Battipaglia: La Moschea si trasferisce ed è polemica

La Moschea di Battipaglia di Fratellanza Musulmana cambia casa e si trasferisce in locali nuovi e più ampi.

Valerio Longo (FI): «La maggioranza degli interventi sono a beneficio degli extracomunitari, e gratis. Per non urtare la suscettibilità delle minoranze religiose si è passati all’abolizione di Presepe e Crocifisso in scuole e uffici pubblici. A quando l’abolizione della processione? Nel solco della scristianizzazione della nostra società, della perdita di tradizioni e identità

Moschea Battipaglia

Moschea Battipaglia

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – La comunità musulmana  di Battipaglia e della Piana del Sele, che aderisce all’Associazione “Fratellanza Musulmana” e che ha come Presidente Khadhradouni Mohamed Hedi, cambia casa e per pregare si trasferisce da Via Ripa a Via Benevento. La motivazione è quella di offrire spazi di preghiera più ampi e altri locali per le varie attività che normalmente si svolgono ai fedeli sempre più numerosi. La comunità musulmana di Battipaglia è affiliata all’UCOII, l’Associazione più grande d’Italia, e più volte si è schierata contro gli estremismi musulmani, aperta all’integrazione.

Valerio Longo 1

Valerio Longo 1

Purtroppo però questo trasferimento da una sede all’altra ha riaperto le polemiche su presunti “avanzamenti” religiosi a detrimento della nostra comunità cattolica, e tra queste vi sono le osservazioni del capogruppo consiliare di Battipaglia di Forza Italia Valerio Longo il quale a proposito temendo una “scristianizzazione” dichiara: «Da quando sono arrivati in Italia, molti clandestinamente, dopo diritti, assistenza e casa, adesso è giunto il tempo della richiesta della moschea. Sono aumentati in maniera esponenziale e adesso hanno bisogno di un luogo molto più grande. In pieno centro e a due passi dal santuario della Madonna della Speranza.

Una zona altamente popolata, – prosegue Longo – senza parcheggi, con tutti i problemi legati ad una viabilità già problematica. Persone provenienti da altri continenti che chiedono di essere rispettati nelle loro abitudini e tradizioni. Hanno imparato presto a pretendere diritti: richieste sindacali, assistenza sanitaria, ecc.. Basta chiedere agli operatori dell’ASL in piazza San Francesco.

Ormai – conclude Valerio Longo – la stragrande maggioranza degli interventi sono a beneficio degli extracomunitari, ovviamente gratis. Poi si è passati all’abolizione del Presepe e del Crocifisso in alcune scuole e uffici pubblici, per non urtare la suscettibilità delle minoranze religiose. A quando l’abolizione della processione alla festa patronale? Nel solco della scristianizzazione della nostra società, della perdita di tradizioni e identità

Battipaglia, 29 agosto 2018

4 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Questi mussulmani hanno fatto qualcosa di illegale? No. Hanno chiesto soldi a qualcuno? No. Hanno creato qualche contrasto? No.
    Allora non rompete le balle e pensate ad amministrare meglio questa città che più passa il tempo e più fa schifo.

  2. Oramai il nostro Paese sta diventando un blob culturale indistinto…missione quasi compiuta.
    Le elite dello sfruttamento gioiscono.

  3. Facile colpire gli ultimi i diseredati gli emarginati i poveri. Ci vogliono le palle per contrastare i forti i potenti chi opprime con la forza. Facile parlare alla pancia difficile al cuore. Il progresso è di chi osa di chi sogna. Avete già fatto molti danni. Basta!

  4. Scristianizzazione” allontanamento dalla fede e spiritualità cristiana”.
    Mi chiedo cosa ci sia di cristiano nell’ esempio politico a cominciare dalla nostra città. Le parole sono contenitori vuoti se usate male. Dovremmo semmai interrogarci tutti a prescindere dai mussulmani. Dare a loro la colpa anche di questo veramente è troppo

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente