Mamme boicottano la Dad alla Scuola “Romano” di Eboli

Emergenza covid. Le mamme boicottano la dad: Ed è caos all’Istituto Comprensivo “Giacinto Romano” di Eboli.

Le mamme anti-Dad accusano: “Basta, non siamo più d’accordo e non facciamo più collegare i nostri bambini, solo perché il corpo docente non riesce a organizzare temi e durata di lavoro e rifiutano di svolgere come stabilisce la legge altre attività per completare gli orari di lavoro”.

Scuola Media Romano Eboli

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – «Le mamme boicottano la dad: caos all’Istituto Comprensivo “Giacinto Romano” di Eboli». Questa è la notizia che ci giunge da un gruppo di mamme che ci ha chiesto di pubblicare su POLITICAdeMENTE, chiedendoci di mantenere anche il loro anonimato. Richiesta che rispettiamo e che accordiamo virgolettando e usando il corsivo, ma offrendo di contro, poiché non ci è stato possibile contattare chicchessia della parte sotto accusa da parte delle mamme, anche l’opportunità all’istituzione scolastica e alla dirigenza di eventuali chiarimenti o spiegazioni, che egualmente pubblicheremo.

«Esasperate e beffeggiate da una pessima gestione scolastica della situazione epidemiologica – si legge nella nota stampa che ci è pervenuta da un gruppo di mamme di alunni frequentanti l’Istituto Comprensivo “Giacinto Romano” – una intera classe stamattina, facendo valere i propri diritti, non tutelati ne’ dagli organi scolastici che dovrebbero rappresentare alunni e genitori ne dalla dirigenza dell’istituto inerme e perennemente in uno stato confusionale mentale e normativo, questa mattina dopo aver comunicato e protocollato la cristallizzazione della situazione tramite canali legali hanno disertato il collegamento telematico dei propri figli.

Dad

Siamo stanche che i nostri figli siano rimbalzati tra scarichi di responsabilità tra docenti, referenti covid e dirigente – proseguono le mamme – : nessuno prende posizione nessuno sa niente…. Comunicazioni che non arrivano e se arrivano vengono inviate senza date , senza un senso logico in tarda ora e che mettono a disagio intere famiglie.

Un continuo scarico di responsabilità agli organi sanitari che non svolgono il loro compito…. – aggiungono ancora le mamme – Questo quanto si apprende da indiscrezioni tra i corridoi dell’istituto che continua a pretendere orari lunghi per bambini anche delle prime Classi della scuola primaria. Collegamenti fiume ben oltre le ore stabilite dalla legge…. Basta non siamo più d’accordo e non facciamo più collegare i nostri bambini; bambini che scoppiano in lacrime dopo tante ore di collegamento non possono subire anche questo solo perché il corpo docente non riesce a organizzare temi e durata di lavoro e rifiutano di svolgere come stabilisce la legge altre attività per completare gli orari di lavoro. – concludono le mamme – Raggiunto il tetto massimo la classe rientrerà in presenza lunedì quando già si prospetta una nuova Battaglia da affrontare per le modalità prescritte difformi tra quello che dice la Legge e quello che sostiene la dirigente».

Eboli, 27 gennaio 2022

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente