Tribunale Sala Consilina: Proposta di Legge per accellerarne riapertura

Tribunale Sala Consilina, integrata la proposta di Legge Gaudiano e Matera per accelerarne la riapertura. 

Il presidente della Commissione Aree Interne Michele Cammarano (M5S): “I due testi non sono in contrasto e possono contribuire a restituire il presidio giudiziario alla comunità del Vallo di Diano”. 

Felicia Gaudiano-Michele Cammarano

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALA CONSILINA – “La proposta di legge alle Camere a firma del consigliere reginale Corrado Matera e sottoscritta da tutti i gruppi, compreso il Movimento 5 stelle, incardinata oggi in Commissione Affari Istituzionali e che punta alla riapertura del Tribunale di Sala Consilina, è un ulteriore passo avanti in una battaglia che, come Movimento 5 Stelle, portiamo avanti da anni. Un testo che segue quello già depositato in Senato, a prima firma della senatrice M5S Felicia Gaudiano, che mira a una riorganizzazione complessiva della geografia dei presidi giudiziari nel Paese, prevedendo l’apertura, tra gli altri, del Palazzo di Giustizia di Sala Consilina. Un’esigenza, quella di far rinascere un tribunale soppresso per effetto del decreto legislativo del 2012, che si fa sempre più pressante, alla luce dei disagi che da anni vivono cittadini e addetti ai lavori, costretti a emigrare fuori regione per raggiungere il tribunale di Lagonegro e vedersi riconosciuti i propri diritti o per poter svolgere la propria professione”. Così il presidente della Commissione speciale Aree Interne e consigliere regionale M5S Michele Cammarano, a margine dei lavori della Commissione regionale Affari Istituzionali.

Le due iniziative legislative non sono in contrasto tra loro, ma possono integrarsi. Quella governativa definisce, infatti, i criteri di finanziamento previsti dal Pnrr per la restituzione di presidi di giustizia sui territori che ne sono stati privati con la riforma del 2012. Quella incardinata oggi coinvolge le Regioni, che possono ripristinare i tribunali soppressi facendosi carico delle spese di gestione, manutenzione e vigilanza. Per questo proporrò di integrare i due testi, lavorando anche con il livello nazionale, così da accelerare l’iter e restituire alle comunità del Vallo di Diano un tribunale strategico sia per posizione geografica sia perché il diritto alla giustizia sia garantito in tempi adeguati a cittadini dell’intero comprensorio”.

Sala Consilina, 22 ottobre 2021

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente