Agropoli Località Moio: Terza tappa nei quartieri di Adamo Coppola

Continua il tour nei quartieri cittadini di Adamo Coppola, ieri tappa in località Moio: «Una zona migliorata tanto e che ancora dovrà crescere».

Coppola: «Chi dice che Agropoli è noto per le fritture di pesce vive fuori dal mondo, perché Agropoli è preso come esempio del buon governo, della buona amministrazione e Franco Alfieri viene riconosciuto come uno dei migliori sindaci d’Italia, quindi di che parliamo? Sono solo cattiverie».

AdamoCoppola_tra_la_gente

AdamoCoppola_tra_la_gente

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

AGROPOLI – Si è tenuto ieri sera, 24 aprile 2017, presso lo Sporting club di località Moio, ad Agropoli, l’incontro, incluso nella terza tappa del tour dei quartieri cittadini del candidato sindaco di Agropoli, Adamo Coppola. «Gli incontri come questi – ha affermato Adamo Coppolasono la ragione per incontrare gli amici, guardarsi negli occhi, per una stretta di mano, un abbraccio, un sorriso. Per noi che siamo la frontiera della Città, sempre in prima linea, sono cose che ci aiutano ad andare avanti, nonostante le difficoltà. L’empatia tra amministratori e cittadini è la benzina per continuare a crederci e fare sempre più grande Agropoli».

Il candidato sindaco del centrosinistra ha replicato poi a chi, per portare acqua al proprio mulino e a quello del suo candidato sindaco, descrive Agropoli come il “paese delle fritture”: «quando qualcuno dice che Agropoli è noto per le fritture di pesce e niente più – ha detto Coppola – evidentemente vive fuori dal mondo, perché Agropoli è preso come esempio del buon governo, della buona amministrazione e Franco Alfieri viene riconosciuto come uno dei migliori sindaci d’Italia, quindi di che parliamo? Sono solo cattiverie».

«A chi parla del fatto che ci accorgiamo dei servizi  solo adesso – ha risposto –  posso solo dire che oggi possiamo parlare di servizi perché abbiamo creato le infrastrutture. Le cose non si inventano: c’è un tempo per le infrastrutture, quindi della creazione dei servizi collegati, per i quali si raccoglieranno i risultati, ma ci vuole tempo affinché questo accada. Facciamo come fa l’agricoltore: dal seme piantato, raccoglie i frutti, ma dopo aver prestato tanta cura e attenzione alle sue colture».

Il candidato a primo cittadino di Agropoli ha poi illustrato come è cambiato il volto della località Moio, in questo ultimo decennio: «In questo luogo – ha precisato – tanto è cambiato: dal cimitero ristrutturato, ai sottoservizi, alla scuola elementare ristrutturata e ingrandita, il Palagreen e il campetto “Peppino Impastato”. E questo segno del cambiamento si vede in ogni angolo della città». Quindi si è soffermato sul futuro: «nel PUC abbiamo immaginato un’espansione importante in termini di strutture ricettive in questa zona, e poi c’è il progetto di valorizzazione di Trentova, che darà nuova vita a quell’area naturalistica che tutti ci invidiano».

Agropoli, 26 aprile 2017

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente