Salerno:Solidarietà ai Vigili aggrediti da ambulanti abusivi

Vigili Urbani aggrediti da ambulanti, delinquenti e abusivi a Salerno: Solidarietà del gruppo facebook “Protesta Popolare Salernitana”.

E Salerno da Capitale della Movida diventa Capitale di migranti clandestini e violenti coperti da un solidarismo più che buonista e affarista. Sica (Protesta Popolare Salernitana): “Quanto accaduto ieri non deve assolutamente ripetersi nuovamente. Più sicurezza e meno abusivismo: di questo hanno bisogno i salernitani”.

Ambulanti

Ambulanti

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – “Solidarietà ai Vigili Urbani aggrediti ma è necessario richiedere l’immediato intervento dell’esercito”. – Dichiara Tiziano Sica, fondatore insieme ai giovani salernitani Marco Gregorio e Bruno Sica del gruppo Facebook Protesta Popolare Salernitana, in seguito a quanto accaduto nella serata di ieri sul Lungomare di Salerno laddove i Vigili Urbani sono stati circondati e aggrediti da alcuni venditori ambulanti abusivi.

La situazione in città è diventata insostenibile, – aggiunge ancora Tiziano Sica. – Passeggiare sul Lungomare sembra essere diventato ormai pericoloso, soprattutto di sera, a causa di venditori abusivi, spaccio di droga e aggressioni sempre più frequenti non solo tra gli spacciatori che vogliono contendersi la piazza ma tra gli stessi abusivi che spesso si rivolgono in maniera poco cortese anche nei confronti di chi non acquista.

Tiziano Sica

Tiziano Sica

È necessario – prosegue Sica – il presidio permanente di più pattuglie di Polizia Municipale ma, allo stato attuale delle cose, è necessario l’intervento dell’esercito in strada che controlli la situazione e ripulisca la città di Salerno da tutto l’abusivismo che ci sta ormai danneggiando, non solo in termini economici.

L’aggressione di ieri sera – conclude Tiziano Sica, annunciando l’intenzione di Protesta Popolare Salernitana di chiedere personalmente all’amministrazione comunale di far intervenire l’esercito italiano per Salerno ha bisogno di tornare ad essere sicura. – dimostra ancora una volta come i cittadini salernitani siano ormai ospiti nella loro stessa città. È inammissibile che le forze dell’ordine, per far rispettare la legge, siano poi costrette a ricorrere alle cure dei sanitari mettendo a repentaglio la loro stessa sicurezza. Quanto accaduto ieri non deve assolutamente ripetersi nuovamente. Più sicurezza e meno abusivismo: di questo hanno bisogno i salernitani.

E come si fa a non solidarizzare con i Vigili Urbani o con chicchessia che subisce delle violenze, e se in questo caso si tratta di Agenti di Polizia, in tanti altri si tratta di donne in primo luogo violentate da bruti più simili agli animali che a persone, indipendentemente dal loro colore della Pelle, della loro nazionalità o dal loro credo religioso. Troppi casi che ci confermano, se ce ne fosse ancora bisogno, che bisogna dare un fermo a questa finta solidarietà che ci ha fatto invadere da centinaia di migliaia di fannulloni e violenti che spadroneggiano indisturbati e in certi casi anche protetti da Associazioni, che dietro il nobile scopo della solidarietà, involontariamente ne favoriscono i comportamenti conseguenti.

sbarco-migranti-porto-salerno

sbarco-migranti-porto-salerno

Poi invece ci sono altre organizzazioni che a scopo di lucro oltre a favorirne gli sbarchi, si prodigano dietro lauti compensi a accoglierli e sistemarli in case, alberghi dismessi, capannoni, o alloggi di fortuna e poi si “prodigano” anche per avviarli a lavori da fame, e altri invece vengono sfruttati per divulgare l’industria del falso, facendo danni irreparabili all’economia.

Adesso la Polizia cerca un uomo di colore alto  1 metro e 80, una indicazione troppo generica, atteso che sono tutti alti così, così come troppo semplicistica la deduzione che questo delinquente non appartenga alla comunità africana che da tempo vive a Salerno. Proprio quella comunità che ogni santo giorno con le loro lenzuolate tappezzano il lungomare di Salerno di ogni articolo falso. Una comunità che si è consolidata nell’attività del falso e ovviamente si è consolidata anche il permissivismo e le “concessioni” fino al punto magari di pretenderlo e a diventare violenti contro le Forze dell’Ordine che vorrebbero ristabilire le regole.

Speriamo per il futuro che qualche mediatore culturale spieghi a tutti i migranti il vademecum della civiltà e tra questi dire loro che non si ruba, non si aggredisono i poliziotti e non si aggrediscono i cittadini, poi visto che ci troviamo, diciamogli anche che non si violentano le donne ne sulla spiaggia, ne altrove e che bisogna lavorare onestamente e non essere abusivi e ne talpoco esercitare attività legate ai falsi, insomma ad essere civili. Ovviamente queste raccomandazioni pari, pari le facciamo anche agli atri italiani, comunitari o extracomunitari. Noi siamo stanchi e pretendiamo che non debbano essere quelli dell’esercito a presidiare le nostre Città, ma le Polizie che noi abbiamo a iosa. Escano dalle caserme e pattuglino le Città.

Salerno, 25 settembre 2017

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente