Nessun impianto di rifiuti a Buccino

Non ci sarà nessun impianto di smaltimento di rifiuti a Buccino: La riserva del Sele è salva. 

Il consigliere regionale del M5S Cammarano: “Decisione del Tar mette fine a incubo. Faremo dell’area una meta per il turismo sostenibile”. 

Buccino-Michele Cammarano- Francesco Castiello

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BUCCINO – “Una delle più belle e rigogliose aree verdi della Campania è salva. – dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano, alla luce della sentenza del Tar di Salerno, che ha respinto il ricorso dalla società “Buoneco srl” – Grazie alle battaglie, che abbiamo sempre sostenuto in prima persona, portate avanti per anni da attivisti e comunità locali, con il sostegno di imprenditori coraggiosi, il mega impianto di smaltimento rifiuti da 113mila tonnellate, che avrebbe dovuto sorgere nell’area industriale di Buccino, a ridosso della riserva naturale di Foce Sele-Tanagro, non sarà realizzato.

La decisione del Tar mette la parola fine a una vicenda che avrebbe avuto conseguenze devastanti per l’ambiente e l’economia locale. – conclude Cammarano – L’impianto in questione sarebbe stato costruito non solo in prossimità di un affluente del fiume Sele, con l’elevato rischio di inquinare l’intera piana, ma anche a ridosso di aziende per la trasformazione di prodotti alimentari. Nel nostro programma c’è l’impegno a valorizzare aree come questa, che intendiamo rilanciare e promozionare nell’ambito di un più ampio progetto di turismo ambientale e sostenibile, così da diversificare e rendere maggiormente appetibile l’offerta di una regione dal potenziale altissimo come la nostra”.

Buccino, 17 ottobre 2020

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente