A San Cipriano Picentino Vince Renzi: Futuro Democratico esulta

Vince Futuro Democratico. Ora Luigi Sica e Gerardo Sabato chiedono spazio e ruolo all’interno del centrosinistra.

Grande partecipazione al voto delle primarie a San Cipriano Picentino.  Renzi batte Bersani con 420 a 374.

Gerardo Sabato-Matteo Renzi-Luigi Sica

SAN CIPRIANO PICENTINO – Grande partecipazione al voto delle primarie a San Cipriano Picentino. Vince Matteo Renzi con 420 voti contro i 374 ottenuti da Pierluigi Bersani. Vincono e sorridono soprattutto gli uomini di Futuro Democratico, Luigi Sica e Gerardo Sabato che rivendicano ora un ruolo di primo piano all’interno del centro-sinistra. Possibili future primarie anche per la figura di sindaco per le elezioni del 2014.

Si potrebbe intitolare la lunga notte dei coltelli, quella che è stata la vigilia dello scontro politico nazionale tra Matteo Renzi e Pier Luigi Bersani all’interno del Partito Democratico, ma è stata ancora più coinvolgente ed appassionante la sfida nel piccolo comune di San Cipriano Picentino. Da una parte c’erano i “guru” del partito come l’ex sindaco Attilio Naddeo e Corrado Martinangelo insieme ai consiglieri Massimo Zoccola, Giovanni Amato, Giovanni Sabato, il segretario del Pd locale Dario Noschese, Gaetano Sabato mentre dall’altra c’erano Luigi Sica e Gerardo Sabato di Futuro Democratico, Pasquale Di Domenico ex vice – sindaco, Mario Giannatiempo, Lucio Radetich e i ragazzi del comitato pro- Matteo Renzi, che fin dal primo

Gerardo-Sabato

giorno si sono dati da fare per garantire una vittoria difficile, ma non impossibile al sindaco rottamatore. Un derby dunque sentito, acceso, a volte “polemico” ma che ha posto le basi per una riflessione all’interno di tutto lo schieramento di opposizione sanciprianese. In settimana, per il ballottaggio, diverse erano state le email di iscrizione da parte di tante persone che volevano partecipare al secondo turno, tutto vanificato, perchè in quasi tutti i comuni italiani, questa metodologia è stata dapprima considerata, poi bocciata.

A fine spoglio, grande soddisfazione sui volti del duo Sabato – Sica, mentre dall’altra parte visibile e palpabile era lo scoramento degli sconfitti, che già da oggi faranno fronte comune per decidere le sorti del partito a San Cipriano Picentino, in vista dell’imminente campagna elettorale che nel 2014 si appresta ad essere ancora più scoppiettante e ricca di spunti di interesse.

I commenti a caldo di Gerardo Sabato e Luigi Sica sono eloquenti e non lasciano spazio a nessuna interpretazione fuorviante. “Anche oggi è stata data prova di grande democrazia a San Cipriano Picentino,enorme partecipazione, un grande sostegno alla coalzione del centro-sinistra e del Partito Democratico, ancora una volta si afferma qui la supremazia dell’area Renzi e del rinnovamento, adesso San Cipriano Picentino – dichiara Sabato.

Luigi Sica

Entusiasta anche il capogruppo di Futuro Democratico, Luigi Sica, vittima durante le fasi concitate di diversi spiacevoli diverbi e offese personali, commenta così la vittoria a San Cipriano Picentino. “Abbiamo dimostrato ancora una volta sia il 25 novembre che in questo ballottaggio, di essere una forza determinante per il nostro paese, pertanto chiederemo subito ad inizio settimana, un incontro con la dirigenza del Partito Democratico in modo da poter chiarire all’interno del partito e degli iscritti la crescita del Pd, tutto questo porterà a considerazioni ponderate e profonde riflessioni, visto che personalmente sono tre anni che non ho tessere di partito, l’ultima infatti risale alla Margherita e visto che ancora una volta stasera ci sono stati atteggiamenti da parte di qualcuno poco democratici e assolutamente non liberali, ci siamo scontrati contro un seggio, contro una presidenza di parte, presente all’interno del seggio delle primarie, tifando esclusivamente da una sola parte quando poi sia il seggio che il presidente dovevano essere garanti del libero e democratico svolgimento di queste operazioni di voto.

Nonostante ciò – conclude Sica –  abbiamo vinto, questa ripeto è una vittoria di libertà per San Cipriano Picentino e dove ancora una volta la gente ha dimostrato di voler essere liberata da questi autentici “feudatari del territorio“, che hanno caratterizzato trent’anni del nostro comune, io sono a disposizione dunque del centro sinistra, se mi chiederanno di partecipare alle primarie cittadine, noi come Futuro Democratico non faremo comunque sconto a nessuno, non accetteremo dunque pacchetti precostituiti,altrimenti già dico a tutti di avere pronta una nostra lista per correre alle prossime comunali”.

San Cipriano Picentino, 4 dicembre 2012

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente