Raccolta firme Referendum Abrogativo legge “Buona Scuola” di Renzi

Il Comitato Nazionale “Leadership alla Scuola” invita a sottoscrivere il Referendum Abrogativo legge “Buona Scuola” di Renzi.

Informazioni utili: Per sottoscrivere il Referendum abrogativo si può firmare dal Lunedì al Venerdì presso il proprio Comune di residenza. Per approfondimenti: www.referendumabrogativoscuola.it

Referendum Abrogativo Buona scuola Governo Renzi

Referendum Abrogativo Buona scuola Governo Renzi

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Firmo per il Referendum Abrogativo dell’intera Legge n. 107 di Renzi Sulla Scuola – si legge nel testo del comitato promotore “Leadership alla Scuola” perchè:

  1. LE SCUOLE PERDERANNO LA LORO PREROGATIVA DI PALESTRE DI DEMOCRAZIA VISSUTA. La scuola pubblica fino ad oggi ha permesso a ciascuno di sviluppare al massimo le proprie potenzialità, nonostante situazioni familiari e socio – economiche differenti: tutti gli studenti, attraverso le personalizzate opportunità formative, hanno avuto la possibilità di realizzare un progetto di vita consono alle proprie aspirazioni.
    IL GOVERNO, INVECE DI RIDURRE GLI SPRECHI PUBBLICI, PENSA DI SOPPERIRE ALLA SCARSITÀ DI FONDI ATTRAVERSO IL RICORSO A SPONSOR PRIVATI.
    È chiaro che scuole situate in territori e\o quartieri ricchi potranno fruire di sostanziosi contributi economici e dunque offriranno ai pochi già fortunati (allievi e docenti) un servizio d’eccellenza. Di contro le scuole del sud, delle periferie, di territori deprivati economicamente sprofonderanno sempre di più nel pozzo nero del deterioramento di strutture già fatiscenti e pericolose! Questa Riforma sta creando SCUOLE DI SERIE A E SCUOLE DI SERIE INFIMA, IL GOVERNO RENZI STA RENDENDO I NOSTRI RAGAZZI CITTADINI DISUGUALI!
  2. Con il paventato BLOCCO DELLE SUPPLENZE, SARÀ INEVITABILE L’AUMENTO DELLE CLASSI – POLLAIO e, sicuramente, non si riusciranno più a garantire gli attuali standard formativi. I PRIMI ALUNNI AD ESSERE PENALIZZATI SARANNO I BAMBINI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI poiché le insegnanti di sostegno compresenti in classe saranno le prime ad essere utilizzate per le supplenze temporanee.
  3. CON L’ALBO TERRITORIALE E LA DURATA TRIENNALE DEI CONTRATTI DEI DOCENTI, SARÀ COMPROMESSA SERIAMENTE LA “CONTINUITÀ DIDATTICA” che non è un valore riconosciuto solo dai genitori, ma è parte imprescindibile di un percorso formativo organico e completo, che mira a promuovere uno sviluppo articolato e multidimensionale del soggetto il quale, pur nei cambiamenti evolutivi e nelle diverse istituzioni scolastiche, costruisce così la sua particolare identità, difatti una corretta azione educativa richiede un progetto formativo continuo.
  4. “LA SCELTA DEGLI INSEGNANTI “OPERATA DAL PRESIDE in perfetta solitudine, in ottemperanza a criteri stabiliti solo da lui poiché RENDERÀ LE NOSTRE SCUOLE FACILI PREDE DI CLIENTELISMO POLITICO, DI CORRUZIONE, DI INTIMIDAZIONI MALAVITOSE: LA RACCOMANDAZIONE SOSTITUIRÀ IL MERITO.
  5. I Politici condizioneranno i Dirigenti Scolastici che potranno essere restituiti al loro ruolo di appartenenza. I Dirigenti scolastici, visto il rafforzamento dei loro poteri, condizioneranno i docenti (Fine della libertà di insegnamento-apprendimento sancita dalla Costituzione).

La politica con questo sistema condizionerà le nuove generazioni attraverso il sistema nazionale scolastico. Si può firmare dal Lunedì al Venerdì presso il proprio Comune di residenza per sottoscrivere il Referendum. Per approfondimenti: www.referendumabrogativoscuola.it

Referendum abrogativo Buona scuola

Referendum abrogativo Buona scuola

Contatti: Russo Anna 3711424978, Genovese Imma, 3277068271, Maria Rosaria 3337689466, Percuoco Marcella 3711428109, Daniela Margiotta 3883035722, Carmela 3290398266

La Scuola checchè ne pensi il Governo Renzi, non è un luogo di potere, ma sede di servizi alla persona, di rispetto, di tolleranza, di inclusione, un’occasione di crescita umana, una palestra di democrazia vissuta e di esercizio di libertà di pensiero, un ambiente di apprendimento pulito e sano e non un luogo di corruzione, di giochi di potere e di sopraffazione.

Salerno, 10 settembre 2015

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Mobilitazione precari Snals venerdì ore 15,00 prefettura Salerno partecipate tutti

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente