Sit in di protesta della UIL-Fpl sotto la sede AIOP di Napoli

I lavoratori della Sanità privata accreditata stamattina hanno inscenato una protesta sotto la sede regionale AIOP a Napoli. 

UIL-FPL Salerno: “Chiediamo all’AIOP Campania di onorare gli impegni con i lavoratori; a chiedere alla Politica di svolgere il suo ruolo, e imporre il rispetto degli impegni della pre-intesa contrattuale con le maestranze della Sanità Privata Accreditata; per ricordare al Sindacato Nazionale che i lavoratori della Sanità Privata sui territori ci sono e chiedono tutele, pronti anche a scendere in piazza se non vengono mantenuti gli impegni”. 

Uil Fpl_Sit in_Aiop_Napoli

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – La Segreteria Provinciale di Salerno UIL – FPL comparto Sanità Privata Accreditata, ha manifestato questa mattina, sotto la sede dell’AIOP Regionale della Campania, per sollecitare la firma del il rinnovo del Contratto del Comparto Sanità Privata:Stamattina siamo qui, a chiedere all’AIOP Regionale della Campania a onorare gli impegni presi verso i lavoratori; siamo qui a chiedere alla Politica di svolgere il suo ruolo, ed imporre il rispetto dell’impegno preso il 10 Giugno, quando è stata firmata la pre-intesa contrattuale per le lavoratrici e i lavoratori della Sanità Privata Accreditata; siamo qui, anche per ricordare ai vertici Nazionali del Sindacato che sui territori i dipendenti della Sanità Privata ci sono e chiedono di essere tutelati, pronti anche a scendere in piazza se non vengono mantenuti gli impegni presi”. 

Queste le prime dichiarazioni rese dal Segretario Provinciale della Uil FPL Antonio Malangone alla Stampa che lo attendeva sulla Riviera di Chiaia, sotto la sede dell’ AIOP Regionale, – e lavoratrici e i lavoratori della Sanità Privata, hanno un contratto di lavoro scaduto da 14 anni, hanno uno stipendio, una retribuzione che risale al 2006, ciò non può essere tollerato oltre, io con voce ferma e decisa, sono qui oggi per dire BASTA!!! Mi preme precisare che il 10 Giugno, quando è stata firmata la pre-intesa di contratto, TUTTI hanno esultato, la Politica, la parti Datoriali e i vertici Sindacali presenti al tavolo. Dal 10 Giugno ad oggi, devo constatare che si sono scritte fiume di pagine, ma non si è sottoscritto niente. Tutto ciò ripeto è inammissibile, non è più tollerabile. Stiamo parlando di donne e uomini, che forniscono, con la loro professionalità, servizi in nome e per conto della Sanità Pubblica. Io mi chiedo come sia possibile, in momento storico importante come questo, dove gli operatori sanitari sono stati inneggiati, festeggiati e chiamati “Eroi”, non ci sia la volontà, perché a mio avviso è la volontà che manca, di sottoscrivere il rinnovo contrattuale.

L’appello che la UIL FPL lancia oggi dalla Riviera di Chiaia  è di fare in fretta, la misura è colma, il rinnovo del Contratto è un atto dovuto a chi lo attende da 5.110 giorni! 5.110 giorni che gli operatori della Sanità Privata hanno lavorato adempiendo al loro dovere, per UNO, un solo giorno facciamo anche noi il Nostro dovere.”

Salerno, 29 luglio 2020

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente