sia importante avere un’idea, dei principi, dei valori, e quanto sia importante difenderle specie in questo momento pieno di insidie e di derive morali.

Rapporto Ecomafie 2010 Legambiente pubblico

Eboli, 31 marzo 2011

…………………  …  …………………..

Peppe Ruggiero presenta il suo   libro” l’ultima cena , a tavola con i boss”.

Peppe Ruggiero

Peppe Ruggiero, giornalista professionista, collabora con varie testate tra cui l’Unità, Terra, Narcomafie, Libera Informazione. Responsabile ufficio stampa di Libera e di Legambiente Campania, è tra i curatori del Rapporto Ecomafia di Legambiente Nel 2010 è stato consulente su criminalità e sicurezza alimentare per la trasmissione Mi Manda Rai Tre. E’ l’autore del documentario Biùtiful cauntri,un appassionante viaggio-inchiesta nei segreti dell’impero enogastronomico della camorra, vincitore del Nastro d’Argento 2008 come miglior documentario uscito in sala.

Presenta il suo ultimo lavoro:

il  libro” l’ultima cena , a tavola con i boss”, un appassionante viaggio-inchiesta nei segreti dell’impero enogastronomico della camorra. “Il “menù della camorra”. Nessuno li vede,ma si cena con i boss. Impongono marchi e prodotti. Noi compriamo e mangiamo e la criminalità ingrassa. I clan sono in grado di soddisfare anche i palati più esigenti. Forniscono di tutto. E così molto spesso, dietro una romantica cenetta, si nasconde un’economia criminale alternativa. Un racconto attraverso testimonianze inedite e le inchieste della Direzione Distrettuale Antimafia. Il viaggio si chiude con la speranza. ……

Nella parte finale del libro, l’autore presenta il menù della legalità. Pasta, olio, vino, farina: un mix di prodotti che vengono dalle terre confiscate alle mafie e gestite dalle cooperative sociali impegnate nel progetto Libera Terra.”

……………………………  …  ……………………………

INTERVERRANNO:

Prof. Domenico Giallorenzo Dirigente  dell’ITI “E. Mattei” di Eboli
Dott. Martino Melchionda Sindaco del Comune di Eboli
Dott. Stefano Pisani Sindaco del Comune di Pollica
Dott. Michele Bonomo Presidente Regionale Legambiente Campania
Dott.ssa Stella Allocco Tutor esterno Progetto PON Legambiente
Mariateresa Imparato
Volontaria Legambiente  Circolo SILARIS Eboli
Dott.ssa Annarita Bruno Assessore  alle politiche  sociali Comune di Eboli
Dott.ssa Alba Di Lascio Esperta di Legislazione Sociale

Modera il dibattito

Dott.Antonio Manzo Giornalista  del” Mattino”

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. bell’iniziativa…e bellissimo libro :)

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2014 All Rights Reserved

2009-2013 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente