Battipaglia Repubblica delle Banane Atto II°

BATTIPAGLIA – Speranza: Noi di etica continueremo a denunciare le malefatte e la non osservanza delle leggi e delle regole da parte di questa maggioranza.

A Battipaglia succede di tutto, Etica si chiede cosa ne pensa il Prefetto.

Etica per il Buon Governo Sede

BATTIPAGLIA – Riceviamo e volentieri pubblichiamo la seguente nota di Etica per il Buon Governo, il Movimento politico fondato da Cecilia Francese, nella quale si mette in evidenza come l’Amministrazione ha operato una serie di decisioni, oltre che fatto una serie di nomine al limite della legalità o addirittura illegali, fornendone gli esempi.

Etica per il Buon Governo attraverso Cecilia Francese, e il porta voce Giuseppe Speranza, svolge una opposizione senza tregua all’Amministrazione Santomauro, fornendo anche spunti interessanti che comunque sistematicamente vengono ignorati.

………….  …  …………..

La repubblica delle banane. II puntata al capolinea

Dice il D.legvo 267/2000 (T.U.E.L ): “valgono per i revisori le ipotesi di incompatibilità di cui al 1° comma dell’art.2399 del codice civile;

Dice il comma 1° dell’art.2399 del Codice Civile: ” non possono essere eletti alla carica di “revisore dei conti” e,se eletti , decadono dall’ufficio coloro che ……….sono legati alla società (in questo caso leggi “comune”) o a società da questa controllate da un rapporto continuativo di prestazione d’opera retribuita.

Dice l’art. 78,comma 2,del d.legvo 267/2000: gli amministratori (sindaci, i consiglieri dei comuni…ecc) devono astenersi dal prendere portare alla discussione ed alla votazione di delibere riguardanti interessi propri o di loro parenti o affini sino al 4° grado”;

Dice l’art.22 dello Statuto comunale: “Il consigliere che…….,abbia un qualsiasi interesse personale,diretto o indiretto alle proposte di deliberazione,deve astenersi dal partecipare al dibattito ed alla votazione“.

Dice il T.A.R. Catania, con sentenza 2453 del 19/12/2005 “Gli amministratori hanno l’obbligo di astenersi ogni qualvolta vi è un conflitto d’interesse.Tale obbligo non ammette deroghe o eccezioni“;

Dice il Consiglio di Stato,sez “V”,con sentenza del 9/10/2006 n° 6005: “E’ illegittima,per violazione dell’art.78,comma 2, del T.U.E.L. la delibera assunta senza che amministratori si astenessero dalla discussione e dalla votazione,pur riguardante interessi propri o di loro parenti ed affini fino al 4° grado.” Il consiglio di stato si pronunciava dichiarando illegittima una delibera di un consiglio comunale relativa alla elezione del “revisore del conto” alla quale partecipava un parente ,entro il 4°grado del revisore eletto; Questa la normativa e la giurisprudenza valida in Italia.

NON NELLA REPUBBLICA DELLE BANANE.

Così succede che a BATTIPAGLIA, Santomauro & soci votano come revisori dei conti un professionista che svolgeva le medesime funzioni presso l’azienda Pignatelli controllata dal Comune; succede che viene votato revisore dei conti un parente entro il 4° grado di un consigliere comunale che partecipa alle votazioni.

Nessuna valutazione sulla professionalità dei revisori eletti, ma le regole valgono in tutto il territorio nazionale, anche nella repubblica delle banane.

Sentiremo che cosa ne pensa il Prefetto di Salerno.

Noi di etica continueremo a denunciare le malefatte e la non osservanza delle leggi e delle regole da parte di questa maggioranza.

ETICA PER IL BUON GOVERNO

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente