Ospitalità diffusa a Eboli: Le Case del Borgantico promuovono il Centro storico

“Dove c’è accoglienza, c’è casa”: ad Eboli un video per promuovere l’ospitalità diffusa.

Nello spot de Le Case del Borgantico, protagonista il centro storico con le sue bellezze, le tradizioni, i suoi abitanti, e si vive in maniera moderna l’emozione e il fascino dei luoghi e del tempo.

Le Case del Borgoantico

Le Case del Borgoantico

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – “Dove c’è accoglienza, c’è casa”: ed è così che ad Eboli attraverso un video si promuovere l’ospitalità diffusa, ma anche “Le Case del Borgantico“, che ha come protagonista il Centro storico con le sue bellezze, le sue tradizioni, i suoi abitanti, il suo odore antico che si diffonde nei vicoli e nei luoghi d’arte, che ti proiettano in un battibaleno in altri tempi, e per come è antica la storia di Eboli, basta solo chiudere gli occhi e immaginare. Ma se si chiudono gli occhi non si può ammirare quegli angoli suggestivi che invece val la pena ammirare ai tempi nostri, e così con la consapevolezza della realtá si vive quel piacere immediato che solo una location giusta ti sa dare.

RipreseSpotCaseborgantico

RipreseSpotCaseborgantico

Promuovere una struttura ricettiva ma anche e soprattutto il territorio in cui essa sorge, è determinante per veicolare la filosofia dell’ospitalità diffusa, a cui essa si ispira, cioè quella di offrire un soggiorno a diretto contatto con la storia, le tradizioni, le consuetudini dei luoghi.

E’ questo l’intento dello spot video de Le Case del Borgantico, un complesso ricettivo nato nel 2015 per iniziativa della giovani imprenditori Leonilde Lemmo e Davide D’Amato, realizzato nel centro storico di Eboli, secondo la formula dell’albergo diffuso. E proprio per la sua originalità POLITICAdeMENTE ne da notizia sebbene sia una iniziativa commerciale, riconoscendone nella mission il valore che questa”impresa” attribuisce agli alloggi e al contesto valorizzando gli uni e gli altri. A comporre Le Case del Borgantico, sono sei appartamenti turistici, situati nei luoghi più suggestivi della città storica o antica che dir si voglia, realizzati all’interno di palazzi antichi, recuperati e valorizzati nel rispetto dei materiali e del contesto circostante, creando nuova opzione ricettiva ad impatto zero.

Le Case del Borgo Antico-Leonilde Lemmo-Davide D'Amato-B&B

Le Case del Borgo Antico-Leonilde Lemmo-Davide D’Amato-B&B

Dove c’è accoglienza, c’è casa” è il claim scelto per lo spot con il quale Le Case del Borgantico, inserite nel circuito dell’ ADI- Associazione nazionale Alberghi Diffusi, hanno voluto comunicare la propria idea di impresa, utilizzando anche i canali più moderni del web. Una idea che non prescinde, per sua stessa natura, dal luogo in cui si sviluppa, ed ecco che il centro antico diventa protagonista di una storia moderna, che utilizza attraverso i suoi stessi luoghi, i suoi stessi abitanti per raccontarlo.

Tutto ebolitano, infatti, è il cast: dagli attori della Compagnia teatrale del Bianconiglio, Bruno Di Donato e Daniela Della Rocca con la piccola Federica Apicella, alle comparse, tutte scelte tra i residenti del posto. “Made in Eboli” è anche la squadra che ha tecnicamente realizzato lo spot, la cui regia è stata curata da Raffaele Resta con la collaborazione di Francesco AgrestiVincenzo Di Biase, Lucia Lanzara Antonio Casparriello, su una sceneggiatura di Francesco Agresti e Maria Vita Della Monica per Inchiostro – idee e comunicazione.

Lo spot racconta l’avventura di una famiglia di turisti che ad Eboli capitano per caso e che, proprio nel centro storico della città, trovano l’accoglienza, il calore e la bellezza che mai si sarebbero aspettati. A conquistarli, facendoli sentire “a casa”, sarà proprio l’ospitalità diffusa, filone ricettivo innovativo che negli ultimi anni va sempre più affermandosi, incontrando il favore dei turisti soprattutto nel Sud Italia.

Leonilde Lembo

Leonilde Lembo

Per raccontare Le Case del Borgantico, non potevamo non raccontare anche il luogo in cui esse nascono e si sviluppano” – spiega Leonilde Lemmo – “nello spot abbiamo voluto inserire, oltre ai nostri appartamenti turistici, anche gli scorci più belli del centro antico. Coinvolgendo in prima persona chi, come noi, ha deciso di investire in esso, contribuendo ad accrescere il potenziale turistico della nostra città che, anche per posizione geografica, rappresenta la meta ideale per chi vuole conoscere il nostro territorio, situata com’è a due passi dalle meraviglie della Campania”.

Nel video, infatti, non passa inosservata la presenza di artigiani, artisti e ristoratori del centro storico ebolitano: il maestro orafo Rosmundo Giarletta, l’artista contemporaneo Francesco Cuomo, Gustavo Sparano Paola Fulgione de Il Panigaccio, Dino Marchetta e Francesca Perretta del ristorante Piazzetta Santa Sofia. Alcune delle scene, inoltre, sono state girate proprio grazie alla disponibilità di altre strutture ricettive della della zona: la pizzeria Vico Rua e il ristorante Porta Dogana, il ristorante Deus ex Eboli, il b&b Casa Novella.

Attori per un giorno anche alcuni residenti della Eboli “vecchia”: tra questi la mitica signora Nunziatina Vignes, novantenne, chiamata ad interpretare un vero e proprio “cameo” dal balcone della sua stessa abitazione. In rete solo da ieri, e visibile sulla pagina Facebook Le Case del Borgantico, ha già riscontrato grande interesse e apprezzamenti, registrando migliaia di visualizzazioni.

Eboli, 15 giugno 2017

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente