Per il Concerto di Natale De Luca scrive al Presidente del Senato Schifani e lo ringrazia

Grande successo del Concerto di Natale dell’Orchestra del Teatro Verdi di Salerno a Palazzo Madama. De Luca è soddisfatto e ringrazia Schifani.

Ecco il testo della lettera di ringraziamento che il Sindaco Vincenzo De Luca ha indirizzato al Presidente del Senato Schifani. Ed ecco la galleria fotografica del concerto.

concerto orchestra teatro verdi-senato-2011

SALERNO – Il Sindaco di Salerno Vincenzo De Luca ha inviato una lettera al Presidente del Senato Renato Schifani per ringraziarLo dell’invito rivolto all’Orchestra del Teatro Verdi di Salerno per il tradizionale Concerto di Natale nell’aula di Palazzo Madama, alla presenza delle più alte cariche dello Stato e personalità istituzionali civili e religiose, tra cui, Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, Il segretario di Stato Pontificio Tarcisio Bertone, il Presidente del Consiglio Mario Monti.

Ospitando l’Orchestra del Teatro Verdi di Salerno diretta dal Maestro Daniel Oren al tradizionale Concerto di Natale del Senato della Repubblica giunto al suo XV anno, trasmesso in mondovisione, il Presidente del Senato Renato Schifani ha implicitamente riconosciuto il grande valore artistico dell’Orchestra, del Maestro, del Teatro Verdi e della Città di Salerno, che si conferma un punto di riferimento straordinario anche nel campo culturale, artistico e musicale. Di seguito il testo della missiva.

Concerto-senato-Giorgio Napolitano-Renato Schifani-Vincenzo De Luca

Ill.mo Presidente,

“Le rinnovo a nome mio personale, del Comune di Salerno, del maestro Daniel Oren, dell’Orchestra del Teatro Verdi di Salerno, la più viva gratitudine per aver voluto la nostra formazione musicale come protagonista del Concerto di Natale che il Senato della Repubblica organizza in occasione del Natale.

Abbiamo vissuto, alla presenza Sua, del Presidente della Repubblica e delle più alte cariche dello Stato, una straordinaria emozione artistica, culturale, spirituale. Il programma eseguito dal maestro Oren e dai musicisti da lui diretti è stato – oltre che un omaggio alla più alta tradizione musicale italiana – un inno ai valori della Pace, dell’incontro tra popoli e culture, dell’Unità nazionale. Un’esortazione alla coesione particolarmente significativa nell’anno centocinquantenario dell’Unità ed in un momento storico nel quale soltanto restando unito il popolo italiano potrà sortire da tante difficoltà.

Ci stanno giungendo, in queste ore, molteplici attestati di stima ed apprezzamento per l’eccellenza artistica espressa dalla nostra orchestra e siamo orgogliosi di aver rappresentato nel mondo il meglio del nostro grande Paese.

Grazie Presidente per questo onore altissimo. Siamo felici di aver potuto contribuire a dare un contributo di solidarietà concreta al Policlinico Umberto I di Roma. Quando si recherà a consegnare la somma raccolta a favore dei piccoli degenti Li abbracci anche a nome della città di Salerno.

Grazie per la Sua squisita e cordiale ospitalità che speriamo poter presto ricambiare avendoLa a Salerno come graditissimo ospite d’onore ad uno dei prossimi appuntamenti della stagione lirico-sinfonica del Teatro Municipale Giuseppe Verdi.

L’occasione è gradita per augurare a Lei, ai suoi familiari e collaboratori un sereno Natale ed un felice anno nuovo”.

Vincenzo De Luca
Sindaco di Salerno

……………  …  ……………

Foto gallery

Giorgio Napolitan-Renato Schifani-Tarcisio Bertone-Daniel Oren-Vincenzo De Luca-concerto-senato

Mario Monti-Daniel Oren-Vincenzo De Luca-concerto-senato

Napolitano-Schifani-Bertone-De Luca-concerto-senato

Daniel Oren-concerto-senato

Concerto senato

concerto-senato

Daniel Oren-concerto-senato

Salerno, 21 dicembre 2011

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente