La Fials denuncia: Criticità all’UO di Medicina del P.0. di Battipaglia

È Carlo Lopopolo della Segreteria Provinciale Fials Salerno a lanciare l’allarme per le carenze gravi all’Ospedale di Battipaglia

Ospedale di Battipaglia – ingresso

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – «Quella che stiamo vivendo all’UOC Medicina lnterna è un vero e proprio dramma, una criticità che si avverte in tutte le U.O. del nosocomio battipagliese, una carenza così grave a cui gli operatori stessi non riescono più  a far  fronte. – scrive allarmato Carlo Lopopolo della Segreteria Provinciale Fials Salerno in una nota inviata alla Direzione Strategica dell’ASL Salerno a quello del PO di Battipaglia, al Sindaco e a altri enti territoriali competenti – Questa perché le Direzioni Presidiali obbligano i lavoratori a continui rientri su riposi o doppi turni, avvalendosi di coloro che si identificano in “Referenti lnfermieristici” Presidiali per impartire i cosiddetti “ordine di servizio”.

Una situazione angosciosa, con infermieri costretti a lavorare 24 ore, prolungamenti di orario dopa la notte causa mancato cambio, questo si vive giornalmente in questo Presidio. 

Tutto, ovviamente, in spregio alla normativa vigente in materia di orario di lavoro. 

Quella che stiamo assistendo in medicina, in realtà, e l’ennesima richiesta di aiuto da parte degli operatori e dallo stesso Primario (nota 26/04/22) ormai, impossibilitati, a garantire i Livelli Essenziali di Assistenza. – prosegue Lopopolo – Doppi turni, rientri sul giorno di riposo, accumulo di lavoro straordinario, difficolta di fruire di ferie, permessi e aspettative. È una situazione al limite del sostenibile. – Che aggiunge – Gli operatori sono allo stremo, l’intero ospedale al collasso, mentre ci si accinge a fronteggiare I ‘ennesimo sforzo con le solite, tanto care e famose “isorisorse”. 

Carlo Lopopolo

Infine, l’ultima trovata “assurda”: la comunicazione della turistica del mese corrente tramite un gruppo WhatsApp, senza firma alcuna di un Responsabile, insomma, nella piena incertezza più totale, considerato che  ad  oggi cosi come indicato dal Primario, il  Coordinatore  lnfermieristico è assente e prossimo  al collocamento in quiescenza dal 01/06/2022. – Prosegue ancora il sindacalista della FialsPertanto per i motivi sopra elencati, per le numerose note prive di risposta, la scrivente O.S. Fials chiede alla Direzione Territoriale del Lavoro (DTL) un intervento immediato, per quanta di sua competenza, a causa delle innumerevoli violazioni legali e contrattuali paste in essere e perpetrate a danno e pericolo di tutti i lavoratori dell’ Azienda. 

Nel merito, gli operatori afferenti alla U.O.C. di Medicina  lnterna  del P.O.  di Battipaglia lamentano un carico di lavoro eccessivo (potenziali violazioni della DLG 81/2008) una turnazione in cui viene programmato il lavoro straordinario (violazione art.34 CCNL 7.4.99 ora art.31 CCNL 21.5.2018) rientri sul giorno di riposo, difficolta ad usufruire di ferie e permessi, operatori adibiti a mansioni diverse rispetto al profilo professionale di appartenenza e dulcis in fundo violazioni della normativa sull’orario di lavoro (L. 66/2003). 

Di fatto siamo seriamente  preoccupati per  la  qualita  delle prestazioni assistenziali  a favore della cittadinanza, vista la rilevanza strategica della U.O. succitatasu tutta l’area di competenza. 

L’orario di  lavoro e generalmente di  36 ore settimanali secondo il CCNL vigente, ma  per legge il superamento della media di 48 ore settimanali porta alla sanzione, cosl come ii mancato riposo giornaliero di 11 ore nell’arco di 24 ore per ii lavoratore o il mancato riposo settimanale di 24 ore ogni 7 giorni. Queste violazioni portano alle sanzioni che vedremo, le quali sono diverse e dipendono anche dal periodo di violazione, in quanta la sanzione e stata raddoppiata per le violazioni dopo la data del 24 dicembre 2013. 

La normativa definisce che per tali violazioni (di cui chiediamo l’accertamento e l’irrogazione delle sanzioni) ……omissis…… Le sanzioni amministrative sono irrogate ai datori di lavoro che violano, anche ripetutamente, i limiti imposti dalla legge riguardo al superamento dei limiti della durata media dell’orario di lavoro, e dei riposi giornalieri e settimanali introdotti dal Decreto Legislativo n. 66 del 2003. – Conclude Carlo Lopopolo della Segreteria Provinciale Fials Salerno chiedendo un intervento immediato sulle criticità esposte – Ovviamente, tali situazioni sono oggettivamente riscontrabili in tutte le U.O. afferenti al P.O. di Battipaglia, considerato che tale carenza di personale infermieristico e socio sanitario sta rendendo pressoché impossibile garantire i Lea e permettere agli operatori di lavorare in sicurezza. 

sp 88-2022 (1)

Battipaglia, 4 maggio 2022

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente