Progetto “Acqua Bénin Comune”: Concluse le manifestazioni

Grande successo di pubblico e di consensi al Convegno di chiusura del progetto “Acqua Bénin Comune”.E arrivano anche le foto degli alunni.

Il progetto della Fiorentino rientra negli obiettivi della rete internazionale di scuole associate all’Unesco, nata nel 1953, che si pone lobiettivo di formare le nuove generazione verso le tematiche come: sviluppo sostenibile; equità sociale; solidarietà; tolleranza; valorizzazione degli scambi culturali e di tutti i valori universali.

Progetto Acqua Benin Comune-Battipaglia

Progetto Acqua Benin Comune-Battipaglia

Benin 28.5.17 (4)

Benin 28.5.17 (4)

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – L’Istituto Fiorentino, – si legge in una nota che ci è pervenuta dall’Ufficio Stampa del Comune di Battipaglia – in seguito alla presentazione ed alla relativa approvazione del progetto “Acqua Bénin Comune”, dall’attuale anno scolastico fa parte integrante della Rete Nazionale Asp (Associated Schools Project) Unesco Italia. Ovvero una rete internazionale di scuole associate all’Unesco, nata nel 1953, con l’obiettivo di formare le nuove generazione verso le tematiche dello sviluppo sostenibile, dell’equità sociale, della solidarietà, della tolleranza, della valorizzazione degli scambi culturali e di tutti i valori unescani.

Progetto Acqua Benin Comune-Battipaglia-1

Progetto Acqua Benin Comune-Battipaglia-1

Durante la conferenza sono intervenute numerose personalità, molte delle quali già attive nel campo della solidarietà e delle opere umanitarie, tra cui il Dirigente Scolastico, Dott. Dario Palo; l’Ambasciatore del Bénin in Italia S. E. Mme Evelyne Togbe-Olory, il Console della Repubblica del Bénin, Dott. Giuseppe Gambardella; il Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale, Dott. Renato Pagliara; la Prof.ssa Antonella De Paola, referente scolastico del progetto; il Sindaco del Comune di Battipaglia, Dott.ssa Cecilia Francese; il Presidente della Confcommercio di Battipaglia, Arch. Massimo Sorvillo; il Presidente del Distretto Turistico “SeleCoast”, Dott. Vincenzo Consalvo; il Presidente del Consorzio ProLoco, Dott. Pietro D’Aniello; il Presidente del Lions Club Eboli-Battipaglia Host, Dott. Giovanni D’Angelo; Il Presidente della V Circoscrizione – Distretto Lions 108YA dott.ssa Rita Franco. Il dibattito è stato moderato dalla Dott.ssa Angela Luisa De Stefano.

Progetto Acqua Benin Comune-Battipaglia-Gambardella-Palo

Progetto Acqua Benin Comune-Battipaglia-Gambardella-Palo

«Durante  le fasi del programma “Acqua Benin Comune” –  ha dichiarato il dirigente scolastico Dott. Dario Palo gli alunni sono stati impegnati in attività di ricerca sulle problematiche relative alle fonti di acqua potabile, nonché sull’uso e sull’abuso del consumo idrico diretto ed indiretto; è stato presentato un documentario multimediale inerente a tutto il lavoro svolto anche con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dello sviluppo ragionevole legato all’acqua, il tutto in sinergia con il Consolato del Bénin. Voglio ringraziare la referente del progetto Ins. De Paola Antonietta, tutto il personale docente, ata , gli alunni e i genitori per l’impegno profuso e professionale dimostrato nonché, per la sensibilità dimostrata nell’offrire un contributo di solidarietà a favore della costruzione di un pozzo d’acqua in Bénin».

Progetto Acqua Benin Comune-Battipaglia

Progetto Acqua Benin Comune-Battipaglia

«Sono onorato di partecipare a questa iniziativa. In particolare sono felice che il “motore” di questa iniziativa siano dei giovani alunni. In questo modo potranno crescere adulti consapevoli e disposti all’aiuto del prossimo, – ha dichiarato il l’Ambasciatore del Bénin in Italia S. E. Mme Evelyne Togbe-Olory,Voglio ringraziare tutti coloro che hanno dato la loro disponibilità a partecipare al congresso; tutte le Istituzioni che ci sono state vicine; l’Associazione Lions Club Eboli Battipaglia Host e l’Istituto Comprensivo Fiorentino che ci ha accolto per questo prezioso evento».

«Spero che questa iniziativa funga da progetto “pilotaper tante altre scuole italiane. – ha dichiarato il Console della Repubblica del Bénin, Dott. Giuseppe Gambardella. Il Consolato che ho l’onore di presiedere ha organizzato numerose iniziative incentrate sul tema dell’acqua; sulla enorme importanza di questo bene primario e di come molti Paesi, tra questi il Bénin, possano soffrirne per una endemica mancanza. Sono consapevole del grande valore che hanno questi progetti. Come ripeto spesso, bisogna insistere sulla costruzione di proficue e virtuose sinergie tra più soggetti possibili. Il tutto con il fine di poter raggiungere dei buoni risultati, sia per aiutare in modo concreto chi ne ha bisogno, sia per sensibilizzare la popolazione verso temi che nel prossimo futuro avranno un impatto globale, come la gestione delle risorse idriche».

acqua affiorante

acqua affiorante

L’iniziativa nella sua finalità ed in tutti i suoi passaggi che hanno accompagnato un anno di lavoro che gli alunni della Fiorentino insieme ai loro docenti hanno dedicato al progetto “Acqua Bénin Comune”: Lavoro curriculare ed extra culliculare; Conferenze stampa; Incontri; Scambi culturali; fino al Convegno, che ha sintetizzato i vari coinvolgimenti e le varie esperienze ivi compreso anche la proiezione delle esperienze indubbiamente più significative che coinvolgevano gli alunni ed il loro approccio serio e responsabile; culminato poi con una Cena di solidarietà, volta a raccogliere fondi; è stata interessante e positiva.

Interessante e positiva sia per le popolazioni di quel Paese africano, per nulla dissimile agli altri dell’Africa centrale e più in generale subsahariana. Paesi poveri ma fonti di ricchezze per le multinazionali che sottraggono sfruttando quei popoli delle loro ricchezze naturali specie nel campo minerario senza restituire nulla agli stessi se non terrore e morte causati da governi di gente senza scrupoli che di quelle sudditanze vivono e vegetano, lasciando poi alla solidarietà e solo alla solidarietà del mondo civile ogni minimo intervento come questo progetto vuole rappresentare.

germoglio--mancanza-d'acqua

germoglio–mancanza-d’acqua

Interessante e positiva. Interessante per il tema trattato. Positiva per il messaggio che si vuole trasmettere. interessante perchè evidenzia queste problematiche ormai lontane anche nei ricordi della nostra società, figuriamoci i nostri bambini, e nella fattispecie gli alunni che l’anno sviscerate. Positiva per l’approccio concreto alla solidarietà come fattore di impegno economico e civile utile e quindi per nulla caritatevole, che va ad incidere concretamente in quei paese laddove l’acqua è ancora un miraggio e in taluni casi viene raccolta, in sorgenti superficiali, poi filtrata e successivamente decantata, immaginando le conseguenze per chi la deve bere per sopravvivere. Interessante e positivo tutto anche quello che i vari interventori hanno detto, insieme alle considerazioni che si sono scambiati i commensali ai tavoli della Cena Solidale, tuttavia si sente in questo comunicato la mancanza degli attori principali: gli alunni; piuttosto che i rappresentanti istituzionali e mancano anche foto che ritraggono gli alunni al lavoro, manca il loro festoso sorriso nelle cerimonie ufficiali e manca il loro genuino trasporto proprio nella ufficialità, che quel loro progetto viene presentato, accolto, adottato e si spera portato a termine.

Pubblicazione foto manifestazione Benin-20-05-017

Pubblicazione foto manifestazione Benin-pubblicate sul sito della Fiorentino il 20-05-017

Si immagina che solo per motivi organizzativi non si è potuti ritrarli e magari farli partecipare anche sempre in modo festante, a quella Cena Solidale, ricordando a tutti noi come siano importanti gli alunni, quelli che ora in maniera molto realistica si chiamano “utenti” della Scuola, e se POLITICAdeMENTE, come in ogni circostanza segue e concede tutti gli spazi possibili a simili iniziative e se non avesse seguito come sempre le varie iniziative si direbbe che a quegli “utentinon sia stato dato il giusto riconoscimento. Ovviamente è una riflessione che nello stesso tempo deve constringere anche questo sito a rivedere le proprie posizioni rispetto a queste iniziative solidaristiche e formative che partono da finalità nobili e che purtroppo nel corso del loro cammino finiscono poi nella facciata della “facciata“.

Benin 28.5.17 (4)

Benin 28.5.17 (4)

2017-05-29-PHOTO-00000040

2017-05-29-PHOTO-00000040

Pubblicazione foto manifestazione Benin-20-05-017

Pubblicazione foto manifestazione Benin-20-05-017

Benin-1

Benin-1

Benin-2

Benin-2

Benin-3

Benin-3

Benin4

Benin4

Benin5

Benin5

Benin6

Benin6

Benin7

Benin7

Benin8

Benin8

Benin9

Benin9

Benin10

Benin10

Benin11

Benin11

Battipaglia, 30 maggio 2017

4 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Gli alunni sono stati i protagonisti principali di tutto il progetto “Acqua Bénin Comune” e a loro è stato dato il plauso di tutti i rappresentanti istituzionali. Le foto che ritraggono gli alunni al lavoro, il loro festoso sorriso nelle cerimonie ufficiali e il loro genuino trasporto sono evidenziati sul sito dell’IC “Fiorentino” di Battipaglia. I giornalisti presenti al convegno hanno potuto fotografare dal Vivo le loro attività e le loro presentazioni. Per motivi di privacy e di spazio non tutto è pubblicabile. E’ stato prodotto un video di due ore che sarà inviato all’UNESCO.
    Gli alunni sono sempre al primo posto per il nostro istituto!La presente precisazione era doverosa.
    Dario Palo

    proprio nella ufficialità, che quel loro progetto viene presentato, acolto, adottato e si spera portato a termine.

    • Per Dario Palo,
      immagino il lavoro che hanno fatto gli alunni coinvolti, ma purtroppo dal comunicato che mi è stato inviato sia dal Comune che dal Dirigente, non solo non si è aggiunta nessuna foto che riguarda i ragazzi, ma per contro si è posto molta cura a quella delle istituzioni, e qui la privacy non centra proprio niente, perché in altre circostanze, proprio dalla Scuola Fiorentino di foto con gli alunni ne sono stati inviate e ve ne è traccia proprio nel mio sito, altrove non ne ho conoscenza.
      Tutto qui.
      Rispetto poi ai giornalisti che sono stati presenti, non mi sembra abbiano dato molto spazio alla notizia e nemmeno rilievo agli alunni, sebbene presenti come sottolinea. Un buon servizio? Giudichino i lettori.
      Tuttavia immagino che la loro presenza abbia generato un circuito virtuoso della informazione dell’evento, che ripeto è encomiabile, immaginando anche che sui giornali e sulla rete l’evento abbia avuto la risonanza che merita e che questo sito, al contrario, non ha fatto mai mancare.
      Sono certo che tante cose possano essere migliorate in seguito,e ovviamente forse si sarebbe potuto anche fare qualche domanda dietro le “quinte”, ma ovviamente forse non ci hanno nemmeno pensato, distratti come erano ad ascoltare gli interventori. Con la dovuta modestia, di cui sono certo, non manca a nessuno, si potrà tendere a fare meglio e magari inviare più informazioni e più testimonianze dirette degli alunni affiancandole a quelle che invece non sono mancate delle istituzioni e delle personalità intervenute.
      Precisando ancora che dai comunicati ufficiali, non mi è arrivata una sola foto che ritragga gli alunni. Sono certo che le considerazioni esposte a commento di quel comunicato stampa, possano solo essere accolte come stimolo più che generare piccate risposte.
      Grazie per il suo intervento,
      Massimo Del Mese

  2. Per completezza d’informazione le trasmetto alcune foto che non mi è stato possibile inviarle nel 1°comunicato stampa perché non ancora acquisite dove emerge, chiaramente, la presenza degli alunni sia nell’aula consiliare dove si è svolto il convegno finale che nell’aula magna.
    Gli alunni insieme ai loro docenti sono stati i protagonisti assoluti durante i tre mesi di lavoro del progetto “Acqua Bénin Comune”, hanno svolto un grandissimo lavoro interdisciplinare sfociato in video e documenti scritti che sono stati fatti visionare ai genitori in pubblico. I video ovviamente ANDRANNO trasmessi prima all’UNESCO e non li possiamo pubblicare.
    Inoltre gli ALUNNI insieme ai genitori, ai docenti e al dirigente scolastico si sono prodigati in un’azione di solidarietà finalizzata alla costruzione di un pozzo d’acqua in Bénin.
    La partecipazione degli attori firmatari di un protocollo d’intesa presso il Consolato della Repubblica del Bénin ha avuto e ha una finalità di tipo sociale ovvero raccogliere contributi per la realizzazione del pozzo (Cene di solidarietà, Viaggi, concerti, spettacoli..) ognuno secondo le proprie potenzialità e una finalità più alta ancora ovvero fornire competenze turistiche ed imprenditoriali a giovani beninesi che verranno in Italia a formarsi per sviluppare poi in Africa quanto hanno appreso. I flussi immigratori si fermano in questo modo formando le nuove generazioni in Africa, creando le condizioni di sviluppo in loco.
    Quindi il Progetto è tutt’altro che un’operazione di facciata! Non è mio costume e mai lo sarà.
    La S.V. è stata più volte invitata alle manifestazioni, forse la presenza sul campo avrebbe evitato equivoci e/o incomprensioni circa la presunta non partecipazione degli alunni che per me sono al primo posto nella gestione dell’istituzione scolastica come più volte dimostrato.
    Cordiali saluti
    Dario Palo

  3. Per Dario Palo
    PRENDIAMO ATTO CHE IL dirigete dell’IC Fiorentino ha ricevuto delle foto in ritardo, SEBBENE SIANO STATE PUBBLICATE SUL SITO DELLA SCUOLA IL 29 MAGGIO u.s. giusto un giornou prima che mi.è stato inviato il comunicato stampa sia dal Dirigente Scolastico che dall’Ufficio stampa del Comune (30 maggio u.s.).
    Ne prendiamo che non sono più atti sensibili e le pubblichiamo.
    Allo stesso modo preme sottolineare che il progetto è estremamente interessante ed è stato sottolineato a chiari lettere nell’articolo, evidenziando le finalità solidaristiche ed il valore che assume la solidarietà nel momento in cui si esercita attraverso atti concreti, così come gli alunni hanno partecipato con.interesse al progetto, tuttavia prendiamo atto che nell’inviare il Comunicato si è evidenziato con più di una foto le Istituzioni presenti, e nonostante gli alunni avessero partecipato siano stati “oscurati” dalla “ufficialità”, che con oggi si è rimediato, inviandoci foto che erano già di piena conoscenza del Dirigente.
    Questa storia, progetto a parte e partecipazione a parte degli alunni, è stata pubblicizzata da un comunicato che ora il Dirigente “corregge” quasi come si trattasse di un errore. Ebbene non si tratta di una correzione bensì di un’aggiunta o semplicemente una integrazione ad una evidente mancanza che è stata evidenziata.
    Qualsiasi altra aggiunta è superflua.
    Riguardo poi agli inviti, poiché me ne arrivano a centinaia, difficilmente vi partecipo, non ho il dono dell’ubiquitá, tuttavia non mi impedisce di riportare, correttamente ed esaustivamente, anche con supporti fotografici, quando accade in ogni angolo della provincia, e anche di Battipaglia. E a differenza di stringati comunicati, che mi ha allegato,tra l’altro datati di qualche mese addietro, di altre fonti di informazioni, che non superano le poche decine di visitatori, le mie comunicazioni sono state sempre corrette e rispettose, oltre che attente rispetto alle varie attività, ed ho pubblicato sempre anche più di una foto che ritraevano i ragazzi nelle loro manifestazioni.
    Infine le posso aggiungere che tutte le iniziative che riguardano i ragazzi, saranno sempre bene accette, ma ovviamente, che siano messi in evidenza come meritano, anche per soddisfazione degli stessi.
    Grazie per il suo intervento
    Massimo Del Mese

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente