Assunzioni & Nepotismo a Pontecagnano: Finisce nel mirino Sica

I nostri giovani vittime del nepotismo di Sica e dell’Amministrazione Comunale.

Il Lavoro deve essere una priorità per tutti, indipendentemente dal cognome e dall’appartenenza politica.

Ernesto Sica

PONTECAGNANO – A  Pontecagnano Faiano, mentre l’Amministrazione Sica è concentrata sulla “Festa della Pizza”, si accende il dibattito sui casi di nepotismo e sull’assenza di posti di lavoro. – Questa è la denuncia che a voce alta fa il Partito Democratico che è costantemente impegnato nella sua opposizione vigile e serrata, all’Amministrazione del Sindaco Ernesto Sica.

Il PD ritiene di non poter evitare di esprimersi sulla piaga sociale della disoccupazione giovanile e sulle pratiche del favoreggiamento, ritengono che un posto di lavoro stabile e gratificante sia la condizione necessaria per garantire la dignità della persona e lo sviluppo del territorio in cui vive e tutto quello che invece va contro la correttezza e per contro passa attraverso favoritismi vari sia contrario alla crescita civile di un paese oltre che procurare un danno indelebile alla credibilità delle istituzioni e più in particolare a quei giovani che “Santi in paradiso” non ne hanno.

Per il PD il Sindaco e l’Amministrazione Comunale da lui presieduta devono prendere coscienza e si devono adoperare in tal senso, anche bandendo regolari concorsi pubblici per le assunzioni presso il Comune di Pontecagnano Faiano, a farne le spese saranno sempre e soprattutto i giovani, costretti a vivere in uno stato di disagio economico e sociale, o, peggio ancora, ad emigrare.

Ad alimentare la rabbia ed il loro risentimento in queste ore, è soprattutto anche l’episodio che vede protagonista il consigliere del PDL Vincenzo Germano, che sembra abbia trovato nella pratica della politica clientelare la scorciatoia per fare assegnare ai familiari incarichi ben remunerati. Anche più di uno per parente.

Questa ed altre indegne vicende, tra cui le false  promesse elettorali e gli pseudo premi di consolazione dati ai numerosi componenti dello staff del Sindaco, non fanno che favorire lo sconforto dei cittadini inoccupati o disoccupati, rendendo il clima sempre  più acceso ed incontrollabile.

Il lavoro, per tutti, deve essere una priorità, indipendentemente dal cognome o dall’appartenenza politica. – dichiarano i responsabili politici del PD – Il Sindaco ed i suoi seguaci si vergognino del modo in cui trattano questo tema, ritenendolo un semplice volano per accaparrarsi voti o tenersi stretti gli amici. Il lavoro è dignità e libertà ed il Pd continuerà a considerarlo tale, perpetuando nelle denunce e nei solleciti al fine di garantire nuove opportunità ai giovani di questa città”.

Pontecagnano Faiano, 2 agosto 2011

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente