ASL Salerno. Cisl-Fp sottoscrive l’Accordo integrativo 2022-2023

ASL Salerno: La CISL FP grazie alla maggioranza dei delegati sottoscrive l’accordo su Progressioni Economiche Orizzontali (PEO) 2022-2023 e le stabilizzazioni. 

antonacchio-della porta

POLITICAdeMENTE

SALERNO – Lo scorso 21 Dicembre si è tenuto l’incontro tra le Organizzazioni Sindacali, i Delegati RSU e la Parte Pubblica per quanto riguarda la discussione dell’accordo integrativo 2022 su diversi punti, tra cui le Progressioni Economiche Orizzontali (PEO) ovvero le cosiddette fasce per gli anni 2022 e 2023, le stabilizzazioni dei 18 e 36 mesi nonché le trasformazioni dei contratti di lavoro per coloro i quali si trovano in comando, aspettativa , assegnazione temporanea e a tempo determinato presso l’Asl Salerno, utilizzo di graduatorie e proroghe dei contratti, confronto che ha avuto un lieto fine con  la sottoscrizione dell’accordo della maggioranza  della RSU a firma dei Delegati Cisl Fp  – Araneo Pietro – Aulisio Giuseppe – Baldi Francesco – Cervone Antonio – Climaco Gianfranco – De Stefano Raffaele – De Vivo Pasquale Gaetano – Di Filippo Iolanda – Di Filippo Stefano – Errico Lucia – Ferrara Vincenzo -Fasolino Paolo – Giugliano Antonio – Iapicco Antonio – La Rocca Maurizio – Lodato Gerardo – Maiorino Gianfranco – Malangone Antonio – Mastrolia Gerarda – Paradiso Gerardo – Pastore Andrea – Pepe Gaspare – Perciabosco Attilio – Pergamo Luigi – Procaccio Giuseppe – Ristallo Antonio -Senatore Giovanni Solimeno Pasquale – Sparano Emiddio – Vece Silvano – Viciconte Michele – , i quali hanno affermato che dopo anni deserti di negoziazione, quest’accordo certifica la buona volontà da entrambe le parti, con un notevole impegno assunto dalla Parte Pubblica nell’ambito di regole condivise a tutela di tutti i lavoratori.

delegati rsu asl

C’è da dire sicuramente che non è stato facile mantenere la barra dritta su materie che interessano il futuro lavorativo di ogni singolo operatore, anche alla luce del fatto che l’Ente vive un momento storico particolare dovuto agli obblighi del piano di rientro che dovrà sostenere per ripianare i debiti maturati. Ma nel momento in cui è stato chiesto alla Parte Pubblica se in caso di mancata sottoscrizione dell’accordo si sarebbero evitate eventuali ripercussioni economiche sui fondi destinati alla contrattazione integrativa, l’Azienda ha palesemente dichiarato che a prescindere dall’accordo sarebbe stata costretta ad ottemperare agli obblighi di legge unilateralmente e che gli istituti contrattuali deputati alla contrattazione avrebbero costretto l’ente ad agire anche senza intesa, condizione che sicuramente sarebbe stata a discapito dei lavoratori con decurtazione dei compensi di salario accessorio con quote più rilevanti che avrebbero determinato l’impossibilità di condividere percorsi di valorizzazione per tutti gli addetti. Abbiamo capito che eravamo sulla strada giusta e che la sottoscrizione dell’accordo per la Cisl Fp sarebbe stata la cosa più giusta per dare dignità e futuro a tutti i lavoratori dichiarano – il Segretario Provinciale della CISL FP di Salerno Alfonso Della Porta e il Capo Dipartimento Pietro Antonacchio -.

Per noi questo è solo l’inizio di una nuova strategia dei rapporti sindacali e lasciamo demagogia e populismo agli altri, soprattutto a coloro che hanno dimostrato la paura di sottoscrivere l’accordo. C’è ancora tanto da lavorare per gli anni futuri, memori del fatto che sono da ricostruire le nuove piattaforme relative: all’ indennità derivanti dalle condizioni di lavoro e rischio aggiuntivi, all’orario di lavoro, alla premialità e alle progettualità che sottendano alla efficienza e professionalità degli operatori tutti. Con una visione oculata dei fondi e con le giuste politiche sul loro utilizzo, in concerto tra le parti in causa, si potrà continuare sulla scorta di questo buon inizio di stagione contrattuale.

Un ringraziamento va aggiunto a quanti hanno riposto fiducia alla nostra organizzazione, ai sindacati autonomi che hanno sottoscritto insieme alla CISL FP l’accordo, ai delegati presenti sui presidi, i quali qualificano tutti i giorni l’operato di rappresentatività rispondendo alle esigenze di quanti lavorano in azienda senza mai agire a loro discapito – continuano i dirigenti sindacali provinciali – ma ora bisogna vigilare su quanto fatto sul tavolo di negoziazione al fine che si rispettino i tempi delle procedure concordate e attivare nell’immediato quanto condiviso sulle    progressioni verticali e orizzontali ,al fine di valorizzare il personale . I lavoratori hanno bisogno delle legittime aspettative dal punto di vista contrattuale, economico e professionale ed è per questo che abbiamo deciso di sottoscrivere l’accordo.

A TUTTI I DIPENDENTI DEL COMPARTO ASL SALERNO ASL SALERNO- SOTTOSCRIZIONE IPOTESI D’ACCORDO DEL 21 DICEMBRE 2022

Salerno, 27 dicembre 2022

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2023 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente