Eboli: Incontro del M5S sulla fase due del Reddito di Cittadinanza

Sabato 25 gennaio, ore 10.30, Aula Consiliare Eboli, incontro M5S: “Progetti Utili alla Collettività, definiamoli insieme”.

All’incontro su relazione di Federico Salerno, del Meetup locale M5S, parteciperanno  il Sindaco di Eboli Cariello, e la Senatrice Felicia Gaudiano I quali analizzeranno il Decreto che disciplina la seconda fase del RdC, ponendo particolare attenzione agli obblighi dei percettori, ai progetti, e agli adempimenti e gli obblighi. 

M5S_convegno_Eboli_Progetti_utili

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Sabato 25 gennaio 2020, alle ore 10.30, nell’aula Consiliare del Comune di Eboli si terrà un incontro organizzato dal Meetup del M5S, sui “Progetti Utili alla Collettività, definiamoli insieme“, al quale interverranno oltre al Sindaco di Eboli Massimo Cariello per i saluti istituzionali, su relazione di Federico Salerno Docente di Diritto ed Economia, la Senatrice Felicia Gaudiano membro della Commissione Affari Europei e Commissione Vigilanza RAI, per le conclusioni dopo gli interventi di Associazioni del Terzo Settore.

Con “Progetti Utili alla Collettività, definiamoli insieme” si apre la seconda fase dell’importante misura di sostegno e inclusione sociale, implementata di recente dal Governo e conosciuta come Reddito di Cittadinanza. Nel corso dell’incontro si cercherà di approfondire e conoscere la ratio del Decreto istitutivo della misura aggiuntive alla misura del così detto Reddito di Cittadinanza, allo scopo anche di migliorarne gli effetti che ad oggi, invero ha avuto solo un effetto di “assistenza”, comunque utile e determinante per coloro i quali sono stati i percettori e le loro famiglie, ma utile anche all’economia che ha sicuramente beneficiato della spesa delle somme percepite.

Un provvedimento che si pone come obiettivo la formazione e la ricerca attiva del lavoro, per nulla osservato nella prima legge istitutiva del RdC, sperando che con i dovuti correttivi si possa dare un fattivo contributo, ai fini dell’inclusione sociale, e si spera che attraverso progetti, elaborati dai Comuni con il coinvolgimento di altri Enti e del Terzo settore, possano essere utili per la collettività e coinvolgere in maniera attiva e propositiva i titolari del RdC nell’attesa di una possibile si spera, collocazione lavorativa soddisfacente e risolutiva.

L’incontro quindi, attraverso i suoi partecipanti analizzerà il Decreto Ministeriale che disciplina la materia, ponendo particolare attenzione agli obblighi dei percettori del RdC, la struttura dei progetti, gli adempimenti e i soggetti obbligati.

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Massimo, perdonami ma riporti nella premessa una chiara confusione nel declinare i PUC. Credo che l’errore non sia tuo piuttostonegli organizzatori che non conoscono bene, probabilmente, i contenuti di questo decreto. Il rischio, in questo modo, è di confondere i beneficiari del RdC obbligati a partecipare al PUC, generando errate aspettative. Scusami ma è opportuno il chiarimento a mio avviso.

  2. Caro Gianni, credo che sia doverosa una certa prudenza nell’esprimere giudizi. Sarà un piacere averti con noi sabato mattina, in modo da renderti conto che da parte nostra non è stato mai lanciato un messaggio fuorviante per i percettori del RdC, che non coincidono di certo con gli obbligati alla partecipazione ai PUC. L’incontro serve proprio ad illustrare più nel dettaglio la misura e a cercare di avviare un processo di partecipazione democratica di tutte le figure interessate. Non a caso il sottotitolo dell’incontro è: DEFINIAMOLI INSIEME.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente