Eboli: Nessuna risposta dal Commissario sul Castello Colonna

A 15 giorni dall’incontro con il Comitato Centro Storico sul Castello Colonna Eboli: “Nessuna Risposta da De Jesu“. 

Il Coordinamento del Comitato Centro Storico: “Non sono più ammissibili ritardi e inadempienze, richiamamo alle responsabilità: Provveditorato Regionale all’Edilizia Penitenziaria; Il Comune di Eboli; I Parlamentari del Territorio e il Ministro della Giustizia proprietaria del Castello Colonna“. 

Castello Colonna Eboli 2

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – «Sono trascorsi ben quindici giorni da quando una delegazione del Comitato Centro Storico era stata ricevuta dal Commissario Prefettizio dott. Antonio De Iesu. – scrive il Coordinamento del Comitato Centro Storico Eboli in una nota a firma di Vito Pindozzi e Giovanni Tarantino non avendo riscontrato nessuna risposta ne talpoco nessuna iniziativa che andasse nella direzione nelle richieste a suo tempo avanzate per la messa in sicurezza del Muro di cinta del Castello, del Castello Colonna stesso e per risolvere il problema della viabilità in sicurezza  – L’incontro si svolse in modo molto cordiale, ma fu chiesto d’intervenire e impegnarsi con urgenza per:

  1. Sollecitare l’immediato intervento del Provveditorato Regionale all’Edilizia Penitenziaria per la messa in sicurezza del muro di cinta pericolante;
  2. Creare una parziale apertura a senso unico alternato di via Santa Sofia, delimitandone la carreggiata con dei new jersey e lamiere protettive, onde evitare la condizione attuale che si arriva davanti alle transenne e non vi è alcuna indicazione su come proseguire;
  3. In caso di Chiusura totale di Via S. Sofia, creare una viabilità alternativa temporaneamente, invertendo il senso di marcia sulle vie Giacinto Romano, Roma e Santa Margherita, per favorire il transito sicuro delle auto che accedono al Centro Storico.

Su queste domande – prosegue la nota del comitato Centro Storico prendendo atto che nulla ancora si è fatto sia in termini di salvaguardia del complesso monumentale e sia sul piano della sicurezza e viabilità per i cittadini residenti – urgenti il Commissario si era impegnato a dare delle risposte in tempi brevi ai cittadini che vivono il disagio quotidiano per raggiungere le proprie abitazioni in piena sicurezza, ma fino ad oggi non si è visto e sentito nulla!

Il Coordinamento del Comitato Centro Storico, per quanto sopra evidenziato,  – concludendo – ritiene che non siano più ammissibili ritardi e inadempienze, pertanto richiama alle loro responsabilità:

  • Il Provveditorato Regionale all’Edilizia Penitenziaria, che non ha ancora avviato l’urgente messa in sicurezza del muro pericolante e non ha predisposto l’intervento di ricostruzione della torre saettiera crollata ben sei anni fa;
  • Il Comune di Eboli, che non ha ancora organizzato una viabilità alternativa, che pure è possibile, per accedere al Centro Storico, né a predisporre un intervento sostitutivo per ripristinare la viabilità in via Santa Sofia.
  • Le rappresentanze parlamentari del territorio, perché sollecitino il Ministero di Grazia e Giustizia, proprietario del Castello, e il Ministero dei beni culturali a porre in essere, per quanto di loro competenza, gli interventi di tutela e recupero delle strutture pericolanti e quelle già crollate.

Per come stanno le cose, ci dobbiamo solo rassegnare e ben presto rovineranno al suolo sia il muro di cinta del Castello che quel bellissimo pino secolare che sovrasta il Castello, fino a che lo stesso Castello medioevale vada giù. Facciamoci oggi qualche foto, poi in seguito le faremo sulle rovine ed è li che ereggeremo il monumento all’indifferenza Amministrativa e istituzionale. Che DIO li abbia in gloria.

Castello Colonna-Eboli

Eboli, 24 marzo 2021

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Assente in tutto, facciano un passo indietro i fan della prima ora, interessati per fini politici.
    Assenti anche i parlamentari che in 3 anni per Eboli di concreto cosa hanno prodotto?

  2. Ma perchè lo avete fatto solo adesso questo comitato? Il castello versa in questa situazione da anni. Adesso ve la prendete col commissario che è arrivato da qualche mese e non avete mai sollecitato la vecchia amministrazione. Fino a qualche mese fa la cosa non era una priorità perchè nessuno ne parlava ora improvvisamente vi siete svegliati. Meglio tardi che mai ovviamente , la causa è giusta e meritoria ma addossare le colpe di altri al commissario sta diventando una consuetudine come sul piano di zona . Forse non è sufficientemente chiaro perchè questo signore si trova qui .

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente