“Salerno, per una città sociale”: Inaugurazione dei due primi pannelli ceramici

Martedì 25 novembre, ore 11.00, Palazzo Fruscione e San Pietro a Corte “Salerno, per una città sociale”: si inaugurano i primi due pannelli in ceramica.

Il progetto è finalizzato, nella sua centralità, all’accoglienza culturale del turista, uall’azione per una sempre migliore gestione del rapporto con i visitatori italiani e stranieri, e a creare un percorso di formazione e di didattica importante.

Salerno-Palazzo Fruscione-Ingresso

Salerno-Palazzo Fruscione-Ingresso

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Nella giornata di oggi martedì 25 novembre, alle ore 11.00, alla presenza dell’Assessore comunale al Turismo, dell’Arch. Villani per la Soprintendenza e del Vicario Don Biagio Napoletano per la Curia, e dei responsabili del progetto il Prof. Antonio Caroniti e il V. Presidente del Laboratorio dei Pensieri Scomposti Umberto Flauto, l’Associazione Laboratorio dei Pensieri Scomposti aps all’interno di “Educarti”, in collaborazione con l’ Istituto Tecnico “Basilio Focaccia e l’Istituto Alberghiero “Roberto Virtuoso” e con il patrocinio del Comune di Salerno, la Soprintendenza BAP di Salerno ed Avellino e la Curia Arcivescovile di Salerno, inaugurano i primi due pannelli in ceramica realizzati in relazione al progetto “Salerno, per una città sociale”, progetto di sviluppo turistico della città di Salerno che prevede l’installazione di QR-CODE vicino a tutti i monumenti, chiese, palazzi storici e luoghi e spazi di interesse pubblico.

Il progetto è finalizzato, nella sua centralità, all’accoglienza culturale del turista, una importante azione per una sempre migliore gestione del rapporto con i visitatori italiani e stranieri, ed è un percorso di formazione e di didattica importante, sia per i giovani dell’Istituto Focaccia, realizzatori dei sistema informatico, sia per quelli dell’Istituto Virtuoso, attori della fase di accoglienza e di guida culturale. Le prime due installazioni saranno poste su due dei monumenti più importanti della città che vede coinvolti sia il Comune, sia la Soprintendenza, sia la Curia: Palazzo Fruscione e Complesso San Pietro a Corte. Il progetto nei suoi obiettivi avrà uno sviluppo continuo e costante che avrà corso durante tutto il presente anno scolastico e durante i prossimi anni. Nello sviluppo si intravedono già in modo chiaro le enormi potenzialità. Per il progetto si prevede il coinvolgimento di altre scuole salernitane.

Salerno, 25 novembre 2014

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente