La solidarietà del Sindaco Melchionda a Del Mese: “E’ un gesto isolato”

Il Sindaco di Eboli esprime profonda solidarieta’ al concittadino Massimo Del Mese, vittima di un’aggressione in pieno centro e condanna il vile gesto. 

Melchionda: “Si tratta di un episodio isolato che non va sottovalutato. Il problema della sicurezza continua ad essere una priorita’ di questa Amministrazione”.

Martino Melchionda

EBOLI – Pubblico le dichiarazioni del Sindaco di Eboli Martino Melchionda, ma solo per dovere di cronaca, senza aggiungere altro, per evitare di esprimere altre considerazioni sull’accaduto, già dettagliatamente oggetto di cronaca. In rifermento all’increscioso episodio di aggressione ai danni del concittadino Massimo Del Mese, il Sindaco di Eboli Martino Melchionda esprime profonda solidarietà e condanna il vile gesto.

Esprimo profonda solidarietà – dichiara il Sindaco di Eboli Martino Melchionda – e vicinanza a Massimo Del Mese, aggredito, la scorsa sera, senza alcun evidente e reale motivazione. L’aggressione, perpetrata nel centralissimo viale Amendola, denota, purtroppo, come talvolta si respiri un clima caratterizzato da un inspiegabile disprezzo per le regole del convivere civile che spesso si traduce in isolati episodi di devianza e di disturbo alla libera circolazione in città.

Ebbene, episodi di questo tipo, seppur isolati, non vanno assolutamente sottovalutati.

Devo dire che il problema era già stato segnalato da tempo alle forze dell’ordine; io stesso, un anno fa, nello stesso luogo, sono stato vittima di un’aggressione di questo tipo.

Comprendo perfettamente lo sdegno e lo sconcerto di Massimo.

E’ assolutamente necessario che tali spiacevoli fenomeni vengano prevenuti e debellati attraverso una più stringete e serrata sorveglianza e attività di controllo del territorio. 

Detto questo – prosegue il sindaco – mi preme, tuttavia, sottolineare e precisare che il problema della sicurezza è da tempo all’attenzione di questa Amministrazione Comunale.

Molto è stato fatto, e con ciò mi riferisco, in particolare, agli innumerevoli e quotidiani controlli posti in essere dalle forze dell’ordine.  Abbiamo perseguito, con grande determinazione, e sensibilmente ridimensionato il fenomeno dei furti, il caporalato, lo spaccio di sostanze stupefacenti, lo sfruttamento della prostituzione.

Dire che non si è fatto nulla sul piano della sicurezza, significa negare l’evidenza dei fatti.  Io stesso, ho convocato e preso parte ad innumerevoli incontri, dove ho ascoltato e accolto le preoccupazioni dei cittadini.

A ciò va aggiunta anche la recente attivazione della videosorveglianza che, di sicuro, rappresenta un importante deterrente.

Certo, molto deve essere ancora fatto e continueremo a fare.

Abbiamo chiesto al Governo il Commissariato di Polizia e che, in ogni caso, la Polizia di Battipaglia possa intervenire anche sul nostro territorio.

Sono certo – conclude il sindaco – che, portando avanti il lavoro già intrapreso e volto a migliorare le condizioni di sicurezza del nostro territorio,  si otterranno ottimi benefici e di lunga durata anche sul fronte della devianza urbana.

Eboli, 10 agosto 2012

6 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Massimo…mi spiace tanto…spero che tutto si sia messo nella giusta carreggiata….
    Ti Abbraccio

  2. Mi dispiace Sindaco ma, per quel che vale la Sua stessa testimonianza e confortato dalla mia esperienza di comune cittadino, è sicuro purtroppo che non si non si tratta di un gesto isolato.E’ evidente che si tratta di un disturbatore abituale che va messo in condizione di non nuocere.
    Almeno questo, porca miseria !!!!!!!!!!!!!!!!!

  3. solidarietà all’amico Massimo…” é un gesto isolato” dichiara il nostro Sindaco,be sinceramente non so dove abita Melchionda,forse in un altra galassia o un altro pianeta,ma certamente mi sembra di capire che non abita in eboli.-
    L’episodio accaduto a Massimo è successo a molteplici cittadini che,per paura o per qualsiasi altro fattore restano nell’assoluto anonimato,si perchè non tutti hanno capacità di denunciare e rendere pubblico simili episodi,personalmente sono anni che ripeto la sicurezza non è un limite e chi ha una certa POSITIVITA’ cerca di trasmetterla anche
    agli altri perchè è da egoista tenerla per se… ma quando poi sei solo esiliato ed isolato certi valori non li puoi più trasmettere ai meno fortunati non per colpa propria ma x colpa di uno schifosissimo sistema.- Una società civile la si costruisce un po tutti insieme dando giuste motivazioni e stimoli per costruirla è non restando solo fantasmi per apparire solo in DETERMINATE occasioni.-

  4. pensavamo di leggere cose del tipo: “siamo una città tranquilla”, “le forze dell’ordine sono in numero adeguato”, “la gente è sicura quando esce di casa”, “abbiamo le telecamere di videosorveglianza” e tante altre belle favole che ci continuano a raccontare da troppi anni

  5. Caro Franco, date le circostanze e la mistificazione della realtà ad opera del primo cittadino consiglierei di commissariare l’amministrazione e, approfittando della venuta di Arbore, sondare la possibilità di conferirgli un mandato d’emergenza, ne guadegneremo sicuramente in prestigio escludendo un innalzamento dello spread dell’incompetenza considerando il pieno default che stiamo attraversando.
    Bando alle sciocchezze (scusa nomi ovviamente con Arbore), l’ennesima presa per i fondelli poteva esser largamente risparmiata, riferendomi solamente a fatti di una certa eclatanza, pochi mesi fa, nel giro di una trentina di giorni le forze dell’ordine hanno assicurato alla giustizia 2 presunti sodalizi criminali dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti nel territorio ebolitanoe oltre, risulta facilmente comprensibile cosa possa significare direttamente e indirettamente essere tra le piazze più appetibili del narcotraffico provinciale.
    In tutto ciò, ovviamente qualsiasi personalità politica si è astenuta dal commentare la notizia, vi giuro che la completa assenza di presa di posizione da parte dei politici locali, senza distinzioni di schieramento mi ha causato un’inquietudine che va al di la del fatto in se.

  6. MA QUALE GESTO ISOLATO…EBOLI E’ ABITUDINARIAMENTE UNA CITTA’ SOTTO SCACCO DAGLI SBANDATI,LO SI VEDE DALLA POCA GENTE CHE ESCE NEL SALOTTO BUONO CITTADINO,PIAZZA + VIALE,E NON SI è FATTO NIENTE…ALMENO CON ROSANIA UN MINIMO DI BALUARDO CIVILE ERA PRESENTE,CON QUESTA AMM.NE INCOLORE,CHE GOVERNA GRAZIE ALLA POCHEZZA DEI COMPETITORS + CHE A SUOI MERITI,SIAMO AL FAR-WEST…SE FOSSI UN COMMERCIANTE VESSATO,IN SPECIE DEL CENTRO,CONSEGNEREI SIMBOLICAMENTE LE CHIAVE ED ATTIUEREI LO SCIOPERO FISCALE:PAGO MA COSA HO IN CAMBIO,LA TASSAZIONE SOTTINTENDE UNA CONTROPRESTAZIONE,FINORA,INESISTENTE…GRAZIE GIUNTA IN SPECIE AL SINDACO,UN ALTRO FORESTIERO BACIATO DALLA FORTUNA EBURINA,COME I VARI CONTE ETC…

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente