Polemiche sui gazebo del Presepe Vivente- De Vita si ritira subito

Astone, Confesercenti: “La nostra solidarietà al Centro Elaion e al Presidente De Vita. Riteniamo che il Presepe vivente sia una grande attrazione e non può mancare il nostro pieno appoggio”

De Vita: “Il nostro scopo è quello di portare un messaggio di pace e fratellanza, ma anche di integrazione amorevole dei nostri ospiti con la città”.

EBOLI – Le polemiche in questa Città sono una regola, anche perché la maggior parte dei “critici” sono quelli che fanno regredire la nostra comunità. Qualsiasi iniziativa o viene immediatamente clonata, in modo da sminuire gli eventi o si “bombarda” ad alzo zero per evitare ogni replica ed ogni successo. Così sta capitando alla 2^ edizione del Presepe Vivente in piazza, organizzato scrupolosamente l’anno scorso dal Centro Nuovo Elaion.

L’iniziativa fortemente voluta da questa struttura e dal suo Presidente Cosimo De Vita, Realizzata e proposta, mostrando una organizzazione impeccabile, sia per la capacità logistica, che scenografica, sia per la soddisfazione dei laboratori permanenti che sul Centro Elaion impegnano soprattutto i ragazzi diversamente abili, di aver realizzato un percoso figurato permanente, che improvvisamente, come avvenne lo scorso hanno, si trasforma da figurato a vivente. Una magia che nella seconda edizione, il Centro Elaion aveva pensato di coinvolgere l’intera cittadina o almeno numerose zone, per rendere itinerante sia la manifestazione che la scenografia e la magia della trasformazione animo-figurata.

Attilio Astone e Ass. Palladino

Attilio Astone e Ass. Palladino

I lavori erano già iniziati e incominciavano ad occupare spazi da destinare alle varie “raffigurazioni” con il favore dell’intera Città che in alcuni casi si sono anche adoperati per aiutare a montare i gazebo. Quei gazebo che invece qualche stupido ha voluto criticare, ipotizzando un loro ingombro come un effetto negativo rispetto alle proprie attività commerciali.  

In un attimo si è diffusa in tutta Eboli la notizia, tanto che la Confesercenti ha dovuto intervenire per ribadire la loro piena condivisione e il loro pieno appoggio all’iniziativa dell’Elaion, che non può portare che benefici alla città in generale e ai commercianti in particolare, quando dai paesi vicini si riverseranno nelle strade per ammirare il Presepe Vivente e tutta la maxi scenografia. La Confesercenti di Eboli attraverso Attilio Astone, raggiunto telefonicamente ribadisce:

“La nostra più piena solidarietà al Centro Elaion e al Presidente De Vita, oltre che il pieno appoggio all’iniziativa del Presepe Vivente, che riteniamo sia una grande attrazione, tra l’altro a costo zero, che l’Elaion offre alla Città. Questa sera nell’incontro, già programmato, che abbiamo con il Sindaco Martino Melchionda, parleremo anche di questo, per cercare di favorire ancora di più quet’evento che fa registrare solo passione, pensando chi vi è dietro e cosa simbolicamente può rappresentare” -.

Cosimo De Vita Presidente Nuovo Elaion Eboli

Cosimo De Vita Presidente Nuovo Elaion Eboli

Come sono montate le polemiche immediatamente il Presidente De Vita ha dato ordine di smobilitare occupando solo l’area della Piazza, tra le proteste garbate della gente che in qualche modo si manifestavano favorevoli all’iniziativa, indicando in quei pochi sparuti commercinti i peggiori nemici di Eboli.

Cosimo De Vita tra l’altro, ha preferito “ritirarsi” per evitare che anche lo strascico delle polemiche potesse creare eventuali spaccature tra i commercianti – “Lo scopo principale della manifestazione era quello di portare un messagio di pace e di fratellanza, coinvolgendo più zone della Città si voleva far parteciapre tutti. L’Elaion nelle sue finalità oltre ad avere una missione nella cura e lìassistenza di persone diversamente abili, ha anche quella di integrarsi con amore nella Città, e se il nostro slancio deve essere interpetrato diversamente, vuol dire che dobbiamo evitare polemiche e modificare il nostro messaggio per farlo recepire a tutti. Ringrazio tutti quelli che ci sono stati vicini anche in questa occasione” -.

Non ci sono parole, qualsiasi cosa si dica è superflua. Resta solo l’amaro in bocca per alcuni, fortunatamente pochi, che si iscrivono di volta in volta negli elenco degli stupidi con l’aspirazione di arrivare alla vetta, ma che giocano ruoli pericolosi facendo si, che anche quelli che sono animati da buona volontà si ritirino. Quello che è grave e spero non risponda a verità, che tra coloro i quali hanno voluto protestare vi sia anche un sacerdote. Una guida spirituale e morale di riferimento per migliaia di giovani e non anzichè protestare dovrebbe spalancare le sue porte e dare il suo contributo che sicuramente verrebbe accolto con favore.

Sperando non sia vero, giova ricordare, che taluni messaggi, specie quelli pastorali, se non escono dalle parrocchie e hanno la forza di affrontare la strada e la Piazza con tutte le conseguenze del caso, non arriveranno mai a destinazione e non raggiungeranno mai coloro i quali, sopra di ogni cosa, che ne hanno bisogno più degli altri, o quelli che invece sono scettici nei confronti della chiesa, e perano l’assioma negativo Sacerdoti-Chiesa, anziché avvicinarsi si allontanano sempre più.

La risposta più giusta sarà quella di convincere gli stupidi di non “sporcare” le iniziative specie quelle che sono sorrette da finalità nobili, ma nello stesso tempo l’Amministrazione faccia il possibile per favorire ogni cosa e indicare questo evento come momento istituzionale, al pari di una qualsiasi altra iniziativa già consolidata, concorrendo semmai anche solo simbolicamente.

25 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Piena solidarietà al presidente ed a tutto il centro………………….
    andate avanti…. siete stati sempre un esempio di organizzazione e gestione degli eventi sociali e solidali.
    con stima
    Antonio Corsetto

  2. Questi quattro commercianti da strapazzo e questi preti inutili, che non danno mai niente.
    Si devono solo vergognare, nell’occasione dello sgombero di S. Nicola Varco nessuno di loro si è prodigato è dovuto venire don Ezio da Battipaglia per accogliere quei poveri disgraziati. L’Elaion e il suo Presidente possono essere anche antipatici, ma trattano bene i loro malati e contribuiscono sempre a tutte le iniziative culturali. Bravi

  3. credo che la presenza di una struttura privata che organizzi una maggior parte degli eventi natalizi a eboli sia un esempio sbagliato, mi spiego meglio, è un brutto segnale far capire alla popolazione che il comue non mette in campo niente per natale o quantomeno molto poco e cio’è solo 8000 euro per il patrocinio non avendo fondi da destinare….far intervenire un privato e sappiamo di ci si tratta non è una bella immagine per la città. siamo davanti al ridicolo per l’ennesima volta e spero sia davvero l’ultima, condanno l’atto dei commercianti e dei preti che hanno fatto amontare i gazebo lungo il viale emandola ma condanno anche un assessore che non ha programmato insieme ai rappresentanti di categoria l’itinerario della intera manifestazione!! Vergogna amministratori e grazie Presidente De VIta per la tua grande disponibilità.

  4. E invece l’ISES che fa organizza la Befana?

  5. fate i nomi chi si lamenta bar sport che fa 5 caffe al giorno e che tiene un cane in un bar ma nessuno lo fa chiudere siamo seri queste sono solo belle iniziative gia siamo morti poi ci lamentiamo pure sindaco non ascoltare questa e gente che vuole male al nosro comune

  6. Ma è possibile mai che in questo paesello allo sbaraglio, ogni volta che qualcuno si inventa una iniziativa, ci investe tempo e denari…esce sempre il cretino di turno a far smontare baracca e burattini per sterili capricci????mai come adesso ho vergogna di essere ebolitana e sento di esprimere tutta la mia sincera solidarietà al presidente dell’Elaion, De Vita.

  7. Una polemica che si poteva e doveva evitare, dobbiamo consumare le energie in cose costruttive….L’iniziativa è commendevole e porta lodi ammirevoli alla Citta’, criticare è l’arte di chi sparla e non agisce!

  8. perchè i commercianti del viale amendola non combattano l’occupazione del suolo pubblico a solo utilizzo dei bar e pizzerie con l’istallazione delle strutture fisse che arrecano solo danno alla intera cittadinanza ebolitana? contestano l’ottima iniziativa del presidente De Vita -Centro Elaion- Eboli che paese strano? giusto che ci amministrano quei…………. e abbiamo anche il coraggio di lamentarci ?

  9. c’è un candidato a sindaco che intende inserire nel suo programma l’abbattimento delle strutture fisse dei bar e pizzerie sul viale amendola, restituendo agli ebolitani quanto le passate amministrazioni hanno tolto ?

  10. x aquila. ANCH’IO COME EBOLITANO NON PROVO PARTICOLARE SIMPATIA PER I GAZEBO DI BAR E PIZZERIE, CHE OGGETTIVAMENTE INTRALCIANO IL PASSEGGIO, IN SPECIAL MODO SUL VIALE, IL ” NOSTRO SALOTTO BUONO”. MA VI ‘ DA RIMARCARE CHE TALI ESERCIZI PUBBLICI, SONO CONTRIBUENTI SPECIALI DEL COMUNE, DATO CHE PAGANO T.O.S.A.P. E C.O.S.A.P. LE TASSE PER OCCUPAZIONI TEMPORANEE O PERMANENTI DI SUOLI ED AREE PUBBLICHE, CONTRIBUENDO AL MAGRO BILANCIO COMUNALE! SENZA TALI CONTRIBUTI ELARGITI DAGLI OPERATORI ECONOMICI,IL BUDGET SAREBBE REDISTRIBUITI SULLA CITTADINANZA INTERA, AUMENTANDO LA TASSAZIONE DIFFUSA ANCORA DI QUALCHE ALIQUOTA. DUNQUE CARI AMICI,LE PAROLE PER QUANTO AD EFFETTO NON RISOLVONO I PROBLEMI CONCRETI,FINANZIARI NELLA FATTISPECIE, ALMENO CHE NON VI SIANO PROPOSTE ALTERNATIVE CONCRETE , E LA DEMAGOGIA DEI TUTTOLOGI DI PROFESSIONE E’ UNO DEI MALI CRONICI DEL NOSTRO PAESE. SALUTI A TUTTI

  11. io ho un centro di formazione sul viale amendola da 10 anni ma questa polemica e un paradosso non solo abbiamo un pazzo (Pres. De Vita) che impiega risorse umane e materiali per caratterizzare il ns. territorio ed attrarre attenzione delle cittadine limitrofe visto che ad eboli non viene nessuno in paese ma bensì vanno solo ai concerti, tanto e vero che il viale e sempre deserto spiegtatemi perchè questo accanimento verso una manifestazione natalizia sostenuta da un Centro che oltre a dare lavoro a tanti ebolitani e sempre sensibile alle problematiche dei diversamente abili si crei questa assurda polemica anzichè collaborare lo spirito natalizio della partecipazione e solidarietà fanno la guerra per cosa? queste cose mi mortificano e mi vergogno di essere ebolitano

  12. Per Marco Naponiello e’ gia’ la seconda volta che parli in difesa di quegli obbrobri che intralciano il traffico pedonale di tutto il viale Amendola, ma ti sei mai chiesto quanto incamera il comune con il versamento del Canone Occupazione Suolo e Aree Pubbliche da parte dei beneficiari del viale Amendola : una sciocchezza ! Per quanto attiene” la demagogia dei tuttologi di questo paese'”, fai attenzione Marco, ti sei incamminato su una cattiva strada … ah scusa dimenticavo TOSAP e COSAP sono lo stesso identico balzello! Questa e’ la seconda volta che le consideri cose diverse, la TOSAP e’ stata sostituita dalla COSAP. La tuttologia , la tuttologia…

  13. @gianfranchino:La differenza e’ reale-tosap e cosap hanno una 1°differenziazione temporale :Se la durata è più di un anno è una tassa di tipologia permanente cosap, altrimenti temporanea.e una 2°strutturale (patrimoniale il Cosap e tributaria la Tosap) dunque di aliquota! La tosap è un TRIBUTO, regolato dalla legge statuale capo II del D-Lgs. 507/1993,la cosap un CANONE di pertinenza del regolamento comunale,D.Lgs. 446/1997, cui demanda l’intera , ampliando tra l’altro la potestà normativa dell’ente locale, il quale può stabilire in piena autonomia sia la disciplina che le tariffe.L’Ente Comunein,ORA camera molto di piu’ che in passato, mio caro amico,vedi anche le tariffe di alcune concessioni come anche quelle dei lidi balneari non sono risibili come in un tempo! Poi,Governare & Amministrare e’ arte difficile che comporta:competenze,impegno,amalgama….MIO CARO GIOVANOTTO PRESUNTUOSO, E MI DISPIACE DIRLO PENSA PRIMA DI PARLARE, IO SONO UN TECNICO DEL DIRITTO,E NON “SPEAKING” A VANVERA !!!

  14. …e poi se fossero la stessa cosa: xkè 2 nomi diversi ? allora,chi è incamminato adesso,sulla cattiva strada? Criticate solo in mancanza di idee, solo veleno, solo ” ‘nciuci jevulis “, ma nessuna proposta.!!!…I SOLDI NON CRESCONO SUGLI ALBERI, ED UN ENTE PUBBLICO, IN SPECIE IN UN PERIODO DI STAGFLAZIONE( stagnazione & inflazione) COME ORA DEVE REPERIRLI IN MILLE MODI !!!…DA PARTE MIA,NIENTE DI PERSONALE…BUONA SERATA…Marco.

  15. Vai al Servizio Piccoli Tributi e chiedi lumi , la Tassa Occupazione e’ stata sostituita dal Canone Occupazione, caro tecnico del diritto, aspirante tuttologo .E poi, non scantonare stavamo parlando delle baracche del viale Amendola non dei lidi balneari?
    Il comune di Eboli dalle “catapecchie”, in parola, ” incamera” piu’ problemi che euro.

  16. SI PUO’ SCEGLIERE SEMPRE LA DURATA VOLUTA DELL’OCCUPAZIONE, E NON E’ DETTO CHE IL COMMERCIANTE NON POSSA OPTARE PER UNA STAGIONALE, E DUNQUE RIENTRARE NEL TRIBUTO=TOSAP!NON SCANTONO, MA PONGO UN ESEMPIO ULTERIORE ED ADIACENTE, DI ENTRATA ERARIALE COMUNALE, CHE DA ANNI NON SONO “SCIOCCHEZZE” COME GIUSTAMENTE AFFERMAVI TU, MA QUESTO IN PASSATO! COSAP E TOSAP MIO SAPUTELLO COESISTONO NELL’ORDINAMENTO GIURIDICO ITALIANO, ALTRIMENTI SI PARLEREBBE DI ABROGAZIONE DELLA TOSAP CHE “rebus sic stantibus” NON E’ ANCORA AVVENUTA! che siano piu’ problemi che euro, lascialo decidere ai contabili del comune, lo sapranno meglio di noi!

  17. …e poi rifletti,col taglio dell’ ICI sulla prima casa,i comuni hanno entrate ridotte anche del 50% a salire su,e son costretti, ahinoi, a privatizzare dai cimiteri ( da anni la nettezza urbana),fino SPERIAMO DI NO all’ACQUA! DA UNA PARTE DOVRANNO USCIRE LE “FINANZE” comunali! COME CITTADINO ,TI RIPETO, LI VEDO COME TE,DEGLI OBBROBI INTRALCIANTI IL,”LIBERO PASSO”, MA E’ UN BALZELLO,PURTROPPO, ad horas, INDEFALCABILE! BUONA SERATA

  18. Dispiace che persone di lodevole inventiva, con capacità manageriali sotto gli occhi di tutti, debba subure e sottostare alla volontà di tanti incapaci, che giorno per giorno affondano sempre di più questa tanta vituperata città. E ora di smetterla di affidarci ai politicanti di mestiere. Sperando che le nuove generazioni in tutti i campi, spazzano via la mentalità che fa regredire sempre di più Eboli. Piena solidarietà al Presidente del Nuovo Elaion. Mariano Pastore

  19. CONCORDO COL Dr PASTORE; AD EBOLI LO SPORT PREFERITO E’ LA CRITICA SISTEMATICA E GRATUTITA, PERCHE’ E’ FACILE, COMODA, E IN MOLTI CASI ANONIMA…MA NESSUNO METTE SUL PIATTO DEL CIVILE CONFRONTO : ELABORAZIONI, IDEE , PROPOSTE NUOVE,TRANNE I TROPPO POCHI ( a dir poco eufemisticamente), CORAGGIOSI!

  20. Vorrei capire, se qualcuno avesse la cortesia di spiegarmelo, come è stata organizzata questa cosa e se prima della decisione i commercianti dissenzienti siano stati in qualche modo avvisati. Mi pare strano che questi pochi commercianti , di cui si parla, manifestando il proprio dissenso abbiano potuto far fallire un’iniziativa del genere .E’ come se al Palasele venisse organizzato un concerto di Gigi D’Alessio e di fronte alle rimostranze di qualcuno che non gradisce il genere il concerto venisse annullato. Ci capisco poco e se qualcuno mi illumina mi farrebbe piacere.

  21. farebbe* con una sola r

  22. da commerciante vi dico che a eboli chi vuol fare un qualcosa di buono viene penalizzato
    quindi non mi meraviglia che 4 commercianti facciano questo comunque credo che il centro elaio e il loro presidente ha la solidarieta della magior parte degli ebolitani commercianti e comuni cittadini

  23. UNA PROVOCAZIONE: VA BENE LA BELLEZZA DELLA MANIFESTAZIONE CHE NON SI DISCUTE, MA IN UN MOMENTO DI CRISI QUALE QUESTO, DOVE L’ASSOCIAZIONE DEI CENTRI PRIVATI SI LAMENTA DEI TAGLI AI FONDI AD ESSE DESTINATE, DOVE NEI MESI SCORSI LE STRUTTURE PROVINCIALI HANNO INSCENATO MANIFESTAZIONI DI PROTE STA ALLA PROV. E REG. E QUANT’ALTRO….FORSE QUESTI SOLDI SI POTEVANO RISPARMIARE PER IL CENTRO ELAION! IL PROSSIMO ANNO NON SI GARANTIRANNO MOLTE PRESTAZIONI EROGATE DA TALI COOP. SOCIALI ( la sanita’ campana ha oltre 2mld eu di passivo) E, LO STESSO DE VITA PAVENTA UNA RIDUZIONE DRASTICA DEI SOLDI (2010)STATALI…..ORBENE, ALLORA FORSE DOVREMMO ( ai tanti osannatori) RICORDARE I COSTI INGENTI (manodopera-strutture) DI TALE PRESEPE VIVENTE! “in tempi grami,SI FA DI NECESSITA’ VIRTU'”! Buona Fortuna

  24. viene da definire “diversamente abili” quei 4 straccivendoli, che hanno osteggiato un’ iniziativa socio-culturale, di interesse comune e vi assicuro benefica per la città. OCCORRE creare “movimento” di persone , capitale, ricchezze, in qualsiasi modo legale, favorendo e PARTECIPANDO ad iniziative di questo genere….Eboli è una città in costante e repentino regresso, diamoci una scossa… abbiamo Bisogno di QUALCUNO che sappia davvero amministrare, e di buoni tecnici che operino sul territorio…. fin tropppi politici hanno divorato e sperperato il patrimonio di questa città….. FERMIAMO questo scempio….

  25. ….AUSPICHIAMO SOLTANTO CHE IL CENTRO ELAION, NON RIMPIANGA FRA QUALCHE SETTIMANA LE SPESE FATTE, PER TALE MANIFESTAZIONE, CHE E’ DA APPREZZARE, MA LA CONGIUNTURA METTENTE A REPENTAGLIO SERVIZI AI PAZIENTI, E POSTI DI LAVORO AI DIPENDENT,I MERITAVA UNA CONSIDERAZIONE + ACCORTA…CONCORDO COL DANDY! STRACCIARSI LE VESTI, SAREBBE DI QUI A (Febbraio-Marzo) PRESTO,PARADOSSALMENTE IRRITANTE!!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente