Grande successo per la XXX edizione del Verdi Note Festival

Cala il sipario sulla trentesima edizione del Verdinote Festival di Battipaglia. Assegnato anche il premio “Pasquale Polito” al Senatore Alfonso Andria.

Ai vincitori delle tre categorie: per i Bambini a Oama Tabultoc;  per la sezione ragazzi Giulia Fredianelli; per la sezione giovani Luana Fraccalvieri. Ai e tre vincitori è andata in premio la Chiave di violino d’oro completamente rimodernata per i trent’anni del festival.

Verdi Note-XXX Edizione

BATTIPAGLIA – Si è chiuso in un’unica serata il 27 ottobre scorso il festival canoro “Verdinote”. La kermesse si è svolta presso il Palaschiavo di Battipaglia e presentata da Ertilia Giordano, coadiuvata da due ex partecipanti nonché vincitori delle edizioni precedenti, Roberto Molinelli di Palermo e Claudia Scirè di Messina. Il festival ha compiuto trent’anni e per l’occasione l’associazione culturale “Avvenire” ha ricordato il suo “fondatore” Pasquale Polito. La manifestazione è stata aperta da un gruppo di ex vincitori che ha cantato una canzone scritta in occasione dei trent’anni di Verdinote. La canzone s’intitola “Trenta”, anagrammi di parole e musica con un giusto riconoscimento agli autori del brano.

Prima della consueta gara canora è stato assegnato il noto premio “Pasquale Polito” al senatore Alfonso Andria. Il premio è stato consegnato ad Andria dal presidente dell’associazione culturale Avvenire, Mimmo Polito. «Consegno il premio ad un amico del festival – ha dichiarato Polito – per me è un onore dare un premio intitolato alla memoria di mio padre ad una persona che da sempre ci è stata vicina in tutti questi anni». «Questo premio non è solo un premio che simboleggia i trent’anni del festival – ha  dichiarato Alfonso Andria – è un premio che rappresenta la figura di Pasquale Polito come imprenditore che ha deciso anni fa di investire nella cultura».

Assente il primo cittadino di Battipaglia, Giovanni Santomauro. Al suo posto è intervenuto l’assessore alle politiche sociali e allo spettacolo, l’avvocato Michele Toriello che ha portato ai presenti il saluto del sindaco. «Ricordo bene Verdinote quando ero bambino – ha dichiarato l’assessore Toriello – e devo dire che sono fiero del presidente perché ha avuto coraggio a rischiare ancora una volta».

Non solo la musica ha animato il festival; alcune scuole di danza di Battipaglia hanno allietato gli spettatori con coreografie preparate per l’occasione. Alla fine una giuria esperta ha decretato i vincitori delle tre categorie in gara. Nel settore bambini la chiave di violino d’oro è stata vinta da Oama Tabultoc di origine rumena  con la canzone dal titolo Ai  potenti della terra, la sezione ragazzi è stata vinta dalla toscana Giulia Fredianelli con la canzone “Un’emozione Unica ed infine la sezione giovani è stata vinta dalla barese Luana Fraccalvieri con la canzone “Ti voglio bene”. A tutti e tre vincitori è andata in premio la Chiave di violino d’oro completamente rimodernata per i trent’anni del festival.

Battipaglia, 31 ottobre 2012

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente