“Il futuro della democrazia. Il coraggio nella Politica”: Incontro dibattito a Battipaglia

13 maggio, ore 19,00, Sala Conferenze “Vicinanza”, Comune di Battipaglia incontro-dibattito “Il futuro della democrazia. Il coraggio nella Politica

Con questo secondo incontro l’Associazione “Liberi di Educare” in collaborazione con “Fare Digitale” vuole guardare al futuro della democrazia e al coraggio che serve per poterla portare avanti, da parte della politica, ma non solo

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Si svolgerà venerdì 13 maggio alle ore 19,00 presso la Sala delle Conferenze “D. Vicinanza” del Palazzo di Città di Battipaglia il secondo incontro del ciclo “Imparare a Governare” promosso dall’Associazione “Liberi di Educare” in collaborazione con “Fare Digitale” ed il Patrocinio del Comune di Battipaglia.

Con questo secondo incontro vogliamo guardare al futuro. – si legge nella nota stampa degli organizzatori – Al futuro della democrazia e al coraggio che serve per poterla portare avanti, da parte della politica, ma non solo.

La politica è un aspetto fondamentale della vita degli uomini e noi che sappiamo che la politica è parte dell’esperienza umana vogliamo che anche lì si esprima la parola coraggio: il coraggio della politica, che è il coraggio di ciascuno di noi.

La democrazia è criticata dove c’è ed è desiderata dove non c’è. Come mai accade questo?

Avrà la democrazia la capacità, nei prossimi decenni, di dimostrarsi un sistema di governo ancora sostenibile?

La civiltà digitale e la globalizzazione mettono a rischio la libertà dell’io, un io che vive di omologazione in universi iper-individualizzati. Viene così meno la struttura fondante dei processi democratici, che è trama di relazioni tra la persona, le sue aggregazioni, il popolo sovrano e i detentori del potere. Voti in rete, democrazia diretta e digitale ma elitaria, ricerca esasperata del consenso mirano a deteriorare non solo i fondamenti ma anche i meccanismi della democrazia, riducendo l’io ad un “votante” e la politica a un’arte della manipolazione e della gestione del consenso. Come ridare respiro ad una democrazia anestetizzata? 

Da questo scenario sorgono domande che non si possono evitare. – prosegue la nota – Per questo sarà un incontro dialogato, soprattutto con i giovani che si vorranno coinvolgere in questa iniziativa, perché come diceva Plutarco: “I ragazzi non sono vasi da riempire ma fuochi da accendere”.

I giovani e le persone presenti discuteranno non solo con autorevoli studiosi (Lorenza Violini e Gabriele Granato), ma si confronteranno anche con la giovane Sindaca del Comune di Lallio, in provincia di Bergamo (Sara Peruzzini) originaria di Bellizzi ed una Consigliera Comunale da anni impegnata nell’associazionismo e nel sociale (Angela Ventriglia). 

L’incontro sarà coordinato da Lorenzo Forlano da tempo impegnato a far decollare e dare vita al Forum dei Giovani, perché le generazioni oggi giovanissime stanno vivendo e vivranno più salti di tecnologie, più mutamenti tecnologici. Questo vuol dire che avremo bisogno non più solo di menti erudite, ma anche di menti agili, intelligenze dinamiche, adeguate alla velocità delle innovazioni. E lavorare in questo senso vuol dire lavorare anche perché la democrazia del futuro sia forte. Non bisogna inseguire nessuna nostalgia per il passato, ma guardare con attenzione quello che ci sta davanti, ridiscutere i grandi valori della democrazia per difenderli, attualizzandoli nel mondo attuale. Guardare al futuro di cui i cambiamenti in atto tratteggiano i connotati.

LORENZA VIOLINI 

Professoressa ordinaria di Diritto Costituzionale e di Diritto Pubblico Comparato presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano. Presso tale università presiede il Comitato Unico di Garanzia (CUG) e partecipa al Collegio Didattico della Laurea Magistrale in Law and Sustainable Development e del Dottorato Internazionale Law Ethics and Economics for Sustainable Development. E’ membro del Comitato Etico e di Etica della ricerca del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) ed è stata membro della Commissione per le Riforme Istituzionali nominata dal Presidente Napolitano (Comitato dei Saggi). Ha fatto parte del Management Board della Fundamental Rights Agency dell’Unione europea.
Ha scritto sui principali temi afferenti al Diritto Costituzionale sia in prospettiva interna sia sul piano della comparazione. Ha di recente approfondito il tema dell’attuazione dell’art. 116, III comma nell’ottica della differenziazione tra le Regioni ordinarie. Ha pubblicato, da ultimo, “Una forma di Stato a regionalismo differenziato”. Ha partecipato come relatrice e moderatrice a molteplici incontri al “Meeting per l’amicizia fra i popoli” che si svolge a Rimini ogni anno dal 1980.

Gabriele Granato, appassionato alle tematiche economiche e sociali fin da quando era giovane liceale, ha continuato a coltivare la voglia di comprendere le dinamiche che muovono il mondo e studiare la cultura d’impresa. Ama tutto ciò che riesce a migliorare la vita delle persone e crede fortemente nel digitale come leva di sviluppo equo e sostenibile.

Il suo lavoro ruota interamente attorno al digitale: nel 2012 ha fondato la 3d0, digital factory specializzata in soluzioni IT, sviluppo e comunicazione digitale. Ricopre il ruolo di responsabile marketing & digital per varie istituzioni culturali e museali. Svolge docenze presso università ed enti privati relativamente alle tematiche inerenti la trasformazione, la cultura e l’alfabetizzazione digitale.
Negli ultimi anni ha incontrato centinaia di giovani studenti sul tema della “cultura digitale”. 

Da ottobre 2020 è il Presidente di Fare Digitale, associazione che si pone l’obiettivo di valorizzare e promuovere la diffusione della cultura digitale in Italia. Fare Digitale crede nella diffusione consapevole delle tecnologie digitali in tutti i settori della vita pubblica e privata, così da essere una leva fondamentale per lo sviluppo economico, culturale e sociale del Paese.

Sara Peruzzini

E’ originaria di Bellizzi, figlia dell’artista Pio Peruzzini, e vive in Lombardia da 17 anni, da 2 anni è il Sindaco della Città di Lallio in provincia di Bergamo, dopo aver rivestito, per cinque anni, il ruolo di Assessore alla Cultura. Ha costituito come socio fondatore l’Associazione Genitori Lallio divenendone presidente. 

Si è laureata in Conservazione dei Beni Culturali, Indirizzo Beni Storico – Artistici, presso l’Istituto Universitario ”Suor Orsola Benincasa” di Napoli.

Battipaglia, 11 maggio 2022

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente