La Lega e Salvini sbarcano anche a Eboli

Noi con Salvini? “SI”. I Militanti salviniani ebolitani hanno “strappato” al leader Leghista una Promessa: Presto verrà a Eboli.

Un nutrito gruppo di simpatizzanti di Matteo Salvini, capeggiato dal portavoce cittadino Vincenzo Albano, ha incontrato il segretario della Lega Nord a Napoli. “Questo incontro ha sfatato molti luoghi comuni!

matteo Salvini con i leghisti ebolitani

matteo Salvini con i leghisti ebolitani

di Marco Naponiello
per POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLIMatteo Salvini parte alla conquista del Sud! Si potrebbe agevolmente riassumere in questa affermazione la recente strategia politica della Lega e del suo leader, il quale volendo emancipare il suo partito dalla zavorra ideologica un pó xenofoba quanto folkloristica verso il Meridione d’Italia e i meridionali, si sta approcciando con numerose visite nelle città dell’ex Regno delle due Sicilie (operando in tal modo una inversione di tendenza completa, anche nel marketing comunicativo) conoscendo cosi personalmente delle realtà a sud della “linea gotica”, in specie al di sotto di quella Roma Ladrona, desueto slogan del fondatore Umberto Bossi (visti anche gli scandali che hanno travolto negli ultimi anni Il Carroccio) e dunque un poco performante messaggio.

matteo Salvini-Vincenzo Albano

matteo Salvini-Vincenzo Albano

Del resto oggetto degli strali del Segretario leghista come della classe dirigente Lumbard, è da tempo l’Unione Europea, ovvero la divisa unica ed i burocrati di Bruxelles, con una forte critica alle politiche governative sullimmigrazione, Islamofobia e un evidente preferenza per le strategie del presidente russo Vladimir Putin prima e adesso di quello statunitense Donald Trump, per la costituzione di un Nuovo Ordine Mondiale, che faccia finalmente tornare il baricentro geopolitico all’Occidente.

Invero il 19 dicembre 2014 Matteo Salvini ha fondato una lista ad hoc per il Mezzogiorno, Noi con Salvini avente l’intento precipuo di confrontarsi apertamente (con una grande dose di coraggio visti i trascorsi) verso le molteplici problematiche esiziali oltre che ampiamente endemiche avviluppanti la composita società meridionale. Tutto ciò si condensa parimenti con l’intento palese di calamitare l’enorme disagio delle popolazioni a cui il Movimento Cinque Stelle attinge da tempo a mani bassi, proponendosi dunque come lalternativa unica e credibile di tutela del popolo (per molti osservatori demagogico – populista) italiano, il quale secondo recenti ricerche demoscopiche è sempre più sfiduciato e pessimista sul futuro.

Matteo Salvini

Matteo Salvini

Le recenti visite partenopee di Matteo Salvini e le relative violente contestazioni, con episodi di guerriglia urbana che si affiancavano a manifestazione di profilo civile, hanno campeggiato copiosamente per giorni su tutti i media italiani coinvolgendo con strascichi giudiziari anche il primo cittadino napoletano, Luigi De Magistris, per non discettare poi delle fiumane di commenti sul web ove tra disamine, battute e ed immagini di ogni foggia, la controversie ha assunto toni esplosivi.

Ora senza entrare ulteriormente nel merito, sarebbe uggioso pletorico al tempo stesso, possiamo sintetizzare che si fronteggiavano nel merito due scuole di pensiero: la prima sanguigna e di stampo meridionalista, considerava la visita di Salvini un grave affronto a Napoli, alla Campania e al Mezzogiorno, basandosi sulla Storia politica del Movimento Leghista, intrisa di offerse pesanti e ripetute alla Terronia, inoltre biasimando i cittadini del Meridione che provano simpatie verso il partito di Alberto da Giussano, una blasfemia in piena regola che tradisce tutto il SudItalia e la sua aspirazione legittima di un dignitoso riscatto.

Vincenzo Albano

Vincenzo Albano

Di contro la “formazione” di opinionisti liberali, che considerano sbagliato non dare la parola ad un contraddittore solo perche inviso, in nome del principio costituzionale sancito nellarticolo 21, della sacralità libertà di espressione. Infatti anche per un motivo pratico sarebbe stato opportuno non creare disordini, si rischierebbe cosi di martorizzare il relatore creando un beffardo effetto boomerang, come lepisodio di Bologna del 19 novembre del 2014 quando un gruppo di facinorosi appartenenti ai centri sociali sfasciò il lunotto dellautomobile del leader leghista, in visita elettorale per le regionali, mettendone a repentaglio la sua stessa incolumità fisica. Difatti quattro giorni dopo (domenica 23), anche grazie a questo inurbano episodio (puntualmente sottolineato dagli analisti demoscopici) la Lega sfondò in una Regione l’Emilia-Romagna tradizionalmente di sinistra, piazzandosi al secondo posto con quasi il 20% dei consensi.

Fatta questa debita premessa torniamo alloggetto dellarticolo, ovvero la recente visita in quel di Partenope del gruppo ebolitano di “Noi Con Salvini“, che nella nostra cittadina ha iniziato sotto le insegne dei Sovranisti(ovvero un altro fronte ideologico Euroscettico) e adesso con molti sforzi cerca di strutturarsi maggiormente nel territorio anche dialogando direttamente con il vertice leghista, ma parimenti aperto anche a confrontarsi con tutte le compagini politiche presenti nel circondario.

matteo salvini-Napoli

matteo salvini-Napoli

Da sottolineare che lorganigramma campano del Movimento Noi con Salvini riguarda la nostra Eboli per importanza apicale: infatti dopo il napoletano Gianluca Cantalamessa coordinatore regionale ed organizzatore degli appuntamenti sotto il Vesuvio del leader leghista, abbiamo Mariano Falcone nostro concittadino, vice di Cantalamessa e coordinatore provinciale, ed infine lagguerrito Vincenzo Albano, coordinatore cittadino e ospite dei nostri taccuini.

Incontriamo pertanto il portavoce cittadino Vincenzo Albano, co-fondatore del circolo eburino, il quale oltre a lamentarsi di un certo ostracismo dei media locali, ringrazia la nostra testata per la disponibilità allascolto ed in esclusiva per POLITICAdeMENTE ci rilascia alcune interessanti dichiarazioni.

Un movimento quello creato per il centro-sud da Salvini che riscuote molte simpatie a fronte di scarni mezzi e che punta a creare una Lega dei popoli italiani partendo dal principio latino, simul stabunt simul cadent, ovvero che o ci si salva tutti come Nazione o di contro un cupio dissolvi sarà inevitabile (il Nord Italia del resto divenuto il Sud non solo geograficamente inteso del Continente dopo la crisi globale del 2007) come afferma Claudio Borghi, autore del trattato economico-sociale Oltre l’euro per ritornare Grandi http://www.bastaeuro.org/pdf/OltrelEURO_libro.pdf vero spin doctor e mentore del Segretario.

Lega Eboli a Napoli

Lega Eboli a Napoli

Vincenzo Albano ci riceve gentilmente nella sua attività commerciale situata nel centro cittadino, affissa alla parete campeggia la foto di Paolo Barnard suo personale amico, giornalista e saggista economico anti-globalizzazione, molto conosciuto al grande pubblico per le sue feroci dissertazioni anti UE alla trasmissione TV “La Gabbia” di Gianluigi Paragone su La 7 .

Preliminarmente alle dichiarazioni odierne, il coordinatore cittadino della compagine salviniana, ci tiene a precisare che la loro organizzazione non è per nulla xenofoba, omofoba e razzista in generale: Noi non abbiamo nulla contro le genti di diverse etnie, mi riferisco specialmente ai migranti africani, anzi consideriamo la loro situazione ancora più penosa perche oggetto di un turpe mercimonio di carne umana, dove pochi (vedi coop e albergatori) si arricchiscono ai loro danni! Vincenzo Albano specifica in aggiunta che Salvini ha voluto investire in prima persona nel progetto del Centro-Sud con Noi con Salvini, mettendosi cosi in gioco ed uscendo dalla ridotta delle Regioni settentrionali ove governa godendovi di ampi consensi:Se pensiamo che all art.1 dello Statuto della Lega vi sta la Secessione dal resto del Paese, invece allart 1 della Carta dei Valori nostro Movimento l’uscita dall’Euro e dall’Eurozona; non avendo una moneta nazionale da poter svalutare ed inglobati in un sistema di cambi fissi, siamo costretti a svalutare i salari che con larrivo di migranti, potenziali braccia a basso costo (teoria anche marxista), si profilano come un vero esercito di riserva, avremo uno scivolamento verso il basso dei diritti sociali conquistati dalle generazioni precedenti con grandi sforzi e sacrifici personali!

Lega Eboli

Lega Eboli

Continua il coordinatore cittadino, stigmatizzando la tratta di carne umana, segnalata anche da un noto blogger, Marco Donadel, che con un rilevatore GPS tracciava le rotte navali delle ONG (Organizzazioni Non Governative), le quali a dire del blogger stesso ma anche di molti analisti cosiddetti complottisti, quasi sono loro a agguantare i migranti nelle prossimità delle coste, per arricchire la greppia delle Coop sociali che li accudiscono una volta sbarcate le navi in Italia, arricchendosi facilmente e senza rendicontare quasi nulla, ma al contempo destabilizzando prima l’Italia e poi l’Europa.

La nostra è una battaglia Anti-Sistema ed appoggiamo Salvini politicamente e Borghi economista del Movimento, insieme hanno inteso che viviamo in un contesto integrato ove ci si salva solo tutti insieme, dunque anche il Nord che per rimanere forte e non marginalizzarsi in Europa necessita di un Sud che si riprenda continua il coordinatore: Anche in Europa si vuol tornare ad una comunità dei popoli sovrani ma alleati, ed ecco la collocazione della Lega nel “Movimento delle Nazioni e della Libertà” e nel gruppo “Europa delle Nazioni e della Libertà” nellassise parlamentare di Bruxelles, questo la dice lunga implicitamente sugli ideali che i gruppi ivi iscritti supportano, tanto per citare qualche nome, ci sono la francese Marine Le Pen e l’olandese Geert Wilders! Albano sottolinea con veemenza anche le teorie delleconomista Claudio Borghi e del suo trattato Basta Euro: Nessuno degli economisti emblematicamente è riuscito a smentire le 31 asserzioni presenti nell’opuscolo, le teorie micro e marco economiche ivi contenute, le quali smantellano listituzione della divisa continentale!

leghisti ebolitani con Salvini

leghisti ebolitani con Salvini

Termina la sua dissertazione Vincenzo Albano con una punta di comprensibile orgoglio: Siamo vicini al leader leghista ma non in maniera prona, pertanto se lui si farà latore delle istanze dei territori meridionali lo continueremo a seguire, altrimenti ognuno andrà per la sua strada, anche se in verità sono fiducioso del suo impegno concreto, vista la lotta interna che sta ingaggiando in prima persona con il fondatore Umberto Bossi refrattario a questo cambio di rotta. Del resto io stesso ho parlato con il Segretario l’11 di questo mese a Napoli e mi ha anche garantito che verrà a trovarci ad Eboli per conoscerci meglio, gli abbiamo strappato questa bella promessa!

Eboli 25 marzo 2017

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Grazie da parte di NcS-Eboli a Marco Naponiello e Massimo Del Mese per la possibilità concessaci.

  2. fate bene almeno voi siete espliciti (perchè incavolati) gli altri partiti ci vendono in segreto

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente