"Ernesto galli della Loggia" tag

Il Linguaggio della inciviltà…… in un Paese in declino

ROMA – La società civile italiana, cominciando dai suoi deputati, è diventata un coacervo d’inciviltà. Il turpiloquio sessista dei parlamentari grillini di oggi e dei guitti di sinistra di ieri segue quel “filo rosso” che non piace agli italiani.
Il degrado dei comportamenti, dei modi e del linguaggio ha molte origini, ma un suo fulcro è di certo il grave indebolimento che hanno conosciuto tutte quelle istituzioni come la famiglia, la scuola, la Chiesa, i partiti, i sindacati.

L’Atlante populista italiano di Ernesto Galli della Loggia

MILANO – Una classe politica chiusa nella supponenza delle sue chiacchiere, la quale non ha voluto prendere atto che c’è un’Italia sempre più numerosa che non ne può più: né di lei né dei suoi partiti.
Il populismo si limita perlopiù a invocare comportamenti diversi, denuncia ingiustizie e latrocini, insiste sulla moralità e sulla qualità delle persone …come ha fatto Grillo.

E tra i palazzi spunta l’autorizzazione di una Pala Eolica: Gli aggiornamenti

EBOLI – AGGIORNAMENTO: Pare che il Comune abbia Sospesi i lavori. Il Permesso era decaduto e la Variante era nulla.
E nel fabbricato dove si “Vendono gli appartamenti abusivi” secondo Gian Antonio Stella, spunta l’autorizzazione per la realizzazione di una pala Eolica alta oltre 6 piani.
Dietro la dicitura: Variante per la costruzione di un box auto interrato e un impianto tecnologico fuori terra. Si nasconde l’autorizzazione per la costruzione di una Pala Eolica di 18,30 metri di altezza e a pochi metri dai fabbricati.

Il paesaggio preso a schiaffi di Ernesto Galli della Loggia

Immagini e costi dell’incuria. Ernesto Galli della Loggia mette sotto osservazione con la sua “lente di ingrandimento” la Calabria. Il paesaggio preso a schiaffi di Ernesto Galli della Loggia MILANO – Si segnala…

La pozzanghera del malaffare

MILANO – I Partiti, la Corruzione, il Paese: La pozzanghera del malaffare.
Corruzione politica da un lato e regole dell’azione giudiziaria dall’altro strangolano la democrazia. La destra è convinta di mettere il morso alla Magistratura e la sinistra di ricevere un vantaggio dalle inchieste giudiziarie.

Una politica troppo forte è il male antico dell’ Italia

ROMA – Il problema: È dal Risorgimento che soffriamo di scarso senso dello Stato. La svolta: Con il fascismo si sviluppò l’occupazione partitica della società.
Il primato dell’ideologia ha minato le istituzioni

La Corsa è finita: Il Paese nelle “mani” dell’orgoglio di Berlusconi

ROMA – Berlusconi è leader indiscusso del centro-destra, chi lo conosce sa che non mollerà la presa. Lo scontro è tra antipolitica e politica, nuovo e vecchio, berlusconismo e realismo. Naturamente lui è il “nuovo”.
Con lo strappo vengono fuori nuovi leader: Bocchino, Viespoli, Della Vedova, Granata, Ronchi; al posto degli impresentabili La Russa, Gasparri, Santanché, fascisti sciacquati nel liberalismo democratico.

Solitudine di un leader

ROMA – È la solitudine di Berlusconi il dato che oggi più colpisce. Non sta finendo solo una maggioranza o un governo, si sta concludendo l’avventura di un uomo solo.
Più che vinto dalle inesistenti vittorie dei suoi nemici, il berlusconismo oggi crolla vittima di una sorta di autoreclusione, ad opera di una turba di mezze calzette, di villani rifatti, pronta ad ogni servilismo per il proprio personale interesse.

Un Sindaco “Tardo-culturale” che dimentica il passaggio di Garibaldi da Eboli

Il 6 settembre del 1860 Garibaldi passò per Eboli e soggiorno ospite della Famiglia La Francesca. Probabilmente per il Sindaco Melchionda anche il passaggio di Garibaldi sarebbe una operazione tardo-culturale.   EBOLI – Non passa…

A proposito di “meridionalismo”, a ciascuno il suo: La storia agli Storici

NORD & SUD il dibattito Una riflessione a 360 gradi sul Meridionalismo…bisogna fare chiarezza sulla moda del revisionismo sull’Unità d’Italia, che, è legittimo e necessario, ma, come viene fatto oggi, desta più di un…

Il brigantaggio scoperto due volte

NORD & SUD il dibattito
NAPOLI – Il giudizio sul Risorgimento, nel caso migliore, è quello, inverosimile, espresso nel romanzo il Gattopardo: cambiare tutto per non cambiare nulla.
Il Risorgimento fu fatto contro i contadini, contro il popolo, contro tutti, specie contro i meridionali.
NAPOLI – Con questo articolo di Giuseppe Galasso, POLITICAdeMENTE, ha intenzione di continuare a favorire il dibattito sulla questione meridionale……….

Quell’Unità da ritrovare

NORD & SUD il dibattito
ROMA – La protesta del Nord si fa forte dell’ esistenza di problemi reali e ha prodotto una nuova classe dirigente. Quella del Sud rivendicazionistica non tiene conto della miserabile pochezza delle sue classi dirigenti che continuano a stare al loro posto perché votate dai propri elettori.
Un Partito che volesse avere una funzione nazionale, dovrebbe capire senza esitazione, le fondate ragioni del Nord e cercare di combinarle con quelle del Sud.
Con questo articolo POLITICAdeMENTE, ha intenzione di aprire un dibattito sulla questione meridionale e sulla “questione settentrionale”, come questione nazionale,

Scontro tra Scalfari e De Bortoli

Scalfari – De bortoli: Scontro di testate e scontro di direttori a colpi di editoriali.

POLITICAdeMENTE Propone ai suoi lettori, lo scontro a distanza di due Giornalisti, protagonisti indiscussi della informazione: Eugenio Scalfari, editorialista ex direttore e fondatore di Repubblica, uno dei quotidiani finiti nella mira del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi; Ferruccio De Bortoli, tornato a dirigere il Corriere della Sera, proveniente dal Sole24Ore, già finito nel mirino di Berlusconi e per questo lasciò la Direzione del Corsera.

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente