Amministrative a Eboli: Santimone-Cassandra agli elettori

Comunicato Stampa del candidato Sindaco Donato Santimone agli elettori 

Come Cassandra dall’altare di Minerva, pur dicendo il vero: “Ve lo avevamo detto”; non verremo creduti fino alla distruzione della città“.

Donato Santimone

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Come Cassandra dall’altare di Minerva: pur dicendo il vero non verremo creduti fino alla distruzione della città. Si legge in una nota del candidato Sindaco di LEU Donato Santimone, sostenuto dalla Lista Città del SeleNon abbiamo pensato neanche solo per un attimo che questa competizione elettorale potesse essere facile, ma pretendiamo che sia condotta ad armi pari o, quanto meno, con armi lecite.

«Troppe ombre e poca luce, ad oggi, illumina il curriculum professionale e penale del Signore che da cinque anni poggia il suo deretano sulla poltrona più alta della città e quotidianamente la stampa porta il conto delle sue malefatte – puntualizza Donato Santimone, candidato come sindaco di Eboli -. Siamo confusi, molto confusi. E’ bene allora che Cariello ci dica una volta per tutte come stanno le cose. E’ un professionista che ha a cuore quella legalità di cui si riempie la bocca ogni volta che gli si para un microfono davanti oppure, della legalità non gliene importa proprio niente dal momento che, indisturbato, continua a fare il bello ed il cattivo tempo, promettendo e onorando a tempo debito le sue promesse con i soldi dei cittadini?».

Pare, infatti, – si legge nel Comunicato stampa di Santimone – così come racconta la stampa passata in rassegna questa mattina, che il buon sindaco, pur di assicurare alle associazioni amiche i fondi necessari per feste e i triccheballacche, abbia l’abitudine di ravanare nelle casse degli imprenditori, quelli che collaborano, guarda un po’, con l’Ente, per questo e l’altro servizio, professionale, si intende.

Noi vogliamo credere che sia una brava persona – si aggiunge nella nota stampa – e gli offriamo la possibilità di dimostrarlo. Renda pubblico e visibile a tutti il certificato penale, obbligatorio secondo legge per ogni candidato sindaco, ma si superi. Ci stupisca con effetti speciali, pubblicando anche il suo casellario giudiziario e i suoi carichi pendenti.

Lo faccia per non trasformare i suoi centoquarantaquattro candidati in un carrozzone da circo. – prosegue la nota – Lo faccia immediatamente. Quando la nave affonderà, perché affonderà, nessuno potrà dirci: «Voi non ci avete detto niente». Abbiamo un destino comune a quello di Cassandra, profetessa troiana, che provò in tutti i modi ad avvertire i suoi concittadini dell’inganno del cavallo sulla spiaggia. I troiani, accecati dalla vittoria facile, dal fuoco delle braci già vivo, dall’aroma del vino già spillato per la festa, non sentirono ragione. Troia venne distrutta. – si conclude – Noi come Cassandra, potremo solo compatirvi e dirvi: «Ve l’avevamo detto».

LISTA

LA CITTA’ DEL SELE

  1. Bisogno Egidio,
  2. Cicalese Rosario,
  3. Conte Antonio,
  4. Coiro Fernando,
  5. Comite Gianpiero,
  6. Crisci Giovanna,
  7. Curcio Massimiliano,
  8. Di Biase Violanda,
  9. Di Candia Camilla,
  10. D’Onofrio Francesco,
  11. Forlano Virginia,
  12. Gaeta Carmine,
  13. La Padula Raffaele,
  14. Morena Tobia,
  15. Moscariello Cesare,
  16. Palma Alessia Saveria,
  17. Petrone Antonio,
  18. Piccirillo Giuseppe,
  19. Pirozzi Antonietta,
  20. Ruocco Pasquale,
  21. Sammartino Francesca,
  22. Santoro Maria Rosaria,
  23. Vairo Mariano,
  24. Villecco Marianna,

Eboli, 24 agosto 2020

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Ma quando l’avevi detto, che sono dieci anni che stai in silenzio!! E poi, queste piazzate dei certificati penali!
    Ma chi si’? E perché Cariello, o chi per esso, li dovrebbe cacciare?
    Perché non li facciamo pubblicare sull’albo pretorio?

    Questa strada intrapresa è pessima e pericolosa.
    E se qualcuno volesse vedere la contabilità degli ultimi cinque anni di ciò che amministri, così siamo sicuri che sei un candidato onesto? E visto che ci siamo, per essere giusti con tutti, perché non chiediamo pure a Cardiello come è messo con le fatture ai clienti?

    Hai citato Cassandra, vatti a leggere su questo blog l’articolo sulla bisaccia di Fedro.

    Erano anni che non si scendeva così in basso, e questo a prescindere dal fatto se le “voci” siano fondate o meno.

  2. Mister Listone,
    per cortesia pensi a proporre idee e non inizi una guerra contro l’avversario politico da battere, le chiediamo contenuti non basta uno slogan futuristico 20\30, se dall’altro lato devono riposizionare le poltrone lei a chi e a cosa ha pensato? ha già una lista di nomi per gli Assessorati? oppure il Listone le è sufficiente a pescare i giusti componenti del prossimo governo cittadino? Come ho detto in un altro post da 18 a 100 anni siamo tutti candidabili ma spesso l’età, l’esperienza lavorativa e la cultura sono elementi da non sottovalutare la segnalazione amichevole delle correnti elettorali non basta a rendere uno o più candidati validi.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente