Manifestazione CGIL: Maurizio Landini a Battipaglia e Salerno

“Il futuro dell’industria nel salernitano” Assemblea pubblica a Battipaglia e Tavola Rotonda a Salerno con Maurizio Landini CGIL.

Martedì 24 ottobre 2017, ore 10.00, Salotto Comunale, Battipaglia,  ore 17.00 palazzo Sant’Agostino Salerno, manifestazione Cgil con Landini, Francese, Prete, Lepore, Napoli, Sessa si discute di lavoro e prospettive. Due livelli di discussione che non promettono affatto bene.

Maurizio Landini-Battipaglia

Maurizio Landini-Battipaglia

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA/SALERNO – Martedì 24 ottobre 2017, doppio appuntamento con il “lavoro” e le sue prospettive: il primo alle ore 10.00 a Battipaglia, presso il Salotto Comunale di Palazzo di Città con un’Assemblea pubblica, organizzata dalla CGIL dal tema “Il futuro dell’industria nel salernitano”, alla quale parteciperà oltre che il segretario nazionale della FIOM-CGIL Maurizio Landini, il segretario generale CGIL di Salerno Arturo Sessa, e la Sindaca di Battipaglia Cecilia Francese.

Il secondo appuntamento si terrà alle ore 17.00, con una Tavola Rotonda, presso Palazzo Sant’Agostino sede della Provincia di Salerno, coordinata da Mariano Ragusa direttore Redazione de il Mattino Salerno, alla quale interverranno:

  • Maurizio Landini, Segretario Nazionale Cgil;
  • Vincenzo Napoli, Sindaco di Salerno;
  • Amedeo Lepore, assessore Attività produttive Regione Campania;
  • Andrea Amendola, Segretario Cgil Campania;
  • Andrea Prete Segretario Confindustria Salerno;
  • Arturo Sessa, Segretario generale Cgil Salerno.

Sia la pubblica Assemblea di Battipaglia che la Tavola rotonda di Salerno, specie dopo il riconoscimento per Battipaglia tra le “aree di crisi industriale complessa”, è importante, perché queste saranno ammesse alle agevolazioni di cui alla legge n.181/89 in favore di programmi di investimento finalizzati alla riqualificazione produttiva dei territori colpiti dalla crisi. Un primo inizio che apre una discussione e ci conduce verso quel “bottino” di soldi circa 150milioni di euro per i 3 poli aree di crisi individuate in Campania.

Crisi industriale che ha investito medie o grandi imprese che si è seri riversata con effetti negativi in diversi settori industriali con elevate ricadute in termini di livelli occupazionali. Nelle tre aree di crisi sono coinvolti con i tre poli di crisi 24 Comuni, per una popolazione complessiva di circa 680mila lavoratori. Provvedimenti che consentiranno alle aziende una ripresa e ai lavoratori il mantenimento dei livelli occupazionali. Tuttavia è quanto mai singolare che la Tavola Rotonda, anziché tenersi a Battipaglia e nel corso dell’Assemblea pubblica si tenga separatamente e con interlocutori diversi ed “importanti”, quasi a sottolineare come il luogo delle decisioni non sia affatto Battipaglia e il comprensorio delle città vicine ma altrove. I due livelli di discussione sono una circostanza che non promette affatto bene e che ci induce ad essere quanto più attenti è possibile per evitare brutti scherzi.

Landini-Battipaglia

Landini-Battipaglia

Battipaglia, 21 ottobre 2017

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente