Decoro strade pubbliche di Eboli: Obbligo per i proprietari confinanti

Eboli: Ordinanza comunale con obbligo all’igiene e sicurezza, per i proprietari di aree confinanti con strade pubbliche.

L’obiettivo è evitare che si creino le condizioni per il proliferare di situazione di pericolo per l’igiene pubblica rivolta ai cosiddetti “frontisti”, ovvero che confinano con strade pubbliche, devono provvedere alla potatura di siepi e alberature private, alla cura dell’erba ed a quella dei fossi. Sanzioni per i trasgressori che vanno da 100 a 1000 euro.

Massimo Cariello-Ennio Ginetti

Massimo Cariello-Ennio Ginetti

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Il Comune di Eboli ha emanato un’ordinanza che regolamenterà l’obbligo di mantenere igiene e decoro nelle aree che confinano con le strade pubbliche. L’obiettivo è evitare che si creino le condizioni per il proliferare di situazione di pericolo per l’igiene pubblica. «E’ un provvedimento che guarda sia all’igiene, sia alla sicurezza – spiega il sindaco, Massimo Cariello -, perché ha l’obiettivo di evitare che si crein le condizioni per incendi e diffusione di rifiuti, garantendo sicurezza ed igiene alla comunità».

Con la nuova ordinanza i cittadini proprietari di immobili o terreni che confinano con strade pubbliche, i cosiddetti “frontisti”, devono provvedere alla potatura di siepi e alberature private, alla cura dell’erba ed a quella dei fossi. «Le situazioni nelle quali i proprietari devono intervenire sono quelle in cui è necessario garantire la sicurezza e il mantenimento del territorio comunale – commenta l’assessore all’ambiente, Ennio Ginetti -. Per quanto riguarda siepi ed alberature private, i proprietari di giardini, parchi o terreni agricoli confinante con una strada pubblica devono provvedere alla potatura di siepi ed alberi se i rami esterni nascondono la segnaletica o compromettono la sicurezza della circolazione».

SP 30

SP 30

Se la potatura o l’abbattimento devono essere effettuati con urgenza per garantire la sicurezza e l’incolumità pubblica, non sarà necessario chiedere l’autorizzazione alla potatura: in questi casi le norme del Codice della Strada prevalgono sul Regolamento Comunale del Verde. Per quanto riguarda invece la gestione dei fossi, nel caso in cui le acque piovane o di irrigazione provenienti da terreni privati convoglino in un fosso stradale, i proprietari frontisti di questi terreni devono effettuare la regolare pulizia e provvedere anche allo sfalcio dell’erba nel lato adiacente la proprietà. Per tutti, naturalmente, è posto l’obbligo di rimuovere i rifiuti e procedere con il corretto smaltimento. In ogni caso, per eventuali informazioni sulla potatura di siepi, alberi ed erba incolta è possibile rivolgersi all’Ufficio Ambiente, nei giorni ed orari di apertura al pubblico. L’ordinanza firmata dal sindaco di Eboli prevede sanzioni per i trasgressori che vanno da 100 a 1000 euro e nei controlli, oltre alla Polizia Locale, sono stati coinvolti gli ispettori ambientali.

Eboli, 26 maggio 2017

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Quando viene effettuato lo sfalcio dell’erba sarebbe buona cosa ripulire la sede stradale dall’erbaccia lanciata via dal taglia erba ma soprattutto ripulire il terreno dalla spazzatura che, senza erba, viene messa meglio in evidenza. Lungo la strada statale, difronte alla galleria del mobile c’è la struttura comunale dove un tempo vi era la biblioteca. Ebbene, all’interno di essa è depositato l’inverosimile e visto che dalla strada si vede tutto è una vera indecenza per cui, da ebolitano, chiedo di adoperarsi anche per liberare quell’area dai rifiuti (in pieno centro) ed il giardino creato a fianco è anch’esso ricettacolo di spazzatura. Sono semplici segnalazioni e non accuse. le cose da fare sono tante e gli ebolitani in questo non sono certamente virtuosi. Buon lavoro.

  2. Vogliamo parlare dello stato in cui versa piazza C. Levi

  3. Piazzetta Carmine Calò e giardinetti confinanti…erba alta e spazzatura!!! Ah…dimenticavo….l’anniversario della morte è ancora lontano per pulire! Eh si, pochi giorni prima si taglia erba, si pulisce la piazza e si sistemano alla meglio le pietre volate via dai gradini. Che si chieda agli ebolitani di tenere le proprietà private con decoro sono perfettamente d’accordo però si deve dare prima il buon esempio.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente