Fisciano: L’Ufficio del Giudice di Pace resta a Mercato San Severino

Il Sindaco di Fisciano Amabile ha espresso soddisfazione per il salvataggio dell’Ufficio del Giudice di Pace di Mercato San Severino.  

Il Ministero della Giustizia, si è espresso positivamente in merito all’istanza per il mantenimento della sede dell’Ufficio del Giudice di Pace presentata dal Comune di Mercato San Severino, ai sensi del decreto legislativo 156/2012.

Tommaso-Amabile

Tommaso-Amabile

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

FISCIANO – Il salvataggio dell’Ufficio del Giudice di Pace di Mercato San Severino passa anche attraverso l’intervento del Comune di Fisciano, che con grande senso di responsabilità e di servizio verso i residenti locali, ha adottato i provvedimenti richiesti per evitare una ulteriore soppressione di un ufficio di giustizia territoriale. Precedentemente, infatti, la sede distaccata del Tribunale di Mercato San Severino, nell’ambito della razionalizzazione delle spese per le circoscrizioni giudiziarie sul territorio imposta dal Governo Centrale, è stata soppressa per essere accorpata al Tribunale di Nocera.

Di pochi giorni fa, invece, la buona notizia, giunta dal Ministero di Grazia e Giustizia, che si è espresso positivamente in merito all’istanza per il mantenimento della sede dell’Ufficio del Giudice di Pace presentata dal Comune di Mercato San Severino, ai sensi del decreto legislativo 156/2012.

Il Comune di Fisciano, insieme a quelli di Siano, Bracigliano e Calvanico, ha accolto di buon grado la proposta avanzata dal Comune di Mercato San Severino di stipulare una convenzione relativa alla  gestione associata dell’Ufficio del Giudice di Pace, presidio di giustizia sul territorio nonché fondamentale per la vita economica e sociale dei cittadini e delle imprese. A tal proposito, nell’aprile 2013, il consiglio comunale di Fisciano adottò una delibera per dare il via libera definitivo all’attuazione della convenzione che prevede, per ogni Comune aderente, di farsi carico pro-quota delle spese di funzionamento e di erogazione del servizio di giustizia nella relativa sede, incluso il fabbisogno del personale amministrativo e tenuto conto anche della disponibilità del Comune di Mercato San Severino a fornire un’idonea sede nel proprio territorio.

Il sindaco di Fisciano, Tommaso Amabile, nella circostanza si impegnò a trasmettere agli altri enti locali lo schema di delibera ai fini dell’adozione dello stesso provvedimento. “Siamo soddisfatti del parere positivo ottenuti dal Ministero di Grazia e Giustizia – ha dichiarato il primo cittadino – L’Ufficio del Giudice di Pace di Mercato San Severino è indispensabile per lo sviluppo economico e sociale della comunità della Valle dell’Irno. La sua soppressione avrebbe mortificato il nostro territorio, privandolo di un fondamentale servizio di giustizia, essenziale alla vita dei cittadini”.

“Mantenendo attivo il Gdp di Mercato San Severino – continua Amabilesi evita la trasferta presso gli uffici di Nocera Inferiore, garantendo un cospicuo risparmio in termini economici e di tempo”.  L’accordo stipulato prevede la costituzione di una pianta organica del personale amministrativo coperta con personale dei Comuni aderenti alla convenzione e spese derivanti dalla gestione unificata del servizio ripartite fra gli enti locali in base al numero di abitanti. Le spese annuali sono stabilite dalla conferenza dei sindaci, l’organismo collegiale che cura la gestione di indirizzo del servizio convenzionato.

Fisciano, 25 marzo 2014

2 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente