Pontecagnano e il Circo: Il Sindaco animalista Lanzara aggredito ed insultato

Dopo il Pugno duro di Lanzara contro lo sfruttamento degli animali per lui arrivano minacce e aggressioni.

Lanzara dopo aver risposto agli attacchi dell’Ente Nazionale Circhi per la sia ferma opposizione all’utilizzo di animali negli spettacoli circensi rimane vittima di una aggressione: Un atto intimidatorio grave ed immotivato. Lanzara: “La mia posizione al riguardo delle barbarie che vengono perpetrate all’interno dei circhi, non cambia”.

Circo Orfei-Sindaco Lanzara- rimozione cartelloni

Circo Orfei-Sindaco Lanzara- rimozione cartelloni

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

PONTECAGNANO/FAIANO – Nei giorni scorsi dopo che il sindaco Giuseppe Lanzara, aveva postato su facebook le sue intenzione e la sua contrarietà preannunciando di aver fatto tutto quanto era nelle sue possibilità per “non fare entrare” gli spettacoli circensi nel suo territorio, pur nel rispetto di alcune restrizioni legate a diverse specie di animali, della normativa vigente e la regolarizzazione del pagamento delle imposte sull’affissione di manifesti pubblici, la “temperatura” si era surriscaldata: Da una parte il Sindaco Lanzara dall’altra il Circo Orfei e l’Ente Nazionale Circhi.

La mia posizione, che non cambia nonostante le pressioni, – aveva detto nei giorni scorsi il Sindaco Lanzara – trova le sue fondamenta in motivazioni di carattere legale, igienico-sanitario e morale. Io non mi oppongo al circo in quanto tale, ma alle barbarie che vengono spesso perpetrate al suo interno Come Primo Cittadino e come uomo, – aveva aggiunto il primo cittadino rimarcando la sua battaglia istituzionale contro le crudeltà sugli animali, come manifesto sia morale che politico – continuerò in questa battaglia perché credo fermamente che la tutela degli animali, come pure quella dell’incolumità e della tranquillità della comunità che rappresento, sia una condizione necessaria per testimoniare un impegno a difesa di tutti, indistintamente”.

E così é stato, ma le cose evidentemente sono peggiorate ed ecco che é arrivata l’aggressione. Lanzara é stato minacciato e insultato per la sia battaglia animalista, infatti, nel primo pomeriggio di oggi, in località S. Antonio e più precisamente nei pressi dell’area in cui la famiglia Orfei aveva espresso richiesta di tenere gli spettacoli previsti dal 14 al 18 settembre (Via Vespucci), il Primo Cittadino è stato raggiunto da alcuni individui, presto ricondotti al gruppo dei circensi, mentre disponeva di rimuovere, anche a fronte dei verbali elevati in merito, la cartellonistica pubblicitaria affissa abusivamente.

Giuseppe Lanzara era in compagnia del Comandante della Polizia Municipale e di alcuni collaboratori quando ha subito minacce fisiche e verbali, dopo le quali si è prontamente recato presso la Stazione dei Carabinieri di Pontecagnano Faiano per denunciare l’accaduto.

 

Ma non sono bastate le minacce, le aggressioni e le ingiurie per far cambiare idea al primo cittadino di Pontecagnano Faiano, per lui il problema é politico ed é una battaglia di civiltà che tende a proteggere gli animali tenuti in cattività vieppiù che per ubbidire ai domatori subiscono anche delle vere e proprie violenze.

«Quello di cui sono stato vittima oggi – ha commentato ancora Lanzara – è un atto deplorevole, che poteva anche evolversi in modo diverso e più importante. Nonostante le intimidazioni, non faccio alcun passo indietro. Piuttosto – prosegue – annuncio la continuazione della battaglia, che è e sarà sempre e comunque condotta sul terreno della legalità e del rispetto di chi non la pensa come me. Ringrazio – conclude Lanzara – le centinaia di persone che mi hanno manifestato nelle scorse ore la propria stima e la piena approvazione di questa iniziativa in favore degli animali e confido in una risoluzione del problema in maniera civile e serena.

Pontecagnano Faiano, 13 settembre 2018

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Sindaco a tutta la mia stima ed ammirazione incondizionata, al di là delle colorazioni politiche che possono essere ontologicamente effimere, lei è una bella persona…

  2. Sindaco ha tutta la mia stima ed ammirazione incondizionata, al di là delle colorazioni politiche che possono essere ontologicamente effimere, lei è una bella persona..

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2018 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente