I padri del Dadaismo a Vietri sul Mare.

Martedì 12 novembre, ore 17.00, Centro Culturale CAT presentazione del Libro “incontri di Arte applicata…”

I padri del “Dadaismo” a Vietri sul Mare alla serata con il Libro “incontri di Arte Applicata – Ricerca in ceramica, disegno e illustrazione” con l’opera di Giorgio Napolitano e Maria Grazia Gargiulo presentato da Mara D’Arienzo, presidente del Centro Culturale C.a.T e moderato da Antonio Dura, direttore del magazine Puracultura.

I padri del Dadaismo a Vietri sul Mare

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

VIETRI SUL MARE – Martedì 12 novembre alle ore 17:00, presso il Centro Culturale C.a.T. a Vietri Sul Mare in Via Ospizio, 3, si terrà la presentazione del libro “Incontri di arti applicate – Ricerca in ceramica, disegni e illustrazione” di Giorgio Napolitano e Maria Grazia Gargiulo (ed. Fioranna). Il volume dopo l’introduzione Ai bordi della Rosa, è suddiviso in quattro studi con tempo cronologico che trattano i primi decenni del Novecento. Il primo Dal Dada al Bauhaus. Hugo Ball, Emmy ed Annemarie Hennings a Vietri sul Mare, è relativo al Dadaismo da essi fondato e alla loro presenza a Vietri sul Mare tra il 1925 e 1926 in un momento significativo del loro lavoro letterario.

Il secondo, Nuovi orientamenti della ceramica vietrese del Novecento, traccia in relazione a nuovi studi ed acquisizioni, una diversa valutazione critica del periodo e dei suoi interpreti. Il lavoro Archetipi di un ‘immaginario’ cinematografico e teatrale. Aggiunte al ceramista Sandro Vacchetti ha come protagonista il brillante Sandro Vacchetti, la sua cultura dell’immagine, la sua versatilità, l’originale genesi delle sue ceramiche. Infine Melkiorre Melis. L’arte dell’illustrazione e del codice artigianale. Sei inedite copertine del 1927, è l’analisi di sei illustrazioni di Melis per le copertine della rara rassegna di artigianato Piccole industrie per mettere in rilievo la sua ricercata grafica e seguire quelli che furono, intorno alla metà degli anni 20 del Novecento, i criteri evolutivi della iconografia del tempo.

L’incontro verrà presentato da Mara D’Arienzo, presidente del Centro Culturale C.a.T e moderato da Antonio Dura, direttore del magazine Puracultura. Giorgio Napolitano è attento studioso della ceramica italiana, il cui impegno principale è orientato alla divulgazione della maiolica napoletana del Novecento, la coeva produzione ceramica di Vietri sul Mare e di Seminara Calabra; ha al proprio attivo numerosi volumi su queste tematiche. Maria Grazia Gargiulo è docente di Storia delle arti applicate all’Accademia di belle Arti di Napoli e studiosa e collezionista di ceramiche italiane. Ingresso lbero.

Vietri sul Mare, 11 novembre 2019

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente