Un Referendum consultivo sul distributore di Benzina

Un referendum consultivo per coinvolgere i cittadini sul distributore di carburante autorizzato dal Comune di Battipaglia in via Domodossola. 

L’appello è rivolto a tutte le forze sociali e politiche del territorio, comprese quelle di maggioranza. L’obiettivo è quello di raccogliere 1000 firme, o che la sottoscrivono i 2/3 dei Consiglieri. Intanto oltre a PD, PSI e Costituzione Viva”, “Azione” e “Futuro Anteriore” si sono aggiunte anche le Associazioni Legambiente, e il comitato “Prima Battipaglia”. 

Referendum consultivo-Conferenza stampa 30 giugno 2022

POLITICAdeMENTE

BATTIPAGLIA“Un Referendum consultivo per interrogare la cittadinanza battipagliese in merito alla realizzazione di un nuovo distributore di carburante nel cuore del centro urbano. Appello anche alle forze di maggioranza“. Questo è quello che hanno deciso questa mattina, presso la sala conferenze del Comune di Battipaglia, i rappresentanti del Partito Democratico e del Partito Socialista, a margine di una conferenza stampa congiunta al fianco delle associazioni locali “Costituzione Viva”, “Azione” e “Futuro Anteriore”., appositamente convocata.

Un referendum consultivo sulla pompa di benzina che dovrà sorgere nei pressi del liceo “Medi”: è questa l’ultima idea, in ordine cronologico, per interpellare direttamente i cittadini battipagliesi e ridare centralità al loro ruolo.

L’appello è rivolto a tutte le forze sociali e politiche del territorio, comprese quelle di maggioranza: «Abbiamo sin da subito preso una posizione chiara e netta: non vogliamo questo distributore di benzina – afferma Alessio Cairone (Psi) -. Per dare via al referendum è necessario raccogliere 1.000 firme oppure che i 2/3 dei consiglieri comunali firmino. Noi puntiamo a questo: faremo leva sui colleghi di maggioranza». Luciano Ceriello, di “Costituzione Viva”, ha aggiunto: «Il referendum rimane l’unico strumento per dare voce ai cittadini. Ci lascia basiti la volontà dell’amministrazione di realizzare un’opera ingiustificabile e dannosa. Continuiamo a vedere solo interessi di parte e non collettivi». Il segretario dei Dem, AnnaRaviele, ha invece evidenziato la necessità «di riportare al centro i cittadini. In queste settimane abbiamo ragionato principalmente su una cosa: la discussione non può limitarsi al Palazzo. Ecco perché un Referendum comunale è uno strumento valido. E l’appello ai consiglieri a sposare la causa sarebbe un gran bel gesto di responsabilità, e un messaggio chiaro a tutti i battipagliesi».

Pure “Azione” ha aderito all’iniziativa: «Si tratta di un progetto anacronistico – spiega Vincenzo Cennamo perché tra pochi anni i distributori di benzina sono destinati a sparire per far spazio all’elettrico. Noi firmeremo per il tema, non per i giochi di maggioranza e opposizione».

Intanto l’iniziativa ha incassato già l’endorsement delle associazioni sopracitate, di Legambiente, del comitato “Prima Battipaglia” e della quasi totalità dei consiglieri comunali di opposizione.

Battipaglia, 1 luglio 2022

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente