Agropoli: La comunità Dolce Risveglio a Rai2

Agropoli: 7 gennaio, ore 11.00, a “I fatti vostri”, Rai 2, in diretta, l’esperienza della comunità “Dolce Risveglio”. 

il giornalista Massimo Proietto che illustra l’esperienza della Comunità “Dolce risveglio” all’interno di una villa confiscata alla criminalità organizzata, il presidio è stato attivato tre anni fa grazie alla sinergia tra il Piano di Zona S/8, l’amministrazione comunale, il dipartimento di salute mentale dell’Asl Salerno e la Fondazione CasAmica.

Agropoli-sede-comunità-Dolce-Risveglio

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

AGROPOLI – Domani, martedì 7 gennaio, alle ore 11.00, a “I fatti vostri”, su Rai 2, in diretta, sarà raccontata l’esperienza della comunità “Dolce Risveglio” di Agropoli. In collegamento da Agropoli ci sarà il giornalista Massimo Proietto. Collocato all’interno di una villa confiscata alla criminalità organizzata, il presidio è stato attivato circa tre anni fa grazie alla sinergia tra l’amministrazione comunale, il Piano di zona S/8, il dipartimento di salute mentale dell’Asl Salerno e la Fondazione CasAmica. Quest’ultima ha aderito a un bando pubblico del comune cilentano. Ospita dieci adulti sofferenti psichici, in modo residenziale h24, assistiti da una serie di figure professionali presenti all’interno della struttura. I pazienti inoltre sono seguiti dai rispettivi dipartimenti territoriali di Agropoli e limitrofi, tra i quali Vallo della Lucania, Capaccio Paestum, Roccadaspide, Eboli. All’interno della storica trasmissione condotta da Giancarlo Magalli ci saranno tre momenti: si parlerà in primis, della struttura, di quello che era e cosa è diventato; quindi della storia di una paziente 42enne ospitata all’interno della struttura fin dal momento della sua apertura, una vicenda molto toccante dal punto di vista umano. Infine dei benefici che comporta la presenza del presidio sul territorio. 

«La comunità “Dolce Risveglio” – afferma il sindaco Adamo Coppola – rappresenta un esempio virtuoso per la nostra città: una struttura confiscata alla criminalità e diventata un presidio al servizio della comunità, utilizzato per attività sociali e di assistenza alle fasce più deboli della popolazione. La dimostrazione di come da qualcosa di negativo possa nascere qualcosa di esemplare, per aiutare chi ne ha bisogno». 

La superficie netta della struttura, che il Comune ha fornito in comodato gratuito, oltre a garage e terrazzi, è di 380 metri quadrati circa.

Agropoli, 6 gennaio 2020

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente