Salerno: UnisaCar, il Sistema di trasporto per raggiungere l’Università senza Bus

“Unisacar” è l’idea di uno studente ebolitano per raggiungere l’Ateneo salernitano senza bus, sopperendo alla carenza di trasporto pubblico.

Il CarSharing, la condivisione di un viaggio in auto verso l’ateneo, risparmiando le spese e conoscendo persone nuove ogni volta, è l’idea del giovane Donato Cerullo, ereditata dal più conosciuto “BlaBlaCar”.

Donato Cerullo-Foto

Donato Cerullo-Foto

UnisaCar 1

UnisaCar 1

di Annamaria Forte
per (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – “UnisaCar“: l’idea di uno studente ebolitano per raggiungere l’Ateneo senza bus approda anche all’Unisa, il CarSharing, alias la condivisione di un viaggio in auto verso l’ateneo, risparmiando le spese e conoscendo persone nuove ogni volta. L’idea è del giovane Donato Cerullo, di certo ereditata dal più conosciuto “BlaBlaCar” sito italiano per reendere sempre più facile, affidabile ed efficace la condivisione dell’auto mettendo semplicemente a contatto conducenti e passeggeri che desiderano effettuare un viaggio. L’iniziativa nasce dall’insoddisfazione per il trasporto pubblico locale: recentemente ad Eboli il prezzo di una sola corsa è schizzato a 2,70 €, annesso poi  alle difficoltà delle  tante  corse cancellate  sempre più frequentemente.

UnisaCar-avviso

UnisaCar-avviso

“Il trasporto pubblico locale fa schifo. Pullman in ritardo, corse cancellate, disservizi. Liberati dalla quotidianità del bus e condividi il viaggio in auto – con queste parole lo studente Donato Cerullo, su Facebook, ha lanciato la sua interessante iniziativa chiamata Unisacar. Il regolamento di Unisacar è semplicissimo – Sulla pagina i ragazzi possono postare gli annunci dei loro viaggi verso Fisciano, dare un orario e una spesa, ma presto ci sarà anche una App da scaricare – annuncia l’ideatore di Unisacar – Una proposta interessante che sta suscitando l’interesse di molti studenti“.

Giovane studente ebolitano, Donato Cerullo appena 22 enne iscritto al secondo anno di Economia Management all’Università di Salerno, è così che decide di protestare per l’insoddisfazione del trasporto pubblico degli studenti universitari ebolitani. Per molti il caos principale è dettato dal ritorno che i Bus arrivano fino a Battipaglia e da lì costretti non solo ad aspettare una coincidenza ma anche acquistare altro biglietto per un’altra compagnia di trasporti.

Da qui il 22 enne realizza una pagina sul social network di Facebook dal nome”UnisaCar“, ovvero la condivisione di un viaggio in auto verso l’Ateneo, risparmiando le spese e conoscendo persone nuove ogni volta. “Sulla pagina i ragazzi possono postare gli annunci dei loro viaggi verso Fisciano – ribadisce Donato Cerullo dove dare un orario e una spesa, ma presto ci sarà anche una App da scaricare gratuitamente, annuncia il giovane“.

Una proposta interessante che in pochi giorni sta suscitando l’interesse di molti studenti ebolitani e non, infatti in quattro giorni ha visto iscriversi a questo gruppo oltre mille e ottocento ragazzi, tutti interessati ad un viaggio all’Ateneo in compagnia e sopratutto in comodità e senza calvario.

” Non mi aspettavo tanto entusiasmo – dice ancora Cerullo – infatti in poco meno di 48 ore ho dato vita a questo progetto e viaggia già alla grande, per i numerosi iscritti che vede interessare non solo gli ebolitani ma anche molti studenti residenti in altre province.

Moltissimi intanto i post lasciati nella bacheca di richiesta di passaggio, diventato da subito punto di incontro per passaggi da ogni angolo della provincia e diretti all’Ateneo.

Salerno, 6 ottobre 2015

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente