CivicaMente informa: Prorogata la Legge sugli “Ecobonus” per Comune e cittadini

L’Associazione CivicaMente invita cittadini e Comune ad aderire alla Legge sugli EcoBonus per la riqualificazione e l’adeguamento energetico di immobili o edifici pubblici. Prorogati i termini per beneficiare dei contributi.

Le spese andranno in detrazione all’Irpef o Ires: nella misura del 65% per quelle sostenute dal 6/06/2013 al 31/12/2014; al 50% per quelle che si effettueranno nel 2015, escludendo le parti comuni condominiali, la cui detrazione sarà del 65% fino al 30/06/2015, l’anno dopo si abbasserà al 50%.

Martino Torsiello

Martino Torsiello

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Con la nuova legge di stabilità approvata lo scorso 27/12/2013 – si legge in una nota diffusa dall’Associazione Civica Mente – sono stai prorogati gli Eco-bonus previsti dal DL 4 /06/2013, n. 63  che ha recepito la direttiva 2010/31/UE, il cui scopo è favorire la riqualificazione e l’efficienza energetica del patrimonio immobiliare italiano.

Con il suddetto provvedimento di proroga, – si spiega nella nota – il decreto è stato perfezionato sia nella forma che negli effetti. L’agevolazione, che consiste in detrazioni Irpef o Ires, è stata confermata nella misura del 65% per le spese sostenute dal 6/06/2013 al 31/12/2014. La detrazione è invece pari al 50% per le spese che saranno effettuate nel 2015, fatta eccezione per  le parti comuni degli edifici condominiali, la cui detrazione sarà del 65% fino al 30 /06/ 2015; poi per un anno ancora, fino al 30/06/2016, si abbasserà al 50%.

I beneficiari dell’Eco Bonus potranno essere cittadini proprietari di un immobile e gli enti pubblici con fini non commerciali. Questi avranno diritto a incentivi fino a :

  • 100.000 euro per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti.
  • 60.000 euro per interventi nell’involucro degli edifici (pareti e finestre, compresi gli infissi) installazione pannelli solari
  • 30.000 euro per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale

Condizione indispensabile per fruire dell’Eco Bonus è che gli interventi siano eseguiti su edifici (o su parti di edifici) esistenti, di qualunque categoria catastale.

Tenendo presente le linee guida delle direttive Europee che impongono entro il 31/12/2020 che tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno essere a “energia quasi zero” e che anticipano il termine di adeguamento al 31/12/2018 per gli edifici di nuova costruzione occupati dalle P.A. e di proprietà di queste ultime – precisa Martino Torsiello giovane componente dell’Associazione Civicamenteci auguriamo che l’ente recepisca tale proposta indispensabile per innovare le strutture comunali e che nel contempo venga effettuata un’adeguata campagna informativa per i cittadini.

Battipaglia, 6 febbraio 2014

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente