Battipaglia: E’ Arrivato Gianpaolino, guiderà “Alba” e “Nuova”

Luigi Giampaolino è stato chiamato nel doppio ruolo alla guida di Alba come AU e di Nuova come liquidatore: Ed è già dopo Santese.

Proveniente da Pagani, altra città che ha subito lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose, Gianpaolino ha gestito la Multiservice. Intanto c’è da giurarci, i sindacati chiederanno un incontro per il passaggio dei 44 dipendenti di Nuova Srl alla società Alba.

Comune-di-Battipaglia

Comune-di-Battipaglia

di Oreste Vassalluzzo
da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Direttamente dalle ceneri della Multiservice di Pagani giunge a Battipaglia, alla guida Alba e di Nuova, l’ingegnere Luigi Giampaolino. Il tecnico è stato chiamato dai tre commissari Gerlando Iorio, Ada Ferrara e Carlo Picone, alla guida delle due società partecipate. Da giovedì l’ingegnere ricopre il ruolo di amministratore unico per Alba Srl e di liquidatore di Nuova Srl.

Esattamente i due posti lasciati liberi da Vito Santese con le sue dimissioni. La nomina dell’amministratore unico è stata sancita nel corso delle due assemblee, richieste dai revisori dei conti, dei soci delle due partecipate del Comune di Battipaglia.

Dalla prossima settimana Luigi Giampaolino sarà nella Piana del Sele proveniente da Pagani, altra città che ha subito lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose, in cui ha gestito le sorti, purtroppo soccombenti, del crac della Multiservice per il quale in questi giorni sono partiti i primi licenziamenti per i dipendenti.

Diversa la situazione che si ritroverà nel suo trasferimento dall’Agro alla Piana del Sele. A Battipaglia c’è da risolvere la questione del futuro dei 44 lavoratori della società Nuova Srl che si occupa della manutenzione. I sindacati hanno più volte chiesto, alla luce della nuova legge di stabilità, la mobilità interna verso Alba Srl (la società che si occupa della raccolta e smaltimento dei rifiuti).

Giampaolino dovrà anche dare risposte, assieme ai commissari ovviamente, alla questione del contratto con la cooperativa in “odore” di camorra Multy Service con sede a Palma Campania (NA) finita nelle pagine della commissione d’accesso antimafia.

Se ciò che in quella relazione è contenuto ha determinato lo scioglimento, è necessario intervenire annullando quel rapporto di collaborazione con la partecipata del Comune. Un’opera di risanamento “etico” e “morale” che è necessaria alla luce del gravissimo provvedimento che ha coinvolto tutti i cittadini di Battipaglia. Intanto già dalle prossime ore, c’è da giurarci, i sindacati chiederanno un faccia a faccia con il nuovo liquidatore per il passaggio dei 44 dipendenti di Nuova Srl alla società Alba.

Battipaglia, 17 maggio 2014

2 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente