L'inchiesta di Napoli: si cambi la Legge, meno potere a Sindaci e Giunte

Napoli – Se qualcuno, facendo dimettere Rosa Russo Jervolino dalla carica di Sindaco di Napoli, azzerando tutto e andando al voto, pensa di aver risolto il problema del malaffare e della corruzione a Napoli, si sbaglia di grosso. Se i partiti del Centro-destra pensano di conquistare il Comune, intravedendo una vittoria sicura e un tracollo senza eguali nelle storia del Centro-Sinistra, si sbagliano lo stesso. Sollevare una questione morale senza analizzarne il substrato in cui si opera, è come fare il bagno nella pece e pretendere di non sporcarsi. La Jervolino, nella sua caparbietà, continua ad ostinarsi ad andare avanti, ricordandoci le sue mani pulite, ma ignorando il contesto. L’affare “global service” è solo uno dei tanti punti critici di un sistema che fonda le sue radici sulla criticità di un impianto legislativo, che ha conferito poteri eccezionali agli Enti locali (Comuni, Province, Regioni), i quali poteri, proiettati sul territorio, incontrano, si scontrano e si mischiano con interessi paralleli, non sempre basati sulla legalità e anzi spesso legati alla criminalità organizzata. Per assurdo, Rosa Russo Jervolino è, nello stesso tempo, colpevole e innocente. Colpevole perché non ha vigilato bene sugli atti e non si è avveduta dei movimenti che accadevano intorno a lei; innocente perché, pur essendo responsabile e presente nel corpo della delibera non ha partecipato, come sostengono gli inquirenti, al disegno criminoso, che non si è realizzato solo perché vi è stato il sentore dell’intervento della magistratura, ma che comunque poteva realizzarsi in quanto era comunque finalizzato ad una attività criminosa. L’imprenditore Romeo, gli Assessori Di Mezzo e Laudaddio; gli ex Assessori Cardillo e Gambale; il più sfortunato suicida Nugnes e il resto delle 13 persone interessate dalle misure cautelari, hanno solo utilizzato una “pratica” consueta in tutte le Amministrazioni Comunali, di Città piccole o grandi: quella di spese non previste e quindi senza copertura finanziaria, che comunque seguono scorciatoie particolari e vengono poi liquidate, sottraendo fondi ad altri, arrecando un danno ai cittadini, alle finanze del comune e all’Erario. Invece di esultare e spingere il Ministro dell’interno Maroni a sciogliere il Consiglio Comunale di Napoli, sarebbe il caso di pensare alla modifica della Legge per la elezione diretta del Sindaco e del Presidente della Provincia, attribuendo loro meno poteri, conferendone di più alle assemblee elettive (Consigli Comunali e Provinciali), prevedendo appositi organismi con la funzione del controllo degli atti. Il problema è legislativo, è di costume, è morale

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Esimio Assessore Regionale alla Sanità

    Da qualche tempo non le scrivo, perché impegnato dalla Politica Nazionale e da alcuni pseudo giornalisti del “Il Mattino”.
    In momenti di spartizione partitica e personale della Sanità, non potevo estraniarmi dallo scriverle
    Lei si ritiene all’altezza di comprendere cosa è la Sanità negli altri Paesi, tirando in ballo gli Stati Uniti d’America, invece di guardare agli esempi positivi di altre Regioni Italiane e di altri Stati Europei. Dove stava quando fu fatta la legge Sanitaria Italiana, uguale per tutti, nel rispetto della Costituzione?
    Le avevo consigliato di vigilare sulle ASL, dove i suoi stimati Direttori Generali, (falliti professionisti e trombati politici) forniti di regolare tessera d’appartenenza parrocchiale, Amministrano la Sanità come una giostra volante (Calci in culo).
    • Quello dell’ASL/NA 2, già noto alla cronaca, non ha risposto alla mia richiesta d’informazioni sulla gara di Bonifica Igienico Sanitaria. Volevo sapere se era stata affidata a D’Orta + M.D., come da mio pronostico.
    • Quello dell’ASL/ NA 1, che non controlla la spesa, affidandosi al diligente e………….. Dirigente Servizio Provveditorato, non ha risposto alle mie richieste sugli acquisti dei Presidi Medico Chirurgici, operati solo ed esclusivamente presso Noti Fornitori (vedi mia mail, trasmessa anche a Lei).
    • Quello dell’ASL/SA 2, bancarottiere Sanitario, già portaborse dei cari defunti Socialisti, il Senatore Dott. Nicola Trotta ed il Dott. Corrado Vecchio; Già Sindaco di Postiglione, quale premio di fedeltà; Già Direttore Sanitario dell’Ospedale di Polla, per meriti Politici ed ora, Direttore Generale, dopo aver fatto il salto della Quaglia, passando da Socialista (?) a Mastelliano. Questo grande Manager (dove ha studiato tale scienza? In una Corsia Ospedaliera?) omette, dal giorno della sua nomina, (Omissione d’Atti d’Ufficio, mancata Prevenzione Sanitaria) di provvedere direttamente alla Bonifica Igienico Sanitaria, demandandola, invece, agli ignari Sindaci (Vedi mie lettere indirizzate a Lei al Sindaco di Salerno, al Sindaco di Eboli, al Direttore Generale.) Non me ne voglia, l’avevo avvisata infinite volte, senza alcun ascolto.
    • Quello dell’Asl/SA 3, unitamente al Dott. Tafuri ed al ben noto mariolo, il Dott. Claudio Furcolo (amico suo, di De Mita e di Valiante) ed altri, è sotto inchiesta della Procura Penale del Tribunale di Vallo della Lucania, come appreso leggendo il Corriere della Sera del 25/10/08. Le avevo consigliato di inviare una Commissione, per indagare su alcuni misfatti. Non ha ascoltato il consiglio di uno che ne sa più di Lei (presuntuoso?). Non credo, Lei ben sapeva che avevo ragione, si è astenuto solo per riverenza verso il Vice Governatore, Boss della zona, consapevole a sua volta e compartecipe di tutto. Dica al suo amico Valiante, De Mitiano di vecchia data, che ha contribuito, con la sua politica clientelare e………., allo sfascio, non solo della Sanità, ma dell’intera Regione. Da buon paesano e provinciale, Valiante è riuscito, in tutto questo sfascio, in modo campanilistico, a ben sistemare (?) la Sanità della sua piccola zona d’influenza politica (?), dove elegge, consiglieri Provinciali e Sindaci, suoi parenti stretti, collaterali, ascendenti e discendenti. Questo è il Vice Presidente di una delle più grandi Regioni, impostovi dal ben noto amico di Camorristi Napoletani. (Vedi lettera allegata.) Questi personaggi hanno il coraggio di rilasciare interviste ai servili Giornalisti del “IL Mattino”, del “Corriere del Mezzogiorno” e della “Città”.

    • Quello dell’ASL/SA 1, trasferito, per non licenziarlo, dall’ASL di Castellammare, per sostituire (ultimamente avete, su richiesta del PD, tentato di pensionarlo e sostituito con quello di Castellammare, ma l’intervento del suo e di lui protettore, il Marchese di Nuschia, tutto è stato sospeso) il ricco e nobile Dott. Ferraioli, il quale, già bravo Anestesista Ospedaliero e di Cliniche Private, dopo aver Amministrato l’ASL 54 di Cava dei Tirreni ( clienteralmente ed affaristicamente collaborato da un lardoso Direttore Amministrativo, trasferito a sua volta all’USL di Castellammare, dove aveva continuato la sua meritevole attività di amico degli amici pagatori) aveva sostituito un certo famoso poliedrico delinquente ed unico feroce Politico Camorrista ( assicurato alla legge grazie ai solerti ed abili Pubblici Giustizialisti) della provincia di Salerno (il sottoscritto) all’USL di Salerno e che ora Dirige, da fedele tesserato, un altro inventato Carrozzone Sanitario, al servizio dell’ottimo Podestà De Luca che, a sua volta, era stato Vice Sindaco del caro e valoroso Compagno Socialista, Vincenzo Giordano, (fatto Prigioniero, al par mio, dai soliti e solerti Pubblici Giustizialisti Salernitani) dal quale aveva imparato come si Amministra con lungimiranza e managerialità una Città, dopo aver studiato, a distanza, presso l’Alta Facoltà di Scienze Politiche ed Amministrative dell’Università Politica di Eboli (Ministri, Vice Ministri, Sottosegretari, Senatori, Deputati, Euro parlamentari, Vice Presidenti ed Assessori Regionali, Consiglieri Regionali e Provinciali, Sindaci d’Avanguardia, Presidenti ed Amministratori di Strutture Sanitarie Pubbliche Regionali, Presidenti di Strutture Pubbliche Provinciali). Il Dott. Ferraioli (che carriera!) s’interessa anche dei controlli delle Strutture Sanitarie Convenzionante della provincia di Salerno (guai agli amici di Bassolino), per la sua maturata esperienza quale socio occulto di Cliniche e Centri di Diagnostica per Immagini. E’ tale la sua riconosciuta capacità Manageriale (dove ha studiato tale scienza? In Sala Operatoria?) che, dopo aver consigliato come sprofondare l’Ospedale di Eboli (Esempio Storico della Sanità Pubblica e Privata), ora vuol ridimensionare anche il Campolongo Hospital, gioiello ed esempio, in tutta Italia, di Struttura Sanitaria Convenzionala di alta Professionalità, creando centinaia di disoccupati Ebolitani, per realizzare al Da Procida di Salerno (da mia programmazione, quale Amministratore Straordinario, doveva diventare un moderno Centro Oncologico, con un Bacino d’utenza che da Salerno avrebbe coperto una vasta zona Interprovinciale ed Interregionale) una struttura di Riabilitazione Sanitaria Pubblica, con la conseguente assunzione di parenti ed amici dei Politici (?) locali, appesantendo ulteriormente le sbancate Casse Regionali.
    Povera Sanità Pubblica Salernitana, dove sono finiti i finanziamenti già stanziati, per la realizzazione ad Eboli di un grande centro Ospedaliero per l’Infanzia, al pari del Bambino Gesù di Roma? (Vedi Storia Politica dell’illuminato Ministro Carmelo Conte) Povero Direttore Generale, trasferito da Castellammare, dove aveva operato con immensa e cristallina trasparenza (vedi appalti procrastinati illimitatamente), si sta barcamenando, pur non conoscendo le problematiche della zona, per eseguire i suoi maniacali ordini di riassetto territoriale. Lei, quale unico responsabile della catastrofica e fallimentare Sanità Regionale, dovrebbe dimettersi, anche in considerazione che le hanno appioppato due Tudor, per evitarle di continuare a fare disastri.
    Poveri cittadini, ora hanno anche interrotto la Diagnostica Convenzionata, l’unica ancora di salvezza per evitare la lunghissima attesa della Diagnostica Ospedaliera. Immaginatevi l’assalto ai Pronto Soccorso, con notevole altro aggravio di spese e di inefficienza. Il grande (fisicamente) Direttore Sanitario del Nosocomio di Eboli ha dovuto rafforzato la struttura d’urgenza, impegnando, in modo clientelare, Primari ed Aiuti di importanti reparti di diagnosi e cura.
    Lei dovrebbe eliminare (battendo, almeno una volta in positivo, un altro record Personale), tutti i Direttori Generali, sia delle ASL e sia delle Aziende Ospedaliere, i Direttori Sanitari ed Amministrativi di tutti Gli Ospedali e strutture Sanitarie Territoriali, sostituendoli, part time a rotazione annuale, con i più meritevoli e capaci Medici ed Operatori Amministrativi, già operanti nelle varie strutture, facendoli guidare e controllare, fornendo loro un preciso badget, da un Responsabile (vero Manager, senza tessera d’appartenenza alla parrocchia) per ogni provincia, il quale, però, dovrebbe stare, a sua volta, in stretto e diretto contatto con Lei.
    Con quali Professori di Strategia Politica Sanitaria, ha elaborato il Progetto del Riassetto Territoriale della Sanità Regionale ed, in particolare, di quella Salernitana? La faida personale, tra Bassolino e De Luca (affermato Grande Podestà ), continua incessantemente, con notevoli danni per la nostra provincia. Ancora non ha compreso che la Politica clientelare porta (la Storia insegna) allo sfascio e non al progresso?
    Che cosa aspettano i NeoPodestà ? < di € 100.000,00 anno)*, ed altri Dirigenti part-time. Ora esiste anche il Difensore Civico (> di € 60.000 anno), che difende i cazzi del Podestà e non dei cittadini.
    Tutte le somme donate a queste figure, unitamente alla remunerazione dei Sindaci, dei Presidenti dei Consigli Comunali, degli Assessori, dei Presidenti delle Commissioni e dei Componenti dei vari Consigli di Amministrazioni delle più svariate Municipalizzate e Consorzi, rappresentano un notevole aggravio per le Finanze Comunali.
    Oltre ai liberi Pubblici Giustizialisti, abbiamo anche i liberi Sindaci Podestà e Commissari di Polizia.
    Questo è il Neo Fascismo, voluto da Sinistra e da Destra.
    *Il Direttore Generale di una piccola Cittadina del Nord –Italia, percepisce una parcella annuale di > € 300.000.00 >>.
    Cosa aspettano i Politi Salernitani, il Dott. Ravera (Demitiano ed intimo amico del ben noto alla cronaca Giudiziaria, Dott. Claudio Furcolo) e tutti i suoi colleghi? Perché non intervengono? Hanno dimenticato le barricate anti De Mitiane, erette dal popolo Ebolitano, per opporsi al furto della Fiat, operato dal Boss Avellinese?
    <>.
    Per l’ennesima volta, sollecito l’On. Ministro, a Commissariare la Sanità Campana, per evitarne il totale fallimento, di cui si sta rendendo complice.

    “Se mi ammazzano, saprai anche tu i motivi”.

    p.c. Ministro della Salute
    p.c. Presidente Giunta Regionale
    p.c. Sindaci della provincia di Salerno
    p.c. Direttori Generali ASL
    p.c. Procuratore della Repubblica di Napoli, Salerno, Potenza, Vallo della Lucania.

  2. Caro Elio, questa lettera sottolinea tutta la tua disperazione. Mi dispiace. Sono sicuro che riuscirai a vincere la tua battaglia personale, io non so cosa fare, pensa che ho realizzato questo blog con l’intento di far conoscere almeno qualche cosa alla gente. Naturalmente è solo la mia verità, io sono convinto di quello che dico e mi documento per dirlo.Cosa diversa invece quando faccio delle analisi o sviluppo le mie opinioni. Non avvilirti e non perdere la lucidità, altrimenti non riesci a governare il pensiero. Se vuoi farti ascoltare meglio, sii breve. Un abbraccio

  3. concordo con l’admin….lei è disperato e sta perdendo la lucidità, probabilmente perche all’epoca fu beccato mentre gli altri tirano ancora avanti…ma prima o poi non si preoccupi cadono tutti. La cosa certa è che tutti voi, insieme a tutti i soldi che siete riusciti a rubare, chi piu, chi meno, andrete a finire sotto terra come ogni comune mortale….e allora se fossi in Lei e in tutti i politicanti marioli delle varie epoche, mi domanderei: “ma ne vale la pena di fare questa vita?” I suoi falsi moralismi sono vergognosi!!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente