Sinistra Unita e Rifondazione sui Mutui: Gli effetti negativi del commissariamento

Gli  effetti  negativi  del commissariamento, non aderire alla rinegoziazione dei mutui in corso con la Cassa Depositi e Prestiti.

Per potere intervenire sul dissesto idrogeologico del nostro territorio, sulla manutenzione del patrimonio comunale, sulla riqualificazione delle opere pubbliche realizzate, il Comune di Eboli dovrà contrarre dei mutui ex novo con la Cassa Depositi e Prestiti?

Silvio-Masillo-Gerardo-Rosania

Silvio-Masillo-Gerardo-Rosania

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – In questi giorni Rifondazione Comunista e Sinistra Unita hanno scritto alla Commissaria Straordinaria del Comune di Eboli, dott.ssa Vincenza Filippi, chiedendole di accedere alla procedura di rinegoziazione dei mutui della Cassa Depositi e Prestiti per consentire al Comune di avere, a fronte di un minimo incremento dell’interesse sui mutui, un risparmio di  sull’importo complessivo (quota capitale più quota interessi) di qualche centinaio di migliaia di euro. Avevamo proposto di utilizzare questa somma, come indica la circolare della Cassa Depositi e Prestiti, in un grande piano pluriennale di manutenzione straordinaria del territorio e del patrimonio comunale.

La Commissaria, in una perfetta impostazione burocratica, ha inteso non accedere alla rinegoziazione dell’ammortamento proprio perchè questo avrebbe comportato un maggiore costo del rimborso dei mutui, considerando l’intero periodo di ammortamento. In sostanza  la Commissaria ci ha comunicato che, se avessimo prolungato di 10 anni il periodo di ammortamento, avremmo dovuto restituire alla Cassa, alla fine dei 10 anni, circa 186.000 € in più.  Quello che non ci dice la Commissaria, e che poi è la cosa che ha spinto migliaia di Comuni in tutta Italia ad accedere a questa opportunità offerta dalla normativa, è quanto avremmo pagato in meno ogni anno. Secondo i nostri calcoli su un prolungamento di ammortamento di 10 anni, avremmo ridotto l’importo della rata annuale di  diverse decine di migliaia di euro. Allungando il periodo di ammortamento, inoltre, sarebbe stata maggiore la riduzione della rata di ammortamento, fino a qualche centinaia di migliaia di euro.

Riteniamo che il Comune di Eboli abbia perso una grande occasione per mettere ogni anno, nel bilancio comunale,  qualche centinaia di migliaia di euro vincolati  alla manutenzione straordinaria: cosa che, considerata la difficile situazione finanziaria dell’ente, non potremo fare ricorrendo ai mezzi ordinari di bilancio. Vuoi vedere che per potere intervenire sul dissesto idrogeologico del nostro territorio, sulla manutenzione del patrimonio comunale, sulla riqualificazione delle opere pubbliche realizzate, il Comune di Eboli dovrà contrarre dei mutui ex novo con la Cassa Depositi e Prestiti? E quanto ci costerà questa operazione? E possiamo fare un mutuo di qualche centinaia di migliaia di euro ogni anno per potere mettere in campo quel piano pluriennale di manutenzione, di cui il nostro territorio ed il nostro patrimonio hanno urgente bisogno?

Anche questi sono gli effetti del commissariamento del Comune. Anche di questo dovremmo ringraziare Melchionda & c.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente