Bando Benessere giovani: Bocciato il progetto. Eboli esclusa

Graduatoria Bando Benessere Giovani: “Una occasione persa per i giovani ebolitani.”

Opposizioni con Cardiello, Petrone, I giovani del Forum Conte e Landi all’attacco dell’Amministrazione.un’altra occasione persa. 100.000 euro sfumati. Un ulteriore schiaffo alla Cittá .

Benessere giovani-cardiello-Petrone-landi-conte

Benessere giovani-cardiello-Petrone-landi-conte

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – E con la bocciatura del progetto presentato dall’Amministrazione Comunale, relativamente al Bando “BenEssere Giovani“, un’altra tegola cade in testa al Sindaco Massimo Cariello e tutta la sua Giunta. Una tegola che insieme alle tante altre ormai hanno assunto la dimensione di un tetto di oltre 2milioni di euro che sarebbero sfumati per incapacitá progettuale della Amministrazione Cariello. Incapacitá che ha fatto insorgere le opposizioni che di seguito hanno rilasciato le loro dichiarazioni.

«A seguito della pubblicazione sul BURC della graduatoria per l’assegnazione di 10 milioni di euro per progetti riguardanti il mondo giovanile, – scrivono  – Dario Landi e Carlo Conte, Delegati del Forum Regionale dei Giovani Campania – riutilizzando spazi pubblici, purtroppo Eboli non ha superato l’esame della Commissione Regionale, ritenendo l’elaborato presentato di scarsa rilevanza, con un punteggio minimo che ci ha posizionato tra gli ultimi posti.

Dario Landi-Carlo Conte

Dario Landi-Carlo Conte

Insomma una occasione persa, perchè quei 100 mila euro di finanziamento richiesto avrebbero potuto avere una ricaduta positiva sul territorio, andando ad incidere sulla formazione dei nostri giovani, oltre al fatto che avremmo ristrutturato un immobile comunale da adibire a centro di aggregazione giovanile.

Si poteva e doveva fare meglio. L’incontro di Dialogo Strutturato, organizzato in extremis con l’input nostro e del forum comunale dopo varie insistenze di un tavolo tecnico, ha fatto emergere delle idee interessanti che dovevano avere un filo conduttore realistico, coniugando meglio la proposta ai soggetti attuatori. Anche su quest’ultimo aspetto si doveva fare meglio, infatti in modo frettoloso e semplicistico sono state individuate due Associazioni non iscritte all’albo comunale 2016, invece di aprirsi a chiunque avesse potuto dare un contributo in più sulla fase di elaborazione dell’idea progettuale.

Il rammarico è tanto ed a questo punto bisogna necessariamente convocare un Consiglio Comunale monotematico sulle politiche giovanili, da oltre un anno e mezzo assente, per fare un’analisi seria sugli indirizzi politici, la strategia da adottare e gli atti da porre in essere, ascoltando in primis i giovani attraverso il Forum e le Associazioni, affinchè tali incidenti non accadano più visto che già ci è costato un bel po’ di soldi».

Antonio Petrone

Antonio Petrone

«Eboli perde altri 100.000,00 €  – dichiara Antonio Petrone di ArticoloUno-MDP –  Qualche mese fa, avevo presentato un’interrogazione comunale, per conoscere i dettagli del progetto “Ben Essere Giovani – Organizziamoci”, e soprattutto per sollevare alcune anomalie presenti e scelte discutibili compiute dall’amministrazione comunale su tale bando, non aprendo alcune manifestazione di interesse per i partner da inserire nel progetto, ma scegliendo di imperio degli “attori” alquanto discutibili.

Oggi vedendo i risultati, possiamo dire che la nostra città si è contraddistinta in negativo, essendo uno dei pochi progetti da 100.000,00€ non finanziati, e soprattutto posso comprendere il motivo, per cui il progetto non è stato reso pubblico, in quanto ritenuto mediocre dalla commissione regionale, dato che il progetto del Comune di Eboli si è classificato agli ultimi posti della graduatoria.

Eboli perde una grande occasione sulle Politiche Giovanili, poteva essere il momento giusto, per creare finalmente un centro polifunzionale per i giovani, ed in più mediante i laboratori di formazione presenti nel bando, poter creare delle opportunità lavorative ai giovani della nostra città.

Oggi più di ieri bisogna fare una riflessione in città, sia per quanto riguarda le continue bocciature dei progetti che abbiamo ricevuto e riceviamo continuamente ogni volta che partecipiamo ai bandi , ma soprattutto si deve cominciare a discutere sulle problematiche che attanagliano i giovani della città, e le possibili soluzioni da mettere in campo. E’ necessario, aprire una discussione con il mondo associativo e giovanile su come superare le tante difficoltà presenti nella nostra società, piuttosto che pensare solamente al mero posizionamento politico, per possibili “filiere istituzionali” che ad oggi hanno portato solamente un grande fallimento politico.
Credo che sia finito il tempo dei festeggiamenti, pensiamo a discutere ed entrare concretamente e seriamente nelle problematiche della Città».

Del Progetto Benessere Giovani ne parla anche Cariello che critica Cariello e sottolinea come sia stato inutile un suo avvicinamento a De Luca e alla cosí detta “filiera istituzionale” e il capogruppo azzurro analizza l’ennesimo mancato finanziamento regionale.

Damiano Cardiello

Damiano Cardiello

«Sembra di stare su “Scherzi a parte“,  – si legge in una nota del capogruppo consiliare di Forza Italia Damiano Cardiello – Cariello con De Luca ma Eboli non riceve finanziamenti. Invece con documenti alla mano il Sindaco e la sua “band” stanno vivendo una sorta di perfetto incubo. Questa volta a farne le spese sono i giovani ebolitani. Infatti, con burc del 03/07/2017 la Regione Campania ha pubblicato l’elenco degli Enti ammessi al finanziamento e quelli esclusi.

L’Ente sovracomunale aveva promosso  la linea di intervento “Organizziamoci” che mira a sensibilizzare ed accompagnare i giovani dai 16 ai 35 anni alla cultura d’impresa, alla loro autonomia e all’acquisizione di esperienze e competenze utili a favorire la loro crescita personale, la cittadinanza attiva e la conoscenza dei territori e a dare spazio alle loro propensioni artistiche e creative.

L’Avviso era rivolto a partenariati tra soggetti pubblici, associazioni giovanili, altri soggetti senza scopo di lucro e imprese per lo svolgimento di laboratori rivolti ai giovani attraverso l’utilizzo di spazi pubblici multifunzionali messi stabilmente a disposizione dei giovani.
Il finanziamento complessivo ammonta a € 10.000.000 a valere sul POR Campania FSE 2014 – 2020.

Capofila del partenariato sono i Comuni, in forma singola o associata, che hanno nella propria disponibilità uno spazio destinato ad attività polivalenti giovanili. Il partenariato doveva prevedere la partecipazione di almeno un’associazione giovanile. Il risultato della gestione Cariello-Busillo è eloquente: punteggio 66/100 e Eboli esclusa, senza dimenticare le polemiche legate al mancato confronto con il Forum della Gioventù locale.

Basti pensare che la vicina Battipaglia ha ottenuto € 150.000, senza dimenticare comuni molto più piccoli che hanno avuto il via libera regionale ( Oliveto Citra, Olevano sul Tusciano, Contursi Terme). Ma, dopo questa ennesima bocciatura, c’è da riflettere su un dato politico devastante: Cariello ha tradito il mandato elettorale voltando le spalle al popolo di centro destra che lo ha eletto, trasmigrando con De Luca e candidandosi con Canfora alla Provincia, a guida PD.

L’obiettivo era quello di ottenere non solo maggiori risorse finanziarie, in nome della “filiera istituzionale“, ma anche un deciso placet in vista di altre scadenze elettorali.

Ad oggi, nonostante abbia fatto sprofondare la Città in un degrado socio-economico, i risultati parlano chiaro: 0,00€ ottenuti da finanziamenti regionali e/o comunitari.

Cosa dovremmo pensare, rivolgendo la mente al passato, dell’allora sindaco Melchionda che, coerentemente con le sue idee politiche, non ha mai abbandonato il proprio partito di elezione?

Dati alla mano, con Stefano Caldoro Presidente ( giunta di centro destra), Eboli è stata attenzionata dal 2010 al 2014 con circa 15.500.000 € di opere pubbliche, frutto di progetti finanziati dalla Regione e che adesso stanno consentendo di aprire numerosi cantieri nei quartieri.

E allora non resta che prendere atto dell’improvvisazione con cui si sta amministrando la nostra Città e riunire le forze d’opposizione per liberarla da un malgoverno dedito ai tagli di nastro anzichè interessarsi delle problematiche reali».

……….  …  ………..

Decreto regione1

Decreto regione1

Decreto regione2

Decreto regione2

Decreto regione3

Decreto regione3

Decreto regione4

Decreto regione4

Eboli, 5 luglio 2017

4 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Molti indizi fanno una prova: questa amministrazione manca di qualsiasi capacita progettuale; ZERO Euro di finanziamenti e tutti i progetti sistematicamente bocciati meriterebbero una serissima riflessione ed autocritica che invece non sembra neanche sfiorare chi sta aggravando una condizione cittadina gia drammatica. Che gusto c’e’ ad amministrare una citta’ se tutto si riduce ad uno sterile ed inutile presenzialismo ad eventi di discutibile livello e del tutto inutili ?

  2. Battipaglia chiaramente più dinamica e vincente con l’assegnazione di 150mila euro per il progetto BA.S.I.S. (BAttipaglia Startup Innovation School). La nostra città si candida a capofila dell’intera provincia quanto a capacità manageriali rivolte all’imprenditoria giovanile ed alle nuove potenzialità delle startup.

  3. adesso si capisce il distinguo delle menti pensanti…mi riferisco a Pansa e company……..Un’amministrazione che non ha eguali, senza ombra di dubbio la più scadente da tutti i punti di vista che abbia mai governato Eboli.

    Miope, senza una fotografia della città, in ostaggio a pochi elementi pensanti (ad esempio Pio Di Benedetto), una incapacità a programmare a motivare le risorse interne, una confusione globale, una disorganizzazione congenita, una carenza culturale di rapporti di idee, ma sopratutto un’incapacità politica senza eguali.

    Sono le osservazioni critiche che mi hanno portato a evidenziare su questo blog due anni di nulla.
    Non una scelta politica che caratterizzi l?amministrazione , non una presa di posizione politica (non certo dei cani in piazza si poteva offrire un’altra location), manca di una progettualità che il Sindaco e la giunta devono avere. Si può essere d’accordo o meno ma si registra solo il disastro totale.

    Un’amministrazione che non ha menti pensanti. La maggior parte sono consiglieri telguidati o ignoranti della è politica incapaci di proposte per la città.

    Eboli ha voluto questo, i cittadini hanno dovuto votare in quella direzione (visto il disastro del PD con Antonio Cuomo) ma purtroppo i risultati non sono arrivati.

    Al Sindaco ma cosa aspetti a fare una rivoluzione totale?? Cosa aspetti a cambiare integralmente la giunta con persone che sappiano darti una linea politica?? A due anni non è ancora troppo tardi, se si aspetta sarai distrutto da tutti.

    Il pUC potrebbe essere la più grande occasione. Inventati un Puc partecipato e forse la strada può essere in discesa.

  4. https://www.massimo.delmese.net/111265/benessere-giovani-salerno-premiata-con-350mila-euro/
    e noi?..le sagre e le festicciole, vai cosi…dritto nel burrone!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente