Pontecagnano I consiglieri PD sul Bilancio scrivono alla Corte dei Conti

PONTECAGNANO – Riceviamo e volentieri pubblichiamo il Comunicato Stampa che segue del Partito Democratico, che annuncia sprechi, irregolarità ed illeciti contenuti nel bilancio.

Qui di seguito si riporta il testo integrale della lettera inviata alla Corte dei Conti a firma dei consiglieri Comunali del PD.

…………..  …  ………….

COMUNICATO STAMPA DEL 31 LUGLIO 2010

DENUNCIATE ALLA CORTE DEI CONTI LE IRREGOLARITA’ DEL BILANCIO COMUNALE 2010

Ernesto Sica

Stamane, su iniziativa fortemente voluta dai consiglieri comunali del partito Giuseppe Lanzara, Francesco Longo, Vincenzo Sabatino ed Enrico Vergato, è stato inviato un esposto alla Corte dei conti di Napoli.

Oggetto del documento è l’approvazione del bilancio 2010 del comune di Pontecagnano Faiano ad opera dell’amministrazione retta dal Sindaco Ernesto Sica.

All’interno della nota si denuncia la presenza “di irregolarità e di illeciti disciplinari sia sotto il profilo formale che sostanziale, nonché gli sprechi di risorse compiuti dal comune di Pontecagnano Faiano”.

A seguito dell’elencazione di tali anomalie, si richiede un intervento della Corte dei Conti “perché voglia evitare che la città di Pontecagnano Faiano paghi per una Amministrazione imprudente ed incapace”.

Tra i firmatari del documento non rientra il nome del consigliere comunale Lorella Sabbatino per una mera questione temporale: l’ingresso dell’esponente del Pd nella massima assise cittadina è avvenuto, infatti, solo successivamente all’approvazione del bilancio oggetto della contestazione.

Il consigliere comunale Lorella Sabbatino rende nota la sua piena approvazione di questa iniziativa, a riprova della compattezza e dell’unione del gruppo consiliare del Partito Democratico locale.

……………………………

alla onorevole Corte dei Conti
via Piedigrotta n. 63 – Napoli
e p.c.    al Collegio dei Revisori dei Conti
di Pontecagnano Faiano
e p.c.    al Sindaco
di Pontecagnano

Oggetto: Bilancio di previsione anno 2010, Comune di Pontecagnano Faiano (Salerno)

Egregi Signori,

il 29 aprile scorso, il Consiglio Comunale di Pontecagnano Faiano ha approvato, a maggioranza, il bilancio di previsione per l’anno 2010. (E’ allegata la relativa deliberazione).

Al riguardo, i sottoscritti consiglieri comunali del Partito Democratico segnalano Loro le irregolarità e gli illeciti disciplinari sia sotto il profilo formale che sostanziale nonché gli sprechi di risorse compiuti dall’ente suddetto, come si evince dai seguenti documenti allegati:

-A) Analisi e valutazioni del Servizio ragioneria e finanze del Comune di Pontecagnano Faiano, in data 2 febbraio 2010;
-B) Relazione-parere al bilancio di previsione anno 2010 del Servizio ragioneria e finanze del Comune di Pontecagnano Faiano;
-C) Parere del Collegio dei revisori dei conti del Comune di Pontecagnano Faiano sul bilancio di previsione anno 2010.

Premesso che il Comune suddetto ha circa 25.000 abitanti e che l’ammontare del bilancio in questione è di circa 27.600.000,00 euro, i sottoscritti evidenziano quanto segue.

A pagina 22 dell’allegato C (parere dei Revisori), a proposito delle spese per incarichi di collaborazione autonoma, i Revisori affermano: ”L’ente non pubblica regolarmente nel sito istituzionale i provvedimenti di incarico con l’indicazione dei soggetti percettori, della ragione dell’incarico e del compenso. Il Collegio invita l’Amministrazione a colmare tali lacune, precisando che la mancata pubblicazione costituisce illecito disciplinare e determina illecito disciplinare.”

Nel seguito della stessa pagina, circa le spese di funzionamento, i Revisori invitano l’ente al contenimento delle spese, “in particolare ai consumi elettrici e telefonici e alle spese di esercizio degli automezzi, al fine di evitare sprechi di risorse.”

Per lo stesso motivo – spese di funzionamento, consumi elettrici e telefonici, sprechi di risorse – nell’analisi del Servizio ragioneria (allegato A), si consiglia a pagina 14 “..una maggiore responsabilizzazione dei dipendenti tutti per evitare sprechi di risorse, con conseguenti..eventuali responsabilità per danni erariali.” Nella stessa relazione, a pagina 17, si suggerisce “..l’introduzione del controllo di gestione per evitare sprechi.”

Nel bilancio di previsione (allegato B, pagina 17) mentre le spese correnti sono complessivamente diminuite rispetto all’anno 2009, “la spesa di personale ha un incremento…al netto della flessione del monte spesa per turnover”; nonostante che nell’analisi del Servizio ragioneria (allegato A, pagina 11) venga ricordato che “la spesa in esame [del personale] deve..essere ridotta rispetto a quella dell’anno precedente..”.

I sottoscritti fanno inoltre presente: – che l’Amministrazione di questo Comune ha un indebitamento crescente (allegato C, pagina 25) rapporto debito/entrate del 48,9% nell’anno 2009, del 71,9% nell’anno 2010; – che la copertura finanziaria per il bilancio 2010 (allegato B, pagina 22) viene ottenuta anche tramite la vendita di beni patrimoniali per circa 2.800.000,00 euro e l’accensione di prestiti bancari per circa 2.800.000,00 euro; – che intanto (allegato A, pagina 6) “Alla data della presente [2 febbraio 2010] dei ruoli Tarsu relativi alle entrate di competenza degli esercizi sopra elencati [dall’anno 2000 all’anno 2008] risultano ancora da incassare [da questo Comune] importi per complessivi euro 7.315.276,23 di cui euro 5.148.048,29 in c/residui ed euro 2.167.227,94 in c/competenza…….evidenti sono le conseguenze negative sul consolidamento dei residui attivi, generate dalla inattività delle procedure di riscossione coattiva.”   Nello stesso allegato A, alle pagine 22 e 23, il Servizio ragioneria, che nella sua relazione in data 2.2.2010 si rivolge al Sindaco, all’Assessore al bilancio ed ai Revisori dei conti, paventa il rischio di eventuali “condizioni di deficitarietà strutturale” e conclude invitando “il Collegio dei  Revisori dei Conti a pronunciarsi affinché l’Amministrazione comprenda l’evidente significato della presente relazione”.

Egregi Signori,

i sottoscritti si rivolgono a Loro perché vogliano intervenire ad evitare che la Città di Pontecagnano Faiano paghi per una Amministrazione imprudente ed incapace.

Con osservanza.

Pontecagnano Faiano, lì 29 luglio 2010

I consiglieri comunali del Partito Democratico

Lanzara Giuseppe
Longo Francesco
Sabatino Vincenzo
Vergato Enrico

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente