Eboli & Veleni: Luca Sgroia attacca il “rancoroso” Capaccio

Il leader locale del PD Sgroia si scaglia contro il comizio datato e rancoroso del candidato del Movimento5Stelle.

Motivo della reazione il comizio d’apertura di Damiano Capaccio, e il suo attaco al vetriolo contro PD, Italia Viva e il candidato Sindaco Antonio Cuomo. Lesa maesta? A stretto giro la risposta di Sgroia: ”Solo rancore, non ci faremo trascinare nella rissa!”

Luca Sgroia

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Candidati a sindaco e ruggini personali, rabbia o rancore? La questione infiamma la campagna elettorale di Eboli. La miccia, è stata accesa e poi è stata fatta detonare nel corso del primo comizio pubblico, tenuto ieri sera dal candidato del Movimento 5Stelle ed una lista Civica a forte connotazione di ex Comunisti “pratici” provenienti dal variegato mondo dei tanti Partiti eredi dello storico PCI-PDS-DS, Damiano Capaccio con una “orazione” pubblica, laddove in buona parte l’oggetto degli strali è stato l’attuale candidato del PD e I.V.,  l‘ex parlamentare Antonio Cuomo, suo principale competitor, sotto gli occhi “protettivi” e anch’essi rancorosi dell’ex Senatore e più volte parlamentare del PD Alfonso Andria, molto impegnato “iconicamente” a sostenere, ma solo con la sua presenza, i vari candidati in provincia avversari del PD, ovviamente per compensare la gratitudine verso il PD che lo ha più volte eletto e nominato in Parlamento e sostenuto come Presidente della Provincia, e semmai anche per marcare la distanza con i suoi “comparenti” che hanno candidato Sindaco Mario Conte, cugino caro di dell’On. Federico Conte. Rispetto a Corrado Martinangelo e Mimmo Volpe (PD) con il figlio Consigliere Regionale PSI, impegnato a sostenere a Eboli Giancarlo Presutto, ringraziati e citati da Capaccio, saranno a loro volta gli stessi a ringraziare, se per loro non è un imbarazzo.

Alle scintille ed agli stracci verbali di un’insolita calda domenica settembrina, solo perché il PD non ha voluto più condividere un percorso politico, che tra l’altro non avrebbe mai dovuto iniziare, ma che purtroppo ha fatto sulla spinta di alcuni che hanno prima scritto una lettera ad Enrico Letta e poi “brigato” con i consiglieri di De Luca, fino ad incontrarsi e poi “imporre” la candidatura a Sindaco di Capaccio.

Candidatura proposta e poi imposta non richiesta e candidatura per nulla accettata dalla base del Partito e contestata, procurando un fuggi fuggi generale verso Mario Conte e Antonio Cuomo, fino a che lo stesso PD, anche sbagliando non convocando una conferenza stampa e spiegarne le ragioni, ha inteso rompere quel sodalizio, ritenendo l’impostazione che si voleva imprimere, fosse troppo sbilaciata verso percorsi che riportavano al comunismo più estremo “ante” PDS-DS, come tra l’altro è anche apparso per esplicita dichiarazione dallo stesso Capaccio nel corso del suo comizio. 

Sede M5S-ex Democratici e Progressisti-ex LeU-Art1-ex

E così a rispondere a quell’attacco, non politico, ma livoroso,  in nome e per conto di Antonio Cuomo, è stato proprio Luca Sgroia, protagonista di quegli incontri nei quali si proponeva senza alcun confronto di base una candidatura, non offerta, ma proposta e poi imposta, è Sgroia non accettando il vilipendio coram populo, secondo la sua analisi, perpetrato da Damiano Capaccio in pubblica piazza risponde a tono al manipolo di vecchi ex comunisti che sembra gridino alla lesa maestà, ritenendosi portatori di un rinnovamento e di un cambiamento che si traduce nel cambiare le vetrine e le insegne ad una sede sovrapponendo in nemmeno due mesi tre sigle: Quella dei LeU-Art1, quella dei “Democratici e Progressisti“, quella ora del M5S; sede a suo tempo, neanche a farlo apposta di Forza Italia e di Damiano Cardiello. Una stratificazione impressionante. Un rinnovamento straordinario purtroppo comune a molti e forse legata proprio al tentativo di eliminare i partiti per favorire gruppi di persone e gruppi spregiudicati portatori di interessi vari, capaci di tutto pur di raggiungere i propri interessi. 

Più che tutta la vostra responsabilità, abbiamo sentito tutto il vostro rancore”: – questl’incipit di Luca Sgroia, presidente dell’azienda agricola sperimentale – regionale Improsta, ex vicepresidente del consiglio comunale e commissario del PD cittadino, che critica senza nominarlo, il candidato del Movimento 5 stelle e di una civica, “scaricato” dai democratici  poco prima delle presentazioni delle liste, perché a loro modo di vedere fosse poco attrezzato e prr le scelte peraltro controcorrente alla linea del Partito Democratico.

Una politica esclusivamente fondata sulla denigrazione e l’offesa dell’avversario, che diventa nemico del popolo. Ma è sui contenuti, su un racconto dirigista e ideologico che esalta e vuole riproporre le ricette degli anni ’90, che ci avete convinti ancora di più della nostra scelta, della svolta riformista che ha voluto imprimere il Partito Democratico sostenendo la candidatura a Sindaco di Antonio Cuomo. – Prosegue Sgroia ravvisando nel discorso di ieri sera di Damiano Capaccio, dettami politici desueti, antichi, vetero-comunisti, “lontani anni luce” da una visione moderna dell’amministrazione della Cosa Pubblica.

Luca Sgroia, a nome del PD e in vece di tutta la Coalizione che si rivede nel Programma e nella candidatura a Sindaco di Antonio Cuomo, con un auspicio circolare, affinché prevalga nelle ultime due settimane di campagna elettorale, la proposta sull’offesa, la progettualità contro le sterili e strumentali polemiche: Noi riteniamo che le risposte che questa Città attende vadano cercate nel presente e costruite nel futuro. Questo è l’impegno che continueremo a mettere in questa campagna elettorale, non facendoci trascinare nelle polemiche di chi vuole ridurre la politica a rissa”. 

Eboli, 20 settembre 2021

8 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente