Infante(UDC) a favore dell’Agricoltura: Eliminata la tassazione di bilancio

Dopo l’ntervento dei vertici nazionali dell’UDC il Governo ha eliminato dalla Legge di stabilità il provvedimento che reintroduceva la tassazione da bilancio per le società agricole.

Infante: Il mondo agricolo ha bisogno di altro, di leggi adeguate ad accompagnare i processi economici per tutelare questo settore già in forte difficoltà per competere sulla qualità del prodotto venduto e sui relativi prezzi di mercato.

Lorenzo Cesa-Vincenzo Inverso

EBOLI“Dopo le numerose sollecitazioni dei tanti operatori del mondo agricolo salernitano – si legge in una nota del Segretario cittadino dell’UDC Pierino Infante a commento di un provvedimento a favore del comparto agricolo, sostenuto dai vertici nazionali UDC e recepito dal Primo Ministro Monti contrari alla reintroduzione della tassazione da bilancio per le società agricole e grazie all’interessamento del Presidente Provinciale Dott. Vincenzo Inverso, che ha portato le istanze provenienti dal comparto primario della nostra provincia direttamente all’attenzione del Segretario Lorenzo Cesa e al Presidente Pierferdinando Casini, esprimiamo vivo apprezzamento sulla proposta dell’UDC fatta al Presidente del Consiglio Mario Monti e volta al mantenimento di tale agevolazione per l’agricoltura.

Pierino Infante

Ne condividiamo – prosegue Infante – la forma e la sostanza in quanto riteniamo che l’agricoltura vive un periodo di profonda crisi e va incentivata in tutte le sue forme giuridiche.

E’ questo un settore su cui a nostro avviso il governo deve investire anche in considerazione dell’incremento (+10,1%) degli occupati in agricoltura come risulta dagli ultimi rilevamenti pubblicati dal quotidiano “Il Sole 24 Ore.

Dopo lIMU – continua il Segretario cittadino dell’UDC ebolitano – il cui  gettito è derivato in gran parte da una tassazione più elevata sui  terreni agricoli e sui fabbricati rurali, dopo l’aumento dell’accisa sui carburanti utilizzati dai florovivaisti, dopo i ritardi nell’erogazione dei fondi comunitari per il settore e dopo la profonda crisi di mercato che l’agricoltura italiana sta vivendo, riteniamo che il comparto primario abbia già dato.

Il mondo agricolo – conclude Pierino Infanteha bisogno di altro in un economia capitalistica dove si vince la competizione se vengono dati alle aziende gli strumenti e le leggi adeguate ad accompagnare i processi economici bisogna tutelare questo settore già in forte  difficoltà per evitare  conseguenze negative sull’occupazione,  sulla qualità del prodotto venduto e sui relativi prezzi di mercato.

Eboli, 24 ottobre 2012

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. quando si dice mondo agricolo non si intende pèiu il contadino di una volta che ancora ci sono e costoro sono i veri penalizzati che tendono a scomparire convergendo la proprieta verso indotti imprenditoriali di marchio globalizzante e capitalistico. Il mondo aGRICOLO VA AIUTATO ,VALORIZZATO E COMPRESO COME CULTURA ALIMENTARE-ED ECONOMICA DEL FUTURO.pER QUANTO RIGUARDA QUEL 10,15% di crescita delle imprese agricole è fasullo.Si specula su tutto a nome del vero e povro mondo agricolo. Nella piana del Sele soprattutto le zone periferiche del centro urbano di Eboli contano centinaia e centinai di imprese agricole che nascono quotidianamente andando controcorrente rispetto alla crisi nazionale.Perche questo? E’ semplice chi presenta domanda di costruzione per annesso agricolo dichiarando di essere impresa agricola puo costruirsi la futura villa. Speculando su terreno agricolo dichiarando il falso e nessuno controlla come i dati crescenti del 10% ch dichiara Pierino infante.Il resto delle poche imprese agricole quelle con la i maiuscola perche ricche fanno alti tipi di affari sfruttano e schiavizzano la manodopera degli extracomunitari abusivi e ce ne sono tanti. Il mondo agricolo quello vero sano va aiutato con priorita assolute perche è vita simboleggia un mondo pulito un ambiente sano e una vita dignitosa il resto è nulla -affgarismo strumentalizzato che non dovrebbe mai attingere ad aiuti pubblici.

  2. Basta chiamare il 117 e denunciare, in forma anonima, quali sono le aziende che sfruttano manodopera irregolare. Chi sa e tace è connivente.

  3. Ormai Infante è alla ribalta della politica nazionale, i suoi interlocutori naturali sono i vertici nazionali di partito e di governo, è abbastanza nota la simpatia che la Merkel e Hollande nutrono nei riguardi di Pierino, quando le foto che lo ritraggono vengono pubblicate la mia visione del futuro prende una piega votata all’ottimismo, grazie Pierino

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente