Atti vandalici all’Helios di Paestum: Nel mirino l’Imprenditore Vitolo?

Capaccio, Inquietante raid vandalico nell’ex Helios di Paestum. Indagano i Carabinieri.

Per il proprietario, l’Imprenditore battipagliese Vitolo: “Raptus folle, sono ostaggio di invidia ed istituzioni”. Il riferimento è a un sequestro dei VVUU di Capaccio. Prodotto un dossier alla Procura della Repubblica, i suoi avvocati si sono opposti con relativa messa in mora per i danni subiti.

Atti vandalici-helios-Carlo Vitolo

Atti vandalici-helios-Carlo Vitolo

dannihelios2 (1)foto stiletv

dannihelios2 (1)foto stiletv

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

CAPACCIO PAESTUM. Vandali in azione all’interno dell’ex Hotel Elios, sito nell’area archeologica di Paestum. Un raid avvenuto la scorsa notte che, agli occhi dell’attuale proprietario e dei carabinieri, ha immediatamente assunto una connotazione alquanto inquietante, poiché non è stato rubato assolutamente nulla ma sono stati distrutti tutti gli specchi presenti nella hall, sfoderati tutti i divani ed aperti tutti i cassetti, anche quelli della reception e della dispensa nei locali cucina, come se qualcuno andasse alla disperata ricerca di qualcosa di ben preciso. Frantumate anche particolari decorazioni in vetro di Murano nelle porte, pur essendo tutte aperte, ma non solo: all’interno di una suite al piano superiore, utilizzata come alloggio privato dagli ex proprietari, è stata rinvenuta la scritta ‘Giudeo’ (nelle foto), che in ebraico significa ‘traditore-avaro’, ma non è chiaro che tipo di liquido sia stato utilizzato sul muro ed a chi sia rivolto il ‘messaggio’.

Carlo Alberto Vitolo-1

Carlo Alberto Vitolo-1

In passato, la struttura è stata ripulita di cavi in rame e condizionatori dai ladri, ma l’ultimo raid non è stato un furto, destando sospetti molto diversi. Ad ipotizzarlo è l’attuale proprietario, il noto imprenditore e costruttore battipagliese Carlo Vitolo: “È chiaro che si tratta di un raptus di follia, di uno sfregio d’invidia da parte di qualcuno che conosce molto bene la struttura, un delirio di una persona insana, e la scritta ‘Giudeo’ sul muro della stanza personale del compianto ex proprietario, ne è la conferma. Ai carabinieri ho segnalato una persona sospetta, una donna, notata di notte e ripresa dalle telecamere di alcune attività nella zona. Intanto la struttura, che era in perfette condizioni quando l’ho rilevata all’asta con un altro socio, è stata devastata”.

Dopo la quarta denuncia ai carabinieri di Capaccio Scalo, diretti dal l.te Serafino Palumbo, che ora indagano sull’accaduto con il coordinamento della Compagnia di Agropoli, agli ordini del cap. Francesco Manna, il proprietario Vitolo allarga le braccia: “Sono ostaggio della polizia municipale, del Comune di Capaccio Paestum e della Soprintendenza, in quanto su alcune pertinenze della struttura pendono provvedimenti penali e, essendo nella 220, non posso installare nemmeno una recinzione per proteggerla dai ladri. Ho presentato un dossier alla Procura, ma finora nessuno mi ha ancora risposto”.

PERCHÉ L’HELIOS È SOTTO SEQUESTRO
La polizia municipale di Capaccio Paestum sequestrò il cantiere per uno sbancamento effettuato nel parcheggio dell’ex Helios, dal Consorzio Bonifica di Paestum, per provvedere alla sostituzione di un tubo in amianto, vecchio di 60 anni, che porta acqua alla zona mare. Al riguardo Carlo Vitolo, legale rappresentante della Helios srl di Napoli, società proprietaria della struttura ricettiva, intraprese una durissima battaglia legale a tutela dei propri interessi: i suoi avvocati, infatti, hanno inoltrato un articolato dossier a Procura della Repubblica di Salerno, Soprintendenza Archeologica della Campania, Parco Archeologico di Paestum, Comune di Capaccio Paestum e Consorzio Bonifica di Paestum, impugnando il verbale di sequestro della polizia municipale con annessa costituzione in mora per i danni subiti.

DanniHelios-Carlo Vitolo

DanniHelios-Carlo Vitolo

Link StileTv

Capaccio-Paestum, 11 ottobre 2017

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2017 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente