Ecco “Eboli Futura Social Forum”: Il Think Tank online

“Eboli Futura Social Forum”, il Think Tank online, pensatoio di idee e piattaforma pubblica per rilanciare la città è realtà.

Con lo slogan “Nasce l’intelligenza collettiva che cambierà Eboli”, parte la piattaforma web voluta da Consalvo e Tortolani, “battezzata” presso la Scuola Nuova, che si pone come obbiettivo una buova progettualità ampia e partecipata che affronti le politiche cittadine. Dalle Idee alla Politica il passo è breve. In autunno la prima convention. E… la sfida a Cariello è partita.

Eboli Futura Social Forum collage

Eboli Futura Social Forum collage

di Marco Naponiello per POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI –  Un pensatoio di idee ha visto la luce nella giornata di sabato primo di giugno, una forma nuova ossia di democrazia digitale (e-democracy) che nel nostro Paese sta prendendo piede ed ha come famosa antesignana la piattaforma Rousseau del MoVimento 5 Stelle; un modo veloce per avvicinare tramite lo strumento informatico tutti i cittadini e sensibilizzare l’opinione pubblica sia Nazionale, parimenti alle più remote collettività nazionali.

Nella nostra città questa piattaforma si chiama “Eboli Futura Social Forum”,  il Think Tank della partecipazione attiva, creatura  ideata ed attuata da Vincenzo Consalvo, funzionario regionale ed ex amministratore pubblico insieme ad Enrico Tortolani noto legale, i quali da anni non si sono mai risparmiati sul territorio di investire il proprio tempo nelle formazioni sociali di vario genere, culturali e politiche, per poter contribuire insieme ad altri compagni di cordata, alla crescita sociale della collettività eburina.

Eboli Futura Social Forum collage

Eboli Futura Social Forum collage

Questa piattaforma informatica  ha nelle sue corde genetiche, l’intenzione neanche troppo velata, di trasformarsi da progetto sociale in un progetto politico, cercando cosi nei prossimi mesi all’appropinquarsi delle elezioni amministrative, di tradursi in un programma ma specialmente di trovare la quadra che intraveda (si ipotizza) la personalità da candidare a primo cittadino (si era parlato nei mesi scorsi di una scelta di genere nell’area riformista, ossia da individuarsi in una figura femminile, presumibilmente una giovane professionista), in un’area che dai componenti fondatori è chiaramente profilata di centro-sinistra.

Per il momento, v’è da dire, attorno a questa piattaforma oltre ad un invito generalista alla cittadinanza, rimangono fuori diversi attori ed aree politiche, prima tra tutti i due Partiti che come simbolo ancora “tirano” nell’elettorato: stiamo parlando della Lega e del MoVimento 5 Stelle (ad Eboli 6.000 voti in due nelle Europee ‘19) ed a maggior ragione esponenti dell’Amministrazione comunale guidata da Massimo Cariello, sindaco in carica che si riproporrà il prossimo anno per il suo secondo mandato, il quale come ogni Sindaco uscente che si rispetti, secondo le leggi attuariali, parte sempre avvantaggiato.

Eboli Futura Social Forum1

Eboli Futura Social Forum1

Eboli Social Forum” si avvale (presentazione comitato scientifico Eboli futura pensatoio della politica cittadina), della collaborazione del professore Eugenio Iorio dell’università Suor Orsola Benincasa di Napoli, esperto di analisi dei social media, ed ha come curatore del sito, Ilario Massarelli, altro volto noto ed ex amministratore pubblico sotto l’amministrazione Melchionda. Moderatrice della giornata di presentazione presso la “Scuola Nuova” di Eboli, la giornalista Mariapia Mercurio.  In sala si intravedevano vari volti noti come la giornalista Luella Mazzara, l’On. Leu-MdP, Federico Conte, l’ex Sindaco Gerardo Rosania, il candidato al Senato 2018 di Potere al Popolo, Massimiliano VozaMassimiliano Curcio segretario cittadino di Leu-MdP e molti altri esponenti della Sinistra cittadina di ieri e di oggi.

Eboli Futura Social Forum-Mercurio

Eboli Futura Social Forum-Mercurio

Moderatrice dicevamo poc’anzi, dell’appuntamento mattutino, Mariapia Mercurio, giornalista e membro del comitato scientifico del sodalizio, la quale evidenzia il binomio di intelligenza collettiva (la memoria) e connettivale (l’unione tra persone) evitando i rischi della dittatura del web, di dar luce di contro, ad un’opportunità che sia capace di programmare, un serbatoio di idee e di competenze per la società civile: ”..un lavoro che scaturisce da incontri e di comunioni d’intenti, per trovare delle soluzioni partecipate, un nuovo modello politico che coinvolga anche chi vive fuori alla nostra città. Meritiamo una Eboli più bella nel senso di Peppino Impastato, non vogliamo essere alternativi ma diversi, non siamo contro ma siamo costruttivi, il tutto in un’ottica che guardi lontano!

Eboli Futura Social Forum-Consalvo

Eboli Futura Social Forum-Consalvo

Vincenzo Consalvo,  tra i patron dell’iniziativa, dopo i saluti agli astanti e l’applauso ai genitori della bambina che ieri è prematuramente scomparsa, specifica che è necessario risvegliare dal torpore la città, con una forte partecipazione collettiva: “Per esempio la possibilità di far ritornare in loco il Tribunale, tema passato in disuso nella politica locale. Una Eboli più bella è un nostro diritto, siamo al declino, in tutto ‘espropriati’ e abbiamo bisogno di una forte e libera progettualità tramite questa piattaforma di confronto, possiamo e dobbiamo avere un parco urbano ed un doppio svincolo autostradale, chi ce lo proibisce? Non siamo un cartello politico al momento ma solo programmatico, meritiamo una città più bella, grazie!

Eboli Futura Social Forum-Iorio1

Eboli Futura Social Forum-Iorio1

Il prof. Eugenio Iorio, vera Guest Star dell’appuntamento, lamenta la mancanza storica di una visione lunga, che contrasta con l’esigenza pressante di trovare competenze  in una dimensione ecumenica, ossia di raggruppare le energie andate altrove, per ridisegnare il futuro cittadino, che sia possibile dunque e non immaginifico: ”..importante è l’occupazione che parte dallo sviluppo, ben concettualizzato. Attraverso le tecnologie, usate in modalità intermediata, che ci portino alla stesura di progetti adeguati svolti in collaborazione, costruendo una capacità di rete, tramite adesione ed iscrizione sulla piattaforma web, in vari canali di libera proposta!” Segue la compendiosa spiegazione tecnica, alfine termina l’accademico eburino: “..il nostro obiettivo è arrivare in Autunno con una convention di idee insieme ad una pubblicazione, partendo tutto dal presente analizzando i dati, facendo in modo che tutte le competenze siano utili a ridisegnare il futuro di Eboli!” 

Eboli Futura Social Forum-Tortolani

Eboli Futura Social Forum-Tortolani

In appendice due brevi interventi, quello dell’avv. Enrico Tortolani co-fondatore dell’iniziativa, che ha sottolineato da subito l’importanza del dialogo con gli altri Enti, riguardo le problematiche comuni: “..dobbiamo coinvolgere persone ed intelligenze oltre i nostri confini variegati che sono pur ampi, riappropriamoci anche della zona costiera e dialogando, come specificato, con i comuni viciniori, la Provincia e la Regione, insieme al Distretto Turistico di Enzo Consalvo che opera egregiamente. Iniziamo a proporre una nuova idea di città anche per le prossime tornate elettorali, noi non siamo anti nessuno, vogliano solo proporre un futuro migliore per tutti!

Eboli Futura Social Forum-Rosania

Eboli Futura Social Forum-Rosania

A seguire, l’ex primo cittadino, Gerardo Rosania, che auspica la rinascita di centri di ascolto e di dialogo, vedi sistemi moderni informatici come la piattaforma in essere oggi: “..io esprimo una valutazione positiva, dobbiamo ragionare per area vasta, possiamo essere volano di crescita regionale, qui ci sta un deficit di progettazione e bisogna riprenderci il ruolo di capofila della Piana del Sele, Eboli lo merita per la sua Storia. Il doppio svincolo potrebbe essere un momento di sviluppo nelle infrastrutture, idem il nostro centro storico. Possiamo far conoscere la nostra zona come territorio di culture avanzate e non come sito per nuovi stoccaggi di rifiuti: rinnovo il mio plauso e collaborerò con voi!”

Conferenza Stampa

Info contatti:

www.ebolifutura.it

Facebook Eboli Futura

Eboli Futura Social Forum-partecipanti

Eboli Futura Social Forum-partecipanti

Eboli Futura Social Forum-partecipanti-1

Eboli Futura Social Forum-partecipanti-1

Eboli Futura Social Forum-partecipanti

Eboli Futura Social Forum-partecipanti

Eboli, 2 giugno 2019

71 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. I partiti proveranno ad apparire come noi prima di scomparire.
    Gianroberto Casaleggio.

    • Peccato che Casaleggio sia morto, e vi rimane quel bibitaro di Di Maio con la sua banda di incompetenti.

    • A voi cosa?
      Ma neanche q.sa di innovativo.

  2. Pensa te, dopo aver letto l’articolo mi è venuta voglia di votare a Cariello.

    • Fai bene vota la corruzione, l’omertà, la raccomandazione per lavorare. Vota tutta la merda che sta soffocando il paese.

    • No alle minestre riscaldate piagginesi,una pietanza indigesta, w eboli ai veri ebolitani che la vivono ogni giorno non solo all’avvicinarsi delle elezioni.

    • Sig. Angelo73 se è al corrente di episodi corruttivi al comune di Eboli, faccia il suo dovere vada in procura a denunciare. Se non lo fa o è complice o è un diffamatore. Per il resto la mia analisi non cambia, a nulla serve mettere una confezione nuova (tutta arancione, social e luccicante) intorno ad un prodotto ormai vecchio, ammuffito, già provato, già rifiutato e mai rimpianto. Le auguro una bella giornata.

  3. effettivamente se questo è il nuovo… Ha ragione il commento precedente quello di brezza di autunno
    ci troviamo di fronte a gente che proviene dall’ex Partito Socialista di Carmelo Conte e alcuni seguaci più giovani e ci sta il figlio di Carmelo, a ciò si aggiungono componenti, Rifondazione Comunista dell’era di Gerardo Rosania e ci sta anche Gerardo già questo è un incesto politico perché per anni se ne sono dette di tutti i colori e adesso li troviamo sulla stessa sponda e vallo a spiegare ebolitani, e per concludere ciliegina sulla torta rimasugli della maggioranza di Martino Melchionda che come un fantasma aleggia…
    Se questo è il nuovo teniamoci il nuovo del 2015

  4. Oggi questa piattaforma ma più che altro le persone che la compongono si vogliono proporre ai cittadini prima e sicuramente all’elettorato poi, ammesso che riescano nel cimentare un rassemblement di liste magari civiche omogenee, dicevamo si vogliono porre come il nuovo, come soluzione al problema quando loro stessi sono parte del problema.
    Anzi lo hanno creato: il problema delle Finanze di Eboli molto allegre parte della prima Repubblica, per passare con i mandati di estrema sinistra e concludersi amaramente nel 2012 con con il predissesto del buon Martino, di cui Cariello ha ereditato il pesantissimo legato finanziario.
    Se oggi l’amministrazione comunale per quanto discutibile sia la sua gestione, ha le mani legate, lo deve a quelle amministrazioni passate di cui i signori seduti in sala ne sono il lugubre riflesso.

  5. 🙂 CONTE SOCIAL FORUM E’ L’INTESTAZIONE ADATTA COI VECCHI RIFONDAROLI E MELCHIONDINI A RIPORTO 🙁

  6. Certo che non vi sta mai bene nulla. Cariello vi ha mandato a commentare?
    Che squallore Eboli e gli Ebolitani!

  7. Bella iniziativa. Finalmente qualche persona preparata e competente. Bravi

  8. Io ci sono andato alla presentazione, molto incuriosito. E, onestamente, mi sembra interessante. Il punto, al di la della presenza di questo o di quell’altro, credo è la possibilità di creare uno spazio virtuale in cui ricominciare a discutere. Certo, dipende molto da come la si farà funzionare. Ma l’idea mi sembra buona. Vediamo

  9. Cariello si è iniziato a preoccupare un tantino. Non servirà controllare la stampa e mettere a tacere tutto e tutti. Cariello deve fare i conti con il suo passato ora. A buon intenditore poche parole.

    • MA SE HA LA STAMPA CONTRO…..

  10. C’era di tutto in platea, ottime persone e vecchi arnesi. Di Iorio so poco, quello che ho letto su internet è positivo e spero non sia qui per prestarsi a operazioni politiche di basso livello. Una cosa è certa, questo paese ha bisogno come l’aria di ricominciare a parlare, di idee fresche. E anche Cariello è parte del problema, no? Era con Rosania. Era con Melchionda.

  11. Perchè il cambiamento provoca così tanti malcontenti?Il cambiamento è l’opportunità d’avere ciò che non abbiamo avuto fino ad ora.Tentar non nuoce.. ristagnare nelle stesse vecchie visioni politiche è da idioti.

    • tutto cambi affinché nulla cambi, siamo al gattopardo lagane e ceci

  12. Cariello si è circondato di gente senza competenze e professionalità. Un circo Barnum che non ha visione e che pensa che con il presenzialismo e facendo clientela il Paese va avanti.
    Ben vengano visioni, idee e progetti. Eboli deve farcela nonostante i nostri politicanti.

    • gli altri si sono circondati di scienziati, costati al comune milioni di euro di disavanzo: BRAVISSIMI!

  13. Almeno qualcosa si muove.. le vecchie idee politiche sono, a mio personalissimo parere, superate.Ora che si tratti della piattaforma Rosseau o qualcosa di simile poco cambia.Se avesse successo avremmo modo di esprimere le nostre idee.Non è cosa da poco.Vediamo un pò..

    • ODIANO I 5 STELLE E POI LI COPIANO…CHE TEATRALITA’

  14. Io sono iscritta e mi farebbe piacere avere l’attenzione di chi ho votato.Voi che ne dite?

  15. Cerchiamo di promuovere qualcosa che è nuovo e che porti a sua volta novità.Un nuovo modo di vedere la politica.Un nuovo modo di esprimersi nella collettività!

  16. Eboli è un paese strano assai. Ne ho viste tante, ma un giornalista che commenta il suo proprio articolo sotto pseudonimo ancora non mi era capitato ….
    @NELLO ti prego, o sei l’unico altro ebolitano che sfoggia un italiano preso di peso dai documenti della Democrazia Cristiana degli anni ’50 oltre a Naponiello o, più probabilmente, sei Marco Naponiello :))))

  17. Come Alessandra Del Giorno, anche io sono iscritto.Non è tanto una questione di piattaforma con radici politiche: se la piattaforma funziona, si potrebbero superare i confini politici.Male non fa.. è un’idea nuova sicuramente qui ad eboli non abbiamo mai avuto.

  18. Io mi sono iscritto, sembra facile da usare e, se funzionerà bene, è davvero una gran bella idea. Certo, occorre uno sforzo anche del semplice cittadino, che invece di perdere 5 minuti a buttare anonimo veleno dovrà, se vuole dire la sua, perdere qualche ora a pensare e a proporre le sue idee. Ma anche questo è un salto culturale

  19. x il fantomatico Marco, che non si firma:

    Carissimo non ho bisogno di questi mezzucci,il mio commento è insito nell’articolo, e ho detto chiaramente quel che penso anche agli amici del gruppo, sei poi a qualcuno danno fastidio le critiche di segno opposto e spera solo negli elogi parte male è il gioco della democrazia ove politicademente è si una piattaforma polifonica da 10 anni
    Ti auguro una buona giornata.

  20. Mi sono trovata alla presentazione per via di un corso che si teneva alla stessa ora lì ed ho visto poco ma non mi sembra ci fossero molti rappresentati della stampa ebolitana.Magari mi sbaglio.E’ strano perchè l’idea è interessante.

  21. l’articolo mi ha incuriosito molto, trovo interessante l’iniziativa anche perchè le opposzioni a Cariello devono iniziare a far comprendere chi sono altrimenti si rischia un Cariello Bis ed è l’ultima cosa di cui questa città ha bisogno.
    Dio salvi eboli

  22. Tutto questo ambaradan per candidare un Conte, di nuovo, consigliere d’opposizione?

  23. SU WEB PRESENTE MA SUI GIORNALI PASSATO INOSSERVATO…..

  24. Tutti questi non arrivano neanche a 2.500 votu se prima non si spaccano come da tradizione ormeggiata della Sinistra.

  25. Ma possibile che non si siano sviluppati ancora gli anticorpi verso questa famiglia politica che tra padri figli e nipotini vari si ripropone sempre comunque e ovunque?
    UNO SCATTO DI COSCIENZA CIVICA E CRESCITA COLLETTIVA O DOBBIAMO SOPPORTARLI PER ALTRI 50 ANNI?

  26. Una domanda, ma il professore Eugenio Iorio molto preparato in verità, sarà mica il figlio di Ugo Iorio# compianto insegnante e militante socialista candidato da Carmelo Conte oltre un ventennio fa alla poltrona di primo cittadino?

    • Si è il figlio di Ughetto Iorio. Chiamato Geggè e da altri il “Prof”. Militante storico della sinistra (DS e PRC) e, non come vorresti far alludere contiano. Nemmeno il padre era Contiamo, era lombardiano che per chi capisce di politica significa ancora tanto. Eugenio è stato leader della sinistra universitaria all’UNISA, il primo presidente della Consulta dei giovani ad Eboli. Era uno che si occupava di tossici, malati di mente abbandonati da tutti come dirigente e operatore dell’Arci. Quando era ragazzo e viveva ad Eboli. Poi se ne andò im Puglia da Vendola. Cariello lo conosce bene e mi sa che gli deve molto. Chiedete in giro.

    • BRAVO: TESI ANTITESI SINTESI= UN TRUCCHETTO (per gli allocchi) DI MAGIAPOLITICA DEL DEI CONTE PER STARE IN MEZZO INTERPOSTA PERSONA E MACCHIAVELLI HI TECH!

  27. Al di là di un restyling informatico, io non trovo il nuovo, il nuovo dovrebbe essere oltre, oltre tutto e tutti. Altrimenti è inutile criticare Cariello.

    • Mettevi d’accordo! in sala c’erano gente della sinistra, persone che non conosco, persone vicine a Conte ma anche a Melchionda, a Cuomo, a nessuno. C’era Gerardo Rosania, che io ricordo (ero piccolo) come ottimo sindaco.
      Quindi di cosa parliamo???
      Non salta in mente a qualcuno che questa piattaforma magari suscita interesse? a me sembra una bella idea. E Eugenio Iorio sarà anche il figlio del compianto Ugo Iorio (che peraltro era una persona eccellente, mi dicono i miei genitori), ma è docente universitario ed è stato uno dei massimi dirigenti della Regione Puglia.
      Questo è un paese che – a causa di pochi pettegoli da bar, da marciapiede o da internet – rischia di guastare tutto

  28. Riccardo e Angela, è stato fatto appositamente.E’ un progetto scomodo.Il popolo non deve sapere ed è mio fondato sospetto che dietro il boicottaggio della stampa ci sia proprio chi governa attualmente.Personalissima opinione, non accuso nessuno.

  29. Che mediocrità in certi commenti. Io ho poco più di trent’anni, ho una laurea e un master e sono dovuto emigrare in Lombardia per avere uno stipendio decente e per vedere riconosciute le mie capacità. Una piattaforma che mi consente di vivere Eboli, di esprimere le mie idee e, magari, di vederle un giorno realizzate e di tornare è una ricchezza.

  30. @Paolo: il tuo disappunto è giusto!
    Ma forse essendo molto giovane non riesci a leggere bene che si tratta di un cavallo di Troia tutto il progetto.
    Non farti infartare.

  31. a faccia e cumpà marz teng tutte e pecur into o iazz,‘A meglio parola è chela ca nun se dice.

  32. Leggendo tutti i commenti si è passti da opposizioni contro la piattaforma ad ostilità verso chi l’ha creata.Non dovremmo valutare la genuinità di un progetto?Conosco il prof. iorio e conoscevo il padre e da ciò che leggo anche cercando su internet, mi sembra una punta di diamante che è andata fuori Eboli per diventare grande, come @Pagolo.. questo la dice lunga sul degrado cittadino.

  33. Anche io ho buoni ricordi dell’amministrazione Rosania anche se all’epoca ero molto piccolo.Tecnicamente, poi, sevoggliamo esser precisi, dell’epoca di Conte io ricordo che in qualche modo stava bene tutta eboli, anche da un punto di vista lavorativo, e parlo con cognizione di causa.Non consco questo Iorio ma chiunque sia, mi sembra abbia fatto una piattaforma molto flessibile.Mi sono iscritto per curiosità e forse non la userò mai.Voi almeno avete dato concretamente uno sguardo?

  34. Un articolo di ieri che genera un dibattito del genere?!A differenza vostra, io davvero non mi interesso di politica ma se ha generato un sussulto tale.. mi spiace non esser stata alla presentazione.C’è un video o quantomeno un riassunto superpartes?Qualcuno me lo linka?

  35. UN CONSIGLIO: NON CRITICATELI FINITE PER DAR LORO UNA VISIBILITÀ, CHE PER INERZIA FRA QUALCHE MESE (MESE?) SCOMPARIRÀ…..

  36. @Paolo sì, Iorio recuperava ex. tossici o qualcosa del genere, facendo mente locale.Dunque una persona vicina al popolo mi verrebbe da dire.Vediamo se anche la piattaforma è in linea con i suoi ideali di una volta.

  37. INVITO PUBBLICO:

    Trasmetto un consiglio tutti i compagni ovvero, quello di non rifare l’errore di 4 anni fa dove persone che si rifanno agli ideali comunisti avevano appoggiato un candidato alla carica di sindaco legato ad una famiglia seppur come affine e che oggi attraverso altri referenti consanguinei si rifà sempre a quell’antico uomo politico ebolitano, che con l’idea di nuovo sta come l’acqua al fuoco.

    No compagni non è una via che porta frutto, ma anzi essa è una strada che ci ha dato delle grandi delusioni e se non vogliamo rimanere fuori per un’altra consiliatura, dobbiamo riappropriarci della nostra identità e non inseguire vecchi avversari altrimenti diverremo ad Eboli come altrove oggetto di studio del WWF e in contemporanea un orpello da museo delle cere!

    Hasta la victoria siempre

  38. Abbiamo letteralmente bruciato qualcosa come 20 anni di evoluzione economica di Eboli.Ad oggi, città neonate come Battipaglia sono economicamente più attive di noi.. è evidente che c’è qualcosa da cambiare nel profondo delle amministrazioni e questo, più che mai, sembra un punto di svolta notevole o quantomeno audace visti i tempi.

    • Cara Alessia, se cerca chi ha bruciato 20 anni di evoluzione economica li troverà tra i partecipanti del think tank di cui si parla nell’articolo. Non li rivoti, ne perdiamo altri 20.

    • @Brezza e, giusto per curiosità, Cariello dov’era negli ultimi venti anni? Ovviamente, non era per NOVE ANNI nella giunta di Gerardo ROsania e non ha sostenuto per altri CINQUE ANNI la maggioranza di Martino Melchionda, giusto? Poi, non era ASSESSORE PROVINCIALE nella pessima giunta di centrosinistra di Villani, ovviamente. Era su Marte….

    • Brezza ha ragione, anzi tra gli ascendenti di qualcuno assiso nella sala vedrete la rovina degli ultimi 50….
      MANCO MASSIMO CARIELLO FOSSE STATO IL GOVERNATORE PERPETUO O AVESSE GLI ANNI DI MATUSALEMME, E’ UN THINK THANK SINISTROIDE E BASTA POCHI VOTI STESSE IDEE, A PAZZIELLA AVIT?..E PAZZIATEC

  39. Ma non capisco.. vi disturba che sia un Ebolitano a cambiare Eboli?A me avrebbe infastidito l’intervento di un “extra-cittadino” nel metter mano noi interessi.Non promuovo nè boccio la piattaforma formata.. la valuto.Ed invito anche voi a fare lo stesso, con obiettività.

  40. MA COME FATE A NON NOTARE CHE LA QUASI TOTALITA’ DEI COMMENTI CHE SI OPPONGONO HANNO LA STESSA RADICE E MATRICE DI QUEI QUATTRO GATTI CHE APPOGGIANO ANCORA CARIELLO???
    Proprio in virtù di ciò, se questa piattaforma così criticata genera tanta paura in Cariello & Co. e, siamo, parallelamente, d’accordo sul mal operato di quest ultimo.. ne viene da dedurre che stiano gli attuali governanti stiano ostacolando l’affermarsi di qualcosa di positivo che nuoce ai loro GUADAGNI PERSONALI.

    • @giordano r
      forse ti conviene che siano 4 gatti, anzi ci speri, ma i 4 gattini impauriti siete voi, una sala con poche persone e pochissimo interesse al di là del vostro circoletto radical chic…
      Rirtentate il 2025

  41. Far passare Cariello per il nuovo è ridicolo. Me lo ricordo, con molti altri poi comunisti come Caprarella alla corte della peggio DC di Eboli: Giovanni Clemente poi condannato per tangenti.
    Cariello è il peggior trasformismo Ebolitano. Sicuramente il suo staff che paghiamo con i nostri soldi si starà dando da fare su questa pagina.

    • carissimo sono d’accordo che Cariello anche lui appartiene al passato ma allora se si deve cambiare si deve cambiare omnibus, senza persone che anagraficamente sono più giovani ma che vengono portati da vecchi personaggi che in questo modo cercano un riciclo politico.
      Vedi, il nuovo può essere solo o dei 5 Stelle o della Lega o di altri liste civiche, ma di persone che veramente non hanno fatto mai politica che non sono figli i nipoti o cumparielli di …… altrimenti ci prendiamo in giro e allora meglio Massimo, che con tutti i suoi limiti, sta tra la gente vie il paesotto e non lo si vede soltanto quando si avvicina l’ora delle Urne.
      Ad maiora eburum

  42. Schopenhauer Cariello è in politica da 20 anni con incarichi istituzionali. Ha cambiato diversi partiti saltando da sinistra a destra. Non mi risulta che abbia messo in campo alcuna progettualità per il futuro di Eboli. Andare a tutte le iniziative, tra cui battesimi e comunioni, tagliare nastri e fare conferenze stampa, o stare tra la gente non vuol dire sapere governare. E infatti Eboli versa in condizioni disastrate, sul rischio del dissesto e senza alcuna proiezione verso il futuro. Massimo è il frutto della mala politica clientelare di Eboli. Altro che meglio Massimo. Non avete minimamente consapevolezza del danno che sta facendo ad Eboli.

    • Cariello ha ereditato dei bilanci pesantissimi fatti da altre amministrazioni di cui è stato in parte un assessore secondario, e in altri completamente assente.

      Poi un suo grande merito è che da assessore provinciale ha sempre appoggiato le iniziative del Comune di Eboli targato Melchionda anche quando con costui stava ai ferri corti ditela tutta se la volete dire.

      Un senso di appartenenza alla città che va oltre le bandiere.

  43. Certo che è incredibile il livello di alcuni … si avverte chiaramente il rumore degli specchi sui quali cercano di arrampicarsi. 
    Un po’ di storia: Cariello era tra i giovani della Dc, poi nel 1994 – folgorato al contrario lungo la Via di Damasco – la conversione coi comunisti di Gerardone. 
    Cariello nel 1999 diventa assessore per Rifondazione Comunista (sindaco Rosania). L’anno dopo si candida consigliere sempre con Rifondazione, e continua a fare l’assessore. Nel 2004 alle elezioni provinciali si candida con Rifondazione e sarà eletto, anche con il contributo determinante di un certo Eugenio Iorio.  Fa poi l’assessore provinciale per conto di Rifondazione e quel gruppo di persone gli segue tutto, compresa la programmazione in Provincia. Poi l’anno successivo sostengono Melchionda, che vince al primo turno. Pasquale Cariello (il fratello di Massimo) viene eletto. Lo faranno dimettere dopo poco tempo perché causava continui problemi con Melchionda e Rifondazione Comunista. 
    Arriva il 2009 e il nostro Massimo viene rieletto a gran forza in Provincia, sempre con Rifondazione. Con la quale si candida contro Melchionda (è uscito solo pochi mesi prima dalla maggioranza). Gli elettori al ballottaggio si accorgono che era passato già con Cirielli, e quindi con il centrodestra, e in Provincia lo mandano a casa. Passa nel nuovo PSI (ciòè il peggio dei socialisti di cui voi parlate) fino a quando nel 2015 vince contro Cuomo ed il centrosinistra (dopo esserci cresciuto e pasciuto). Ora continuatemi a dire che è il nuovo.

  44. Caro e gentile signore, tutti quanti i politici ci sono candidati a destra e a manca, la coerenza partitica appartiene alla prima Repubblica non è soltanto una tipologia di Massimo il sindaco, per il quale anche il cambio di casacca può essere giustificato come la liquidità della sua giunta, per una finalità Nobile, quella di dovere amministrare una città ed essere più realista del re, ovvero avere dei buoni rapporti con tutti: destra sinistra centro ammesso che esistano.

    Almeno il sindaco si candida in prima persona, io odio invece quei trasformismi, quei finti giovinalismi, dove i volti nuovi hanno il classico puparo che muove i fili chi ha orecchie per intendere intenda.
    ps un garofano appassito puzza e una falce ed um martello arruginiti, provocano il tetano 😉

    • Ahahahahaha fra poco direte che la merda profuma! Cariello è un trasformista, clientelare e senza capacità! Fatevene una ragione! Amen!!!

    • Eboli non sarà più terreno di Greggi pastorizie venute da fuori, è finita l’epoca del fiore appassito.

  45. Ma i fan di Cariello perché sono così agitati??Sono 4 anni che amministrate tutto,pure i tavoli davanti al bar…ma che paura avete??state tranquilli,verrà rieletto!Tiene quella squadra!!!!!!
    State arrabbiati,guardinghi,denti digrignati…ma che è???
    Boni…state bboni…alla Costanzo.

  46. Ci faremo quattro risate quando ricandideranno sempre i nobili decaduti di Santa Cecilia…dopo tanto parlare tanta innovazione un finale scontato
    Ma allora ditelo che volete che Massimo vinca al primo turno… risparmiamo i soldi allo Stato del ballottaggio.

  47. Eboli non sarà più terreno di Greggi pastorizie venute da fuori, è finita l’epoca del fiore appassito.

  48. Spero solo che tutti questi commenti pro Cariello non li paghiamo noi con le nostre tasse. Vedo troppa agitazione, qualcosa ha colpito e ha fatto male.

    • Fare male a chi?
      Una manciata di voti sinistri?
      Ma voi vi sopravvalutate e non avete il metro in tasca.
      😂

  49. Caro spero per voi che questo think thank non sia una scatola vuota.
    Mi sa di riciclaggio politico ma gira e rigira sempre gli stessi, freschi come i resi alimentari.
    Accá nisciun è fess…cordialmente.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente