Etica e Buon Governo: L'osceno della politica a Battipaglia

Altro che “Filiera istituzionale”, questa è una “filiera” “deforme” e qualunquista. Gli elettori preferirebbero che i loro partiti accettassero il ruolo che il responso delle urne gli ha affidato.

La “filiera” seria, è fatta dall’opposizione di Francese, Rocco, Motta, Mastrangelo, che con onestà e da punti di vista politici diversi fanno quotidianamente.

Battipaglia Palazzo Comunale

BATTIPAGLIA – Riceviamo e volentieri pubblichiamo la seguente Nota politica di Etica e Buon Governo, sulle vicende politiche battipagliesi, a partire dalla Giunta Santomauro minoritaria, passando attraverso il più becero del trasformismo, al mercato dei cambi di casacca, alla metamorfosi della Amministrazione Santomauro, nel frattempo divenuta maggioranza “qualunque”, alle dichiarazioni del Sindaco di non voler aderire a nessun partito, all’accordo sottobanco prima e senza ritegno dopo con il centro-destra, al silenzio inquietante del Partito Democratico e dei suoi rappresentanti.

Questo è il substrato politico, viscido e melmoso in cui versa la Città di Battipaglia. E questi i personaggi che girano e che si occupano del futuro di questa Città. Città sulla quale pende l’alito della “corruzione” delle coscienze alimentato dal potere e incoraggiato anche dal Presidente Cirielli, con la scusa della “filiera” istituzionale si cerca di omologare quadri politici confusi, dove l’unico legante possibile in questo qualunquismo spietato è rappresentato dal potere. Questo tipo di “filiera” non interessa alla gente perbene, alle migliaia di elettori che hanno votato per una cosa e se ne trovano un’altra, mentre arrivano pallottole a chi fa onestamente l’opposizione e mentre in città ogni giorno la cronaca si arricchisce di fatti delittuosi.

Quella “filiera” non interessa agli elettori onesti di destra e di sinistra. Quegli elettori preferirebbero che i loro partiti accettassero il ruolo che il responso delle urne gli ha affidato. A quegli elettori piace la “filiera” che l’opposizione seria, fatta di pochissimi consiglieri come Cecilia Francese, Adolfo Rocco, Gerardo Motta, Bruno Mastrangelo, con onestà e da punti di vista politici diversi fanno quotidianamente.

……………..  …  ………………..

da Etica per il Buon Governo

Cecilia Francese

L’OSCENO DELLA POLITICA BATTIPAGLIESE CONSUMATO NEL NOME DELL’”AMORE PER LA CITTA’”

Battipaglia  in queste settimane sta assistendo  attonita alla più clamorosa ed oscena operazione di camaleontismo politico .

Tutto comincia il 7/1/2009 , giorno in cui si riunisce l’assemblea cittadina del PD, per scegliere il candidato a Sindaco di quel partito, di tutto il Centro sinistra e poi della città.

Sono 22 i presenti che alle 20,15 iniziano la discussione. Alla fine si vota 16 a favore 5 contro ( uno non vota!) e Santomauro è il CANDIDATO SINDACO DEL PD.

A giugno di quell’anno si vota ed il candidato del PD diventa Sindaco della città, con una coalizione ufficialmente di Centro sinistra ma, in realtà, infarcita di consiglieri ed assessori provenienti dal centro destra.

Nessuno dice niente. Il PD , al governo della città dopo decenni , è in piena “euforia “ di potere . Hanno vinto. Questo basta! Ora a lavorare in nome dell’Amore per la città! .

Unica voce che si fa Sentire è Etica per il Buon Governo. Attenzione a questa coalizione così composita. Inascoltata.

Non passano neppure 3 mesi e arrivano i primi cambi di casacca. Consiglieri eletti nelle file dell’opposizione a Santomauro, nella  fregola di partecipare all’”osceno banchetto” delle spoglie della città, saltano sul carro del vincitore.

Motivazione ? L’Amore per la città.

Consiglio comunale

Tutti tacciono. Il PD tace , ha un gruppo di sei consiglieri! Unica voce che si fa sentire è Etica per il Buon Governo : E’ un mercato!

Passano 5 mesi ed il Sindaco del PD, scelto nell’assemblea del 7/1/2009, presentatosi al popolo di Battipaglia per combattere il “trasformismo politico” si autoproclama “Sindaco Civico!.

Tutti tacciono! Tace il PD ( Bravi!).

Unica voce che si fa sentire è Etica Per il Buon Governo : è il solito teatrino della politica battipagliese. Nulla di nuovo.

Passano 9 mesi, il gruppo del PD  si riduce ad un “ectoplasma” passa da 6 a 2 componenti. Esponenti di questa Amministrazione (ufficialmente di centro sinistra) si candidano alle Regionali con il centro destra , altri fanno campagna elettorale per candidati del centro destra.

Il Trionfo dell’opportunismo ,del trasformismo politico, della perdita di coerenza e dignità.

Le motivazioni : L’Amore per la città.

Tutti tacciono. Il PD colpito da una imbarazzante forma di “afonia acuta” tace. Qualcuno inizia a pensare che in preda al “masochismo”, il ruolo di “autobus” incominci a piacergli!

L’unica voce? Quella di Etica per il Buon Governo: questa coalizione è diventata una “Armata Brancaleone”.

Risultato: Battipaglia non riesce ad eleggere un proprio rappresentante in consiglio Regionale. Grazie Sindaco!

Neanche 10 mesi e il PDL lancia la propria OPA a Santomauro . vieni con noi! Facciamo filiera istituzionale  comune, provincia, regione.

La motivazione ? L’Amore per la città.!

Il Sindaco non smentisce, il PDL , colto con le mani nella marmellata, balbetta e si spacca, il PD tace ( è la cosa che gli riesce meglio!).

Unica voce che si alza è quella di Etica per il Buon Governo che stigmatizza quello che sta avvenendo, tra il silenzio totale delle forze politiche.

Neanche 11 mesi e la stampa riporta la notizia del via libera di Cirielli al PDL locale: si può salire sul carro del vincitore. Il Centro destra può entrare in maggioranza.

Le motivazioni ? L’Amore per la città.

Il sindaco ( la “s” minuscola non è un errore !)prova a smentire senza smentire ( il peggio del politicante), il PDL si frantuma ed il PD ? Udite finalmente si accorge di aver svolto per 11 mesi il ruolo più ridicolo per una forza politica ( quello dell’autobus , sul quale si sale quando fa comodo e si scende quando non serve più) e minaccia di passare all’opposizione. Chiede al suo sindaco chiarezza. Troppo tardi! Il danno è fatto!.

Il PD vuole rivendicare un ruolo critico rispetto alla peggiore amministrazione che Battipaglia abbia mai avuto? Bene, cominci a rispondere “da sinistra” alle cose che Etica per il Buon Governo sta ponendo sul tappeto da mesi :

Che fine hanno fatto i fondi sull’”accordo di reciprocità”  di cui Battipaglia è capofila , Che si è  fatto per la fascia costiera? Siamo alla vigilia della stagione e tutto è fermo! Che fine faranno gli assegnatari delle  case popolari se quelle case verranno vendute? Qual è la sorte della STU? Qual è la situazione di Alba Nuova? Il Piano casa, con il quale avete fatto un regalo ai grandi imperi edili , fregandovene dei piccoli proprietari, che fate lo revocate? Al consiglio comunale volete ridare un minimo di dignità o vi fa comodo averlo ridotto al luogo silente degli “YES MAN ? Le commissioni consiliari le volete far funzionare regolarmente o devono restare il ruolo di ratifica dei pacchi preconfezionati dalla Giunta? L’oscenità , con la quale avete mortificato e offeso tutte le donne e che chiamate commissione di pari opportunità  la revocate?

Ci sorge il legittimo dubbio  che il PD sta aspettando di essere sbattuto fuori dalla maggioranza ( due consiglieri in più , due in meno , ormai non fanno la differenza) per accorgersi delle nefandezze che questa amministrazione ha messo in piedi in così poco tempo.

Ma allora sarà troppo tardi! Come è troppo tardi  , oggi, puntare i piedi , dopo mesi di silenzio assordante , per fermare una operazione che è in corso: la MUTAZIONE GENETICA DI QUESTA AMMINISTRAZIONE!

E  quando le solleverete, quelle  questioni, Vi risponderanno che esse sono fatte per : L’Amore per la città.

Etica per il Buon Governo non resterà passiva ad osservare questo processo osceno, poco etico e offensivo per la città,che deriva da un inquinamento culturale e politico.

Stiamo allestendo la sede  del movimento in Piazza Aldo Moro 18  che inaugureremo Sabato 15 maggio inaugureremo la nostra sede in Piazza Aldo Moro 18 .

Sarà una grande festa di popolo, la festa della Battipaglia che non si rassegna , la festa dei Battipagliesi disgustati da questo modo di fare politica basato esclusivamente sul culto degli interessi personali , ricoperto dall’etichetta L’Amore per la città.

Etica per il Buon Governo

13 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Io credo che porre ,oggi,in politica la questione dell’ “etica”,cui non a caso il movimento di Cecilia si rifà,è diventato indispensabile per una politica che vuole riacquistare un minimo di credibilità.Certo,il dato,lo spettacolo della politica nazionale è poco incoraggiante da questo punto di vista.Possiamo dirlo? io credo che la “casta” politica in questi ultimi 15 anni abbia offerto il peggio di se,ioi direi anche peggio di ciò che esplose con “tangentopoli”.Tangentopoli si espresse come una degenerazione della politica,frutto a mio avviso della logica craxiana del “governare innazitutto”,il perchè governare,il che cosa fare,passarono in secondo piano.L’esplosione di tangentopoli suscitò un moto di indignazione fra la gente.La voglias di rivalsa verso una classe politica che aveva ttradito la fiducia,che aveva assunto altre finalità nella sua azione,era palpabikle ,si leggeva.Sbagliò,clamorosamente la Sinistra a non cogliere questo anelito che veniva dalla società,mettendo in campo una “concezione altra” della politica (anche a sinistra c’era stato una appannamento della concezione di una politica come capacità di mettere in campo idee,progetti valori alternativi.Molto si era scivolati verso un tatticismo di corto respiro.),si preferì una scorciatoia pericolosa e sbagliata:la viA giudiziaria.Pericolosa perchè sembrava affidare la spinta di cambiamento soltanto alla magistratura,rinuncxiando al ruolo propulsivo che deve essere proprio di una forza politica,specialmente quando si colloca a sinistra.Sbagliata,perchè comportò una sovraesposizione della magistratura che,in diverse occasioni ha dato l’idea di una “invasione di campo” (sia chiaro,non voglio dire che ritengo che quella “invasione di campo” ci sia effettivamente stata).In altri termini era proprio in quegli anni che la sinistra avrebbe dovuto mettere in campo la sua autonomia di pensiero, i suoi valori,il suo progetto alternativo.Si ebbe paura.Si cercò di “annacquare quel progetto,quella capacità di analisi dei processi sociali ed economici,mutuamndo altree culkture,altri strumenti di lettura,indulgendo al “tatticismo esasperato”.Gli effetti sono sotto gli occhi di tutti: hai voglia di rincorrere il centro,di appannare la propria progettualòita sociale,”la sinistra o è all’opposizione o è scomparsa dalle istituzioni “.Ma,ritornando all’attualità,oggi quello che si registra con drammaticità è che la gente ha perso anche la “voglòia” di indignarsi dinanzi ai balletti della politica,o meglio di una “casta” sempre più autoreferenziale che guarda solo alla propria autoconservazione piuttosto che a mettere in campo proposte ed ideee per affrontare i drammi del paese.Lo dimostra Berlusconi,a capo di un governo che benchè in possesso di una maggioranza bulgara è incapace di mettere in campo progetti di crescitaq di questo paese.Le uniche cose di cui si dibatte da sempre è come rendere intoccabile il presidente del consiglio dalle inchieste che lo interessano,o dagli scandali nei quali si va a cacciare (vogliamo dirla con brutalità? ma doi fronte ad una crisi economica di questa portata,noi possiamo passare mesi a parlare di ” puttane” e delle prestazioni sessuali del berlusca?) una sinistra seria metterebbe in campo una campagna di verità sul milione di disoccupati in più che abbiamo acquisito nel 2009,sui miliardi di euro che la lega ha preteso fossero sotratti al mezzogiorno,e avvierebbe una grande fase di costruzione di un progetto altro rispetto a quello della destra,da sottoporre al voto dei cittadini,piuttosto che rincorrere improbabili collaborazioni istituzionali x le riforme,soprattutto se D’alema continua ad imperversare,per cui dopo la Lega adesso l’interlocutore diventas Fini.Ecco io penso che quello che avviene a Battipaglia è frutto di questo quadro.Una amministrazione che senza ritegno prova a cambiare casacca in corso d’opera (senza dare alcuna sopiegazione all’elettorato che solo 1 anno fa la ha eletta,senza nessuna valutazione progettuale o propositiva),un PD che comntinua imbambolato a non capire cosa succede,er piuttosto che spingere sull’acceleratore della proposta per cambiare Battipaglia,continua a cercare ubna sorta di “legittimazione” non riuscendo a dire una parola (una sola parola!) che abbia un lontano sapore di sinistra.Non cogliendo,così, che questa condotta lo porta al suyicidio politico.Perchè la gente,il popolo di Battipaglia dovrebbe indignarsi se il sindaco scarica il PD ed abbraccia il PDL? Già c’è il livello di assuefazione di cui dicevo prima,l’incapacità,oggi, di indignarsi dinanzi a ciò che combina la classe politica, se poi la differenza fra ciò che farebbe una amministrazione targata PD da ciò che metterebbe in campo una amministrazionbe targata PDL,non si riesce minimamente a cogliere,e rimando al comunicato di Etica per il Buon Governo, perchè il battipagliese medio dovrebbe “indignarsi” dinanzi all’operazione che si sta consumando? Bene fa allora Etica a rilanciare,a denunciare,a stigmatizzare ciò che sta avvenendo,perchè oggettivamente,alla luce di ciò che ha fatto in questo anno di amministrazione è l’unica forza che se lo può permettere.

  2. Che noia che barba che noia. L’arte di predicare bene e razzolare male è endemico a tutte le forze politiche, anche il trasformismo di cui Etica non è esente (il 50% dei suoi consiglieri ha cambiato casacca), la sua segreteria che è artefice di spettacolari risultati nel settore dell’edilizia battipagliese (a futura memoria), ma soprattutto, QUALE è il programma, a parte i soldi e l’etica? Quello del PdL, sottoscritto da Etica? Alla faccia della lista civica, indipendente e “fuori dagli schemi dei partiti”. Senza considerare che attorno ad una persona onesta come Cecilia si sono raggruppati una serie di “personaggi” senza aggettivo, con il solo scopo di creare il solito votificio identico a quello degli altri partiti. Adesso apprendiamo pure che Etica reinveste i soldi dei rimborsi elettorali (chissà quanto ci avrà guadagnato) per aprire la “sede”. Oltre ad Etica, non sarebbe il caso di metterci un pò di trasparenza (sui soldi e sulla gestione del Movimento, ma anche chi c’è dietro Cecilia, tra le altre cose), un minimo di autocritica per gli errori finora commessi, e, soprattutto, spiegare ai cittadini CHE COSA PROPONE per la città?

  3. L’Opera dei pupi : – Rappresentazione…. politica sul degrado di una Città.-

    -> Il Sindaco di Battipaglia, Giovanni Santomauro, si definisce un “Civico” nell’ambito del suo inquadramento politico. -<

    Caro Santomauro,perdonami, ma a te non appartiene il termine “civico”.- Non ti compete.-
    Forse ne disconosci fin’anche il significato e la sua pratica più sana e pura.-

    Calcisticamente parlando, eri nato “mezzala”, ed anche bravo.- Ma non avevi a supporto il “fisico” e si sa, che in campo, la tecnica deve poter poggiare su gambe solide e resistenti per poter emergere.- Da mezzala,dei tempi calcistici, sei passato a “battitore libero” in ambito politico.-
    Più che l’età, te lo ha imposto l’esigenza “politica-professionale” e la tua forma mentis.- Ma questo forse ti è più congeniale in tutti i sensi.- Inoltre, cosa molto importante, il compito ti è facilitato dal fatto di poter interagire con individui avvezzi agli inciuci (in termine calcistico lo puoi tradurre in:”Venduti”) ed alle pappatoie.- Non ti è difficile, avendo a che fare con “porci”, ma tu non puoi e non devi dare le “perle ai porci”,di evangelica memoria.-

    Quelle “perle”, caro Santomauro, non sono TUE, non ti appartengono.-
    Sono del Popolo, dei Cittadini tutti, e non solo di quei Cittadini “ammanigliati” ed ipocriti.-
    Non sono a disposizione dei “poteri forti”,in primis quelli del “cemento”.-
    Non sono a disposizione dei razziatori e dei riciclatori di denaro sporco.-

    E proprio da queste ultime righe, “la domanda nasce spontanea”,avrebbe detto Lubrano:-“I finanziamenti, i Patti di reciprocità, le agevolazioni di Legge, come sono state impiegate.?? (se impiegate) – Le destinazioni, i progetti, integrati da atti per un tuo “atterraggio morbido”, per gli interventi sulla NOSTRA Castelluccia (proprietà Santese), a che punto sono.??- O per chi sono.??
    Forse necessitano ancora di sperimentazioni e collaudi nel “gioco delle tre carte”, per camuffare interessi di parte facendoli passare per quelli del “bene comune”.??
    Solo curiosità le nostre, solo curiosità.!

    Quanti sono e chi sono gli….attori rappresentati in questa opera.?:- “ L’Opera dei Pupi.”-
    Disconosciamo, o per pudore nascondiamo, se sia una “farsa” o un “dramma”.-
    Ma in….politica è quasi naturale assistere al connubio delle cose, o il suo viceversa.-

    Questi individui, tuoi attori mestieranti e saltimbanchi, non li possiamo neppure definire “bastardi”, poiché anche il bastardo ha i suoi genitori naturali.-
    Questi individui sono stati concepiti dalla mente diabolica di un Satana.- Forse anche da un Giano bifronte, ma nella sua concezione e/o accezione più negativa e nefasta ed allusiva.-
    Sono figli del “niente”, prima che di “nessuno”.- Sono figli del “Dio Denaro”, assenti in qualsiasi forma di moralità e capacità di discernimento.-
    Non possono appartenere ad un “popolo”, sentirsi parte di un consesso civico, poiché sono solo un’accozzaglia di individui che hanno eletto solo residenza in un territorio comune: Battipaglia.-

    Questi,caro Santomauro, sono i tuoi attori mestieranti e saltimbanchi.! – Prendine atto.- (ma forse è un’esortazione superflua la mia)

    Dal Sig.Sica, tuo attuale sodale,ho sentito profferire la frase:-“Questa è la politica”.-
    Ma forse il Sig.Sica, e tutti quelli di fede trasformista, si riferiva alla SUA “pratica politica”.-
    Quella fatta per utilizzare lo strumento politico al sol fine e scopo degli interessi venali e di parte.-
    Quella della loro casta, del loro clan, dei compagni di….merenda.-
    Non certo quello della politica come “nobile arte del governo”.-
    Tutto diventa pragmatismo machiavelliano.- Nulla assomiglia alla rettitudine ed alla coerenza.-
    Le “masturbazioni mentali” di questi individui non hanno freni inibitori, nessun limite alla decenza,foss’anche solo verbale.-

    In tutto questo bailamme, in tutto questo coacervo di immoralità, in tutto questo lerciume, fà tenerezza la posizione assunta dal Sig.Giovine, in seno al suo Partito (UDC).-
    La sua coerenza ed amore per la rettitudine è encomiabile, ma vana.-
    Forse il Sig.Giovine non valuta e non mette in conto che il confronto è posto in seno ad un organismo che ha a capo individui, la cui forma mentis partitocratica è l’unica legge applicativa che conoscono:- Ciriaco De Mita.-
    E che dire del Sig.Inverso,suo sodale regionale, se non che è…..”inversamente” proporzionale a quello che dovrebbe essere la corretta,lineare e coerente condotta politica.??
    Ma gli sforzi del Sig.Giovine non si limitano a questo.- Anche la nascita di una “scuola di pensiero”,orientata alla formazione dei politici futuri, fa parte di questi sforzi.-
    Ma se i “maestri” sono quelli presenti nel panorama politico attuale, è consigliabile lasciar perdere.
    Come dire:” Da quale pulpito verrà la predica.?” – O se preferite:-“Le pecore ai lupi.”-

    Ma l’elemento ed il fatto che più mi ha colpito,in questo periodo di baraonda, ammucchiata, tradimenti, inciuci,incesti politici e da…..mercato boario, è stata la dichiarazione, o per meglio dire “il messaggio”, che il Consigliere Provinciare,Sig.Zara, ha voluto mandare al Sindaco.-
    Non nel suo contenuto,condivisibile o meno, ma nella forma e “nella veste” con la quale è stata fatta.- Le “condizioni” poste nel messaggio, dovrebbero essere di competenza e prerogativa politica del Capogruppo (Segretario Partito?) [ PdL – Sig.Provenza (?)] – e non certo di un componente di quel partito,pur se autorevole.-
    Se questo non è avvenuto, è sintomatico,e la dice lunga, sulla natura NON politica
    ma “affaristica-spartitoria” messa in atto da TUTTI i componenti l’attuale Amministrazione Comunale.- E non solo.! – ( ed un’Opera dei pupi che si rispetti,necessita della presenza, anche se dietro le quinta, di…..pupari.)

    Nel messaggio del Sig.Zara, si dava altresi per acquisita la forma e la composizione politica del nuovo governo cittadino.-
    (altro elemento a supporto di quanto detto sulla natura affaristica-spartitoria e che i “giochi” sono stati fatti, ma di certo non nell’assise cittadina,sua sede naturale, ma nelle “stanze del potere”)
    Composizione politica e di governo che richiedono l’estromissione dei componenti e Partito (PD)
    (ex maggioranza, ex opposizione, EX e….basta)

    Che dire a….conforto.?? – Semplicemente che:-“Chi è causa del proprio male pianga se stesso”

    A pensare ingenuamente,dispiace veder “tirare la carretta” a coloro che non si gioveranno delle fatiche e dei rischi….politici affrontati.-
    A pensar male, mi viene in mente quell’atleta che “tira la corsa” a quelli che poi si giocheranno la vittoria.- Ma, ed ecco il MA.- L’atleta verrà comunque ricompensato e gratificato di fatto,anche lui, durante la spartizione del bottino di guerra…..politico-affaristico.-

    Un Partito (PD) che non è ne carne, ne pesce (anche in ambito nazionale) e che come Sant’Agata, vorrebbero fare le porte di ferro “dopo” essere stati derubati.— Ipocrisia.?
    Il pensar male è lecito e diventa ovvio, poiché non è concepibile che si sia….stupidi fino a tal punto.- A meno che……….-
    E qui si ritorna alla spartizione del bottino politico-affaristico.-

    Avrei voluto affrontare la tematica Economica-Finanziaria del Comune.- Il Bilancio in fase di presentazione, e tutti gli aspetti passati e presenti che ricadono sulle competenze e responsabilità del Sindaco ( quelli passati in veste di Segretario e City Manager – quelli presenti per i compiti e le responsabilità a prevalenza politica).- Sarebbe troppo lungo, ma mi riprometto di prenderle in considerazione quanto prima.—
    In questo Paese, le occasioni non te le lasciano mancare.!

    Ne dobbiamo ancora assistere a delle belle, pardon, “di brutte” rappresentazioni scenografiche.-

    Questi attori, ed i loro registi, ci riservono altre Opere.- Credo che la prossima sarà improntata al……Comico.! – Se cosi non sarà, vorrà solo dire che…… il Teatro è Chiuso.-

    Michele Pietrasanta

  4. Che barba,che noia,che barba,usava dire sandra Mondaini al grande Raimondo,alla fine di ogni episodio di “casa Vianello”,volendo significare la mancanza di novità nel loro “menage” familiare (cosa per altro non vera).Che Noia ,che barba,che noia dovremmo dire noi di Etica x il buongoverno,allorquando la politica si riduce a raccattare il pettegolezzo sul marciapiede ed a cercare di dargli dignità di posizione politica, utilizzando schemi vecchi e francamente ammuffiti.
    Il sig. Nobile ,pretende di impostare una opinione politica basata sull’ignoranza (nel senso di ignorare le cose di cui si parla) e sulla falsità (nel senso del travisamento completo della realtà).
    Le esternazioni del sig.Nobile , novello censore della politica battipagliese, ci hanno lasciato basiti.
    Ci corre obbligo per onore della verità e per tutelare la dignità di tutti gli associati rispondere analiticamente alle farneticanti accuse rivolte dal signor Nobile al nostro movimento.
    1) Etica x il buongoverno apre la sede utilizzando i soldi del rimborso elettorale,sostiene il sig. Nobile, e conseguentemente chiede chiarezza e treasparenza sull’uso di quei fondi.
    Il sig.Nobile non sa , a nostro avviso,di cosa parla ,altrimenti dovrebbe sapere che per le elezioni comunali (unica tornata elettorale cui Etica si è presentata) non è previsto alcun rimborso elettorale.Il sig.Nobile,probabilmente ,fa confusione con le elezioni parlamentari. Purtroppo per lui (in quanto inevitabilmente perde una motivazione di attacco al nostro movimento) i soldi del nostro movimento,derivano solo ed esclusivamente dalla sottoscrizione degli aderenti ( come si faceva una volta nelle forze politiche serie) e la stessa sede è stata messa a disposizione del movimento, con regolare contratto di comodato, dalla dott.ssa Francese che ne è la proprietaria.
    Sbaglia indirizzo , quindi, ed in modo clamoroso il sig. Nobile quando chiede a noi trasparenza sui fondi .
    2) il sig. Nobile afferma che Etica x il buongoverno ha sposato il programma del P.D.L.. E’ evidente cjhe il sig.Nobile è molto poco attento alle vicende politiche della città di Battipaglia, e parla solo sulla base di “sentito dire” il che ,inevitabilmente,lo porta ad incorrere, come nel caso specifico, nel rischio di dire cose non vere. Se così non fosse il sig. Nobile avrebbe dovuto sapere che Etica si è presentato alle elezioni con un suo programma,frutto di una attenta discussione interna .Questo programma , è stato sottoscritto, prima della prima riunione del consiglio comunale, dai componenti della Pdl,Adc,Mpa, Udeur.Durante il consiglio comunale anche le forze politiche sostenitrici dell’attuale sindaco, hanno fatto proprio il nostro programma. Il sig. Nobile si vada a leggere l’emendamento alla delibera di C.C. n°39 del 17/7/09. Anche su tale punto il sig. Nobile è smentito dai fatti e dai documenti di cui ci auguriamo non fosse a conoscenza, altrimenti ci sarebbero gli estremi di reati penali.
    Il sig. Nobile, piuttosto, perchè , invece di polemizzare con noi non stigmatizza , l’operato delle forze politiche che pur avendo fatto proprio il nostro programma , puntualmente non l’hanno rispettato. Al punto 8 di questo emendamento, si ripete approvato all’unanimità, vi era “l’impegno di ogni formazione e gruppo politico a non accettare iscrizioni e/o adesioni di altri consiglieri comunali eventualmente fuoriusciti dai gruppi originari di appartenenza, al fine di ripristinare una minima serietà e trasparenza in ordine ai comportamenti”.
    3) il sig. Nobile afferma di voler sapere cosa vuol fare Etica. Orbene, anche in questo caso,,lo sventurato pecca di disinformazione .Il nostro movimento,proprio sulla base di quel programma si sta muovendo in Consiglio e nella città.Anzi non vorremmo peccare di presunzione,ma sforzandoci di porci in modo oggettivo,ci sembra di essere l’unica forza che ,fino ad oggi, abbia detto qualcosa rispetto alle politiche sociali,rispetto al commercio nella nostra città,rispetto alle zone periferiche,rispetto alle politiche urbanistiche,rispetto al ruolo del Consiglio Comunale,rispetto al modo stesso di intendere la gestione del governo di una città,che per noi è cosa diversa dalla semplice gestione del potere e dal semplice tentativo di raggiungere improbabili equilibri attraverso la vecchia pratica della spartenza,fino alla recente questione delle “pari opportunità”. Il sig .Nobile mentre il nostro movimento poneva queste questioni al dibattito politico e denunciava il modo violentemente clientelare e spartitorio con cui la maggioranza di governo si muove a Battipaglia, dove stava? .Forse in quelle occasioni il sig.Nobile nel suo ascolto del pettegolezzo da marciapiede ha avuto un impriovviso intoppo all’apparato uditivo,per cui non solo non ha colto il pettegolezzo,cui sembra così aduso, ma non ha ascoltato le nostre denunce sulle questioni del Piano case, sulla S.T.U. o sul modo in cui si sono chiusi accordi con persone che sono salite sul carro del vincitore.E su tale ultima questione facciamo notare come Etica,non ha esitato ad espellere , con dichiarazioni ufficiali in Consiglio e con manifesti,il proprio consigliere allorquando questi in seguito a trattative personali con l’amministrazione è salito sul carro del vincitore, venendo meno all’impegno assunto con il movimento e con gli elettori
    Potremmo chiedere al novello “censore” se ha posto la stessa questione ai partiti i cui rappresentanti hanno cambiato casacca,o si sono candidati dall’altra parte o hanno fatto campagna elettorale ,in occasione delle regionali,per l’altra parte politica.
    4)il sig: Nobile non si limita a lanciare accuse contro la politica portata avanti dal movimento, ma ,purtroppo, nel suo scritto va oltre andando a offendere personalmente il segretario del movimento (“ la sua segreteria “) che a suo dire è artefice di spettacolari risultati nel settore dell’edilizia battipagliese (a futura memoria). Orbene invitiamo il sig. Nobile a dire con chiarezza quali sono le question urbanistiche che coinvolgono il nostro segretario , e se ne ha il coraggio lo invitiamo , qualora queste questioni siano per lui penalmente rilevanti ,a denunciarle. In ogni caso invitiamo il sig. Nobile ad un pubblico dibattito su questi temi con il nostro segretario. Dobbiamo farla finita con i pettegolezzi, con i si dice, bisogna avere il coraggio delle proprie azioni e, quindi sapersi prendere le proprie responsabilità.
    Oltre a offendere il nostro segretario, il sig. Nobile fa un attacco alla onorabilità e dignità dei nostri aderenti, insinuando il sospetto che tra i nostri iscritti ci siano persone che hanno da tutelare chissà quali interessi.
    Possiamo fornire al signor Nobile i nomi dei soci del movimento e lo stesso potrà vedere , suo malgrado, che tra questi vi sono professionisti,impiegati, imprenditori, operai, disoccupati, donne, uomini,giovani che , come la nostra presidente Cecilia Francese , hanno un concetto della politica basato su valori quali l’etica, la dignità, la lealtà, la coerenza, l’onesta, valori che forse non conosce..
    Ad ogni modo , il sig. Nobile , se ha il coraggio faccia i nomi dei soci che hanno aderito al movimento per fare qualche”affaruccio”. Sappia , però, che siamo pronti , ad intraprendere azioni legali al solo fine di tutelare l’onorabilità e la dignità dei nostri soci e del movimento .
    Qualora le sue accuse fanno riferimento “al sentito dire” , la invitiamo a fornire le sue pubbliche scuse al nostro Presidente, al nostro Segretario e a tutti i nostri soci.
    Le ricordiamo che il nostro movimento rispetto a quello che ha descritto é un’altra cosa.

  5. Complimenti per la mitragliata. Ecco come in questo paese si ammutolisce il dissenso. Un semplice cittadino pone delle domande, legittime oppure no, chiede informazioni, esprime anche una propria legittima opinione sulle vicende di Battipaglia che riguardano tutte le forze politiche, ed automaticamente si parte in quarta con tsunami di querele per diffamazione, ingiurie sulla sanità mentale di chi scrive o come minimo sulla sua totale disinformazione tipica di uno che vive sulla luna, tutto per tutelare la propria onorabilità. Caro Gepi Speranza o chiunque tu sia, conosco bene la strategia “colpirne uno per educarne cento”. Il senatore Renato Schifani ha recentemente ricevuto una richiesta di risarcimento danni dell’importo di 720.000 euro a “Il Fatto Quotidiano” per aver raccontato i contatti di Schifani in “gioventù” con autorevoli esponenti della mafia siciliana. Prima di querelare, però, non si è mai degnato di rispondere alle domande che il giornale gli poneva.
    Invece tu, caro Gepi, parti in quarta con minacce apocalittiche. In ogni caso ringrazio per le risposte, anche se a me come cittadino non convincono del tutto. Certo, se un movimento politico che dovrebbe avere nel suo statuto la rappresentanza dei cittadini, al solo scopo di tutelare la sua onorabilità, si mette a tirare legnate alla cieca sulla schiena degli stessi, allora sicuramente di questo movimento come semplice cittadino c’è da averne paura. Forse sarebbe stato più educato dare semplici smentite o chiarimenti, senza infarcire il tutto di offese e minacce del tutto gratuite. Ma, come sempre, questa rimane comunque una semplice opinione di un semplice cittadino (legnato). Grazie ancora.

  6. Egr sig. Nobile,innanzitutto tengo a precisare che parlo a nome di tutto il movimento e naturalmente di Cecilia, che per noi non è solo il presidente del movimento ma una persona speciale che cerca con la grinta e la passione che la contraddistingue di cambiare il modo di fare politica nella nostra città e per questo , come già detto, abbiamo un concetto della politica basato su valori quali l’etica, la dignità, la lealtà, la coerenza, l’onesta, e il nostro operato è sempre chiaro, limpido e lineare , per cui devono aver paura di Etica, solo coloro che non ispirano il loro operato ai citati valori .
    Per fortuna l’italiano è una lingua chiara e è evidente a tutti che lei oltre a fare delle domande ha lanciato accuse , condite da subdole insinuazioni nei confronti dell’operato del nostro segretario , nonchè dei soci, del movimento.
    Non comprendiamo l’esempio relativo a Schifani. In ogni caso, come abbiamo già fatto nella precedente nota, rispondiamo alle sue parole.
    A differenza di Schifani noi non abbiamo bisogno di richieste di risarcimento , in quanto ,per fortuna, campiamo con il frutto del nostro onesto lavoro .
    A differenza di Schifani, inoltre, abbiamo prontamente risposto alle sue generiche domande.
    Chi non risponde è lei, alle nostra legittima richiesta di fare i nomi delle persone del nostro movimento che secondo lei , per raggiungere propri interessi si servono dello stesso.
    Sa bene che se si lanciano delle accuse bisogna avere delle prove, altrimenti ci troviamo di fronte a “calunnie “ .Da tale “reticenza” cosa dobbiamo dedurre?.
    La ringraziamo , comunque, per l’interessamento verso il nostro movimento , significa che il nostro “agire” non cade nel vuoto.

  7. non per fare polemica ,forse il sig.Nobile ultimamente deve essere un po’ distratto .Non e’ che RIPORTANDO notizie per sentito dire si faccia il bene di BATTIPAGLIA.Se il sig. Nobile volesse togliersi qualche dubbio puo’ venire a verificare che i lavori nella sede di proprieta di CECILIA FRANCESE che ha messo a disposizione del movimento , li sto’ effettuando io personalmente con un mio collaboratore, con un ‘autofinanziamento del movimento vorrei invitarla sig. Nobile anche quando noi del movimento effettueremo le pulizie ,quando ogni uno di noi portera’ un pezzo di arredamento ( sedie ,scrivanie ,armadietti, ed articoli di cancelleria) e soprattutto all’inaugurazione del 15-05-2010 cosi’ potra’ come SAN TOMMASO toccare con mano la TRASPARENZA DEL MOVIMENTO E DELLE SUE INIZIATIVE. CHIEDENDOLE SCUSA PER EVENTUALI ERRORI DI TRASCRIZIONE E DI GRAMMATICA( HO LA 3° MEDIA ) SONO UNA PERSONA SEMPLICE LE PAROLE DIFFICILI MI CONFONDONO,LA ASPETTO SIN DA ORA PER IL 15 MAGGIO.

  8. Gerà ma non avevi la 5 elementare?Hai fatto la serale x la 3 media??dovevamo andare insieme….ricordi???

  9. Sinceramente dopo aver visto l’amministrazione Liguori e successivamente quella Barlotti,non credevo che esistesse di peggio,ebbene si è proprio vero che al peggio non c’è mai fine.Questa città sta lentamendo morendo per demerito dei nostri amministratori.Non ricordo più quante volte ho sentito la classica frase ad effetto:PER IL BENE DELLA CITTà.Questa frase serve solo a tentar di giustificare i continui cambi di casacca dei nostri pseudo politici.

  10. Ovviamente gli infangatori non mancano mai!
    La volgarità di alcuni pensieri non lascia spazio alla comprensione e alla tolleranza.
    Mi piacerebbe capire come è possibile esprimersi gratuitamente e privi di freni inibitori senza provare vergogna. Stupisco di fronte al pensiero di colui che veste il ruolo di delatore.
    “Per le strade e sulle piazze la sapienza lancia i suoi appelli;
    dall’alto delle mura e alla porta della città essa chiama e proclama: “O popolo di stolti! Fino a quando amerete l’ignoranza?
    O gente arrogante! Fino a quando sarete scettici?
    O schiera di sciocchi! Fino a quando non vorrete imparare?
    A un tal ” Giuseppe”

  11. Intervengo nella polemica tra Gepi Speranza e Giuseppe Nobile non per spirito polemico ma per due o tre brevi notazioni…
    1) Sono stato fra i sostenitori della candidatura di Cecilia Francese ed, alla luce dell’attività e dei risultati dell’amministrazione di centro-sinistra-destra targata Santomauro, non me ne dolgo affatto. Non ho aderito al movimento di Cecilia per il suo (pericoloso) scivolamento a destra (nella sostanza, ma è solo una mia opinione) ma guardo alla sua attività con sincera simpatia. E’ il segnale di una vitale presenza politica in città e non è poco. Sull’operato dell’attività del supertecnico rivelatosi un mediocrissimo amministratore ed un pessimo politico degno della prima repubblica, utilizzatore sopraffino della tecnica della prebenda al singolo consigliere per farlo transitare in maggioranza, sulla sua attività dicevo, è meglio stendere un velo pietoso. Per amore della mia città e dei miei concittadini è meglio lasicar perdere.
    2) Giuseppe Nobile si dichiara cittadino che presenta delle domande e che dal politico invece di ricevere risposte ottiene reprimende. Mi duole domandargli: ma è o no lo stesso Giuseppe Nobile candidatosi al consiglio comunale nel 2007 nella lista dei Verdi che sostenne la candidatura della signorina Silvana Magalì Rocco? Se si deve più considerarsi politico più che cittadino. Non che le due categorie sian l’una escludente l’altra, ma è lui a fare questa distinzione: se la distinzione vale, vale per tutti, Nobile compreso.
    Non lo sottolineo per qualche motivo; se Giuseppe ha cambiato parere sulla sua avventura elettorale è più che legittimo: nessuno più di me può comprenderlo visto il mio passato (uscito da Rifondazione mi iscrissi proprio ai Verdi… ma ne uscii disgustato) ma solo per ricordare un episodio di quel malebenedetto 2007… Quando i Verdi (escludendomi da ogni momento decisionale, pur facendo io parte della direzione provinciale del partito) decisero lista e candidatura a sindaco io denunciai un accordo sottobanco con Fernando Zara, un pactum sceleris sottoscritto dal segretario provinciale Michele Ragosta. Apriti cielo: ero un “mestatore” uno che offendeva “una candidata limpida” con un pettegolezzo ignobile diffuso solo per ostacolarla: almeno così diceva un volantino dei Verdi. Al ballottaggio il patto venne, REGOLARMENTE, fuori. Nessuno mi chiese scusa, nessuno mi disse avevi ragione, nessuno disse alla “limpida candidata” o al suo sagace segretario provinciale “scusate, ma vi siete bevuti il cervello????”. Nessuno. Nemmeno Giuseppe Nobile.
    3) A proposito di querele. Quando l’accordo Zara-Rocco venne ufficializzato io lo definii sui giornali “la dimostrazione dei livelli ai quali si può scendere per ambizione”. La “limpida e onesta candidata” (ex membra della commissione regionale per il coordinamento delle regioni commissariate in materia di rifiuti e poi membra del consiglio del Parco del Cilento) mi querelò per diffamazione. Esatto: una cosa tipo Schifani… ma nessuno mi diede solidarietà, nemmeno Giuseppe Nobile. Coi tempi della giustizia italiana devo ancora essere processato. Da una querela di Zara sono stato assolto, per quella di Nobile attendo fiducioso.
    Fiducioso so bene che per Giuseppe Nobile sarà difficile però stigmatizzare il comportamento della sua “onesta e limpida” candidata sindaca. Ma che volete farci… è la vita.

  12. P.S.: Il lapsus è evidente: ho scritto “per la querela di Nobile”… ovviamente intendevo “per la querela di Silvana Rocco”… Problemi che nascono dalla fretta e dall’impossibilità di rileggere il commento prima di pubblicarlo. Me ne scuso con chi legge, e con Peppe.

  13. La Francese rappresenta davvero una novità, premiata con il 17% dei consensi che sono valsi a silurare il valoroso Motta che così ha dovuto dire, in buona sostanza, addio alla politica alla luce anche della pace (interessata??) tra l’ex amico Cirielli e la nuova amica Carfagna. Se Cecilia non si perde appresso ai giochetti interni al centrodestra pò ambire a tanto. Altrimenti le vecchie volpi se la bevono d’un fiato. Si rimane alla finestra.

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente