10^ Sagra della braciola cu ‘o Zit spezzat a S. Cecilia di Eboli

E con ieri sera si è tagliato il nastro alla 10^ edizione della “Sagra della Braciola cu ‘o zit spezzat’” di S. Cecilia – Eboli. 

Protagonista della sette giorni culinaria, dal 9 al 15 agosto, organizzata dal Comitato di Quartiere S. Cecilia, accompagnata da musica dal vivo e spettacoli: La Braciola; con carne di bufala, di vitello, di capra, e quella di cotenna (cotica) di maiale, con i Zit Spezzat, contorni tanto vino e Melone a volontà. E la tradizione è i prodotti della Piana del Sele sono a tavola. 

10^ edizione della Sagra della braciola cu 'o Zit spezzat

10^ edizione della Sagra della braciola cu ‘o Zit spezzat

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – In quel di Santa Cecilia, il Borgo di periferia più grande di Eboli si sono appena concluse: La sagra del fagioli della Piana e quella del Pescato e da ieri sera è partita l’attesissima “Sagra della Braciola cu ‘o zit spezzat’”, che si terrà dal 9 al 15 agosto 2019; La kermesse enogastronomica, è giunta alla sua 10^ edizione ed è stata organizzata dal l’attivissimo Comitato di Quartiere di S. Cecilia con il patrocinio del Comune di Eboli, ed è da sottolineare che i proventi saranno devoluti, interamente e come ogni anno, in rispetto della mission iniziale, al territorio.

Protagonista della sette giorni culinaria, accompagnata nelle serate da musica dal vivo e spettacoli di vario genere artistici e leggeri, sarà la braciola cucinata in tutte le “salse”, con la carne di bufala, di vitello, di capra, e quella con la cotenna (cotica) di maiale, rigorosamente imbottite con il pressemolo, l’aglio, una spruzzatina di pepe e formaggio, opportunamente legata e fatta cuocere in un sugo di pomodoro “pippeggiante” (fuoco lento) condito con olio di oliva extravergine, (è inutile dire che tutti i prodotti sono rigorosamente della Piana del Sele), associata a tanti gustosissimi altri piatti, come spezzatino di carne, ciambotta, e non può non mancare un piatto di Tit spezzat (i Maccarun r’ la Zita) o meglio i maccheroni della Sposa, per dire che nella nostra tradizione era il piatto più prelibato, tanto prelibato che veniva riservato alle cerimonie nuziali.

E che si può dire di più se non che il tutto sarà accompagnato da fiumi di ottimo vino locale plurivitigno di aglianico/barbera e che agli ospiti sarà offerta anguria (le straordinarie melonesse della Piana a volontà) tutto, come si è già detto in precedenza preparato con i prodotti del territorio seguendo le ricette delle tradizionali e della cultura culinaria locale, eseguite da straordinarie casalinghe, che fanno da chef, altro che stellate, che conducono una organizzazione perfetta da far invidia al miglior katering, che rende il Centro allegro, festoso e accogliente per le migliaia di ospiti che condivideranno leccornie e socialità nella soddisfazione dei tantissimi volontari che contribuiscono al successo della manifestazione.

Per il 15 di agosto poi, per chi è solo, o per chi non vuole essere solo, o per chi invece vuole uscire fuori porta e vivere un ferragosto diverso, la manifestazione sarà aperta al pubblico eccezionalmente anche ad ora di pranzo, magiare bene e poi combattere la calura sulle spiaggia del litorale, o recarsi in visita ai Centri storici di Eboli, Campagna, o magari visitare il Parco archeologico di Paestum.

La “Missione”? Gli organizzatori del Comitato non esitano a rispondere: “Dedichiamo il nostro tempo libero per tante attività e in particolare la sagra della braciola ed il ricavato della sagra viene interamente devoluto a migliorare il nostro quartiere. E non resta che raggiungere il Centro Sportivo Spartacus di Santa Cecilia, ordinare, sedersi e gustare tutte le leccornie che la 10^ Sagra della “Braciola cu ‘o Zit Spezzat” offre. Noi di POLITICAdeMENTE ci saremo come ogni anno e manterremo a bada l’ingordigia e ogni sera accompagneremo agli zitoni, di volta in volta, le braciole e i contorni. Non c’è ne perderemo una. E…. buona festa

…………… … …………….

E dal Comune arriva un promemoria per il Ferragosto a Eboli che prevede: concerti e intrattenimento nelle periferie e al centro.

Sabato 10 e domenica 11 agosto, l’associazione Gli Amici di San Donato presenta la IX Festa di San Donato con le stelle tra gastronomia, pizzica, tammorra e tradizioni presso il parco naturale di San Donato. Servizio navetta gratuito da piazza Tito Flavio Silvano dalle ore 18.30.

Sabato 10 agosto il C.d.Q. Paterno 2, in collaborazione con l’Associazione Eboli Cultura del Territorio, organizza la manifestazione Aspettando le Stelle, con musica popolare e prodotti tipici locali.

La Notte di San Lorenzo è una notte di festa e allegria anche a Marina di Eboli dove, come ormai accade da qualche anno, presso i nostri stabilimenti balneari sono in programma serata danzanti e di intrattenimento.

Dal 13 al 15 agosto in Piazza della Repubblica, ad Eboli, 3 giorni di spettacolo e food con la seconda edizione della Parianza. Esibizioni di comici e band e il 13 agosto Tony Tammaro in concerto.

17, 18, e 19 agosto al Centro Sportivo Spartacus a S. Cecilia di Eboli a partire dalle ore 20.00 la XVII edizione della Sagra del Bocconcino di Bufala Campana organizzato dall’Associazione Sele Felix.

www.comune.eboli.sa.it e www.weboli.it

Eboli, 10 agosto 2019 (articolo aggiornato alle ore 19.12)

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Eccellentissima “manifestazione popolare”.

    Complimenti.

    Eboli ha proprio bisogno di questo.

    Grazie

  2. … E vai con gli assegni a pagherò!!!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente