Torna VinArte 2018: La rassegna enogastronomica made in Salerno

28 Aprile al 6 Maggio, Museo Diocesano S. Matteo, Largo Plebiscito, Salerno, torna VinArte: La kermesse enoculturale made in Salerno.

La Kermesse enoculturale promossa dall’associazione SalernoAttiva-Activa Civitas, coniuga l’arte alle eccellenze enograstronomiche, laddove il vino, elemento importante già nel Regimen Sanitatis Salernitanum, è presentato come un’opera d’arte, un prodotto d’eccellenza del territorio, frutto della passione di rinomate aziende.

Salerno Vinarte

Salerno Vinarte

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – È giunto l’atteso appuntamento salernitano con VinArte, manifestazione enoculturale promossa dall’associazione SalernoAttiva-Activa Civitas, che si terrà quest’anno, da sabato 28 Aprile a domenica 6 Maggio, presso il Museo Diocesano San Matteo, in Largo Plebiscito a Salerno.

La kermesse vanta il patrocinio della Regione Campania, della Provincia, del Comune e della Camera di Commercio di Salerno, del Consolato d’Italia a Dortmund (Germania). Il tutto inizia venerdi 27 Aprile alle ore 19,00, con il brindisi benaugurale di rito presso Botteghelle 65.

VinArte è una manifestazione in cui, dunque, il vino, elemento importante già nel Regimen Sanitatis Salernitanum, è presentato come un’opera d’arte, un prodotto d’eccellenza del territorio, frutto della passione di rinomate aziende; l’Arte assurge a simbolo di medium di eccellenza di percorsi espressivi.

Nella splendida location del Museo Diocesano, VinArte darà vita a degustazioni, laboratori, convegni per gli amanti del “nettare degli dei”, workshop aperti anche ai ristoratori ed ai distributori per incontri di confronto. Nell’ambito della manifestazione si potranno, inoltre, degustare prodotti tipici campani, mentre i laboratori saranno sia in loco che esterni presso Botteghelle 65 e la Botte Divina, a Salerno.

Saranno presenti le segunti cantine: Azienda agricola Albamarina (Centola-SA); Azienda Agricola Cobellis (Vallo della Lucania-SA); Tenuta Macellaro (Postiglione-SA), Azienda Vinicola Cardinale (Taurasi, AV); Mièr Vini (Taurasi AV); Consorzio Tutela Vini d’Irpinia: Azienda Agricola Case D’Alto (Grottaminarda-AV); Azienda Agricola Torricino (Tufo-AV); Azienda vitivinicola Contrada (Candida AV); Cantine De Lisio (montemarano-AV); Cantine Gerardo Perillo (Castelfranci –AV); Feudo di Castelmozzo (Santa Paolina-Av), Massimiliano Cosenza, operatore commerciale in rappresentanza: Azienda Agricola Cardossa (Castel San Lorenzo-SA);Azienda agricola Filadoro (Lapio –AV); Tenuta Le Querce (Barile –PZ); Cantina Casalis Douhet (Porto Potenza Picena MC); La Cantina dei Nonni (Castelcivita-Sa); Madeincoast (Tramonti-SA); Mila Vuolo (Rufoli-SA); Terre di Noukria (Salerno); Verrone Viticoltori (Agropoli-SA); Viticoltori Lenza (Montecorvino Rovella-SA); Azienda Agricola Rosa Pepe(Castel San Lorenzo-SA); Azienda Vitivinicola Polito (Agropoli-Sa); Cantine Antonio Caggiano (Taurasi –AV); Fontana Taglia(serino-AV); Viticoltore Giuseppe Apicella (Tramonti-Sa); Fontana Taglia (Serino-AV); I Borboni(Lusciano –NA); Agricola Villa Lupara (Salerno); Azienda Agricola Rossella Cicalese (Eboli-Sa); Tenute Casoli (Candida-AV); Azienda Vitivinicola Adele Musella (Marano di Napoli).Hanno altresì aderito alla manifestazione : Azienda Agricola San Salvatore (Giungano-SA); Il Colle del Corsicano (San Marco di Castellabate-Sa); Lunarossa Vini e Passione (Giffoni Valle Piana); I Capitani Società Agricola (Torre Le Nocelle-AV); Azienda Agricola Biologica Nifo Sarrapochiello (Ponte –BN); Feudi Spada (Castel Viscardo-Terni).

Altro elemento fondamentale della manifestazione è l’Arte, intesa come possibilità espressiva, arte come elemento d’indagine del moderno, arte come risposta e come interrogativo al tempo stesso.

Presso Botteghelle 65 saranno esposte opere pittoriche e plastiche:

  • Trilogia Naturae – Aria, Terra, Acqua
  • Pensieri sospesi di Ida Mainenti
  • Stagioni del cardo di Filomena Daraio
  • Abitanti marini di Cinzia Gaudiano

Espongono presso il Museo Diocesano San Matteo:

  • Bartolomeo Gatto: pittore e scultore che vive ed opera a Salerno. Accostato da critici d’arte come Pierre Restany ed Everado Della Noce ad artisti come Pollock, Kandinsky, Soutine. Più di 50 anni di carriera, oltre 200 mostre personali, ha realizzato numerose sculture in pietra di grandi dimensioni, installate in spazi pubblici.

Presso il Museo Diocesano – Sala Santa Caterina. Dalla Fornace Falcone, Vito Mercurio, Carmela Forlenza, Emiliano Aiello, Gino Quinto.

  • Vito Mercurio: arista e musicista ebolitano, fondatore, amministratore e direttore della casa editrice “Note di Merito”. “Spirito, ribelle agli esercizi di stile…” “ L’artista cromatizza il suo immaginario inventato, emerso dal supporto senza ideazione progettuale. Come ad una nota musicale segue l’altra fino a divenire frase, così il segno colore si evolve nella complessità dell’immaginario che si svela all’artista” – scrive di lui, Angelo Calabrese.
  • Carmela Forlenza: Ha realizzato opere a mano, sia nella forma poetica che pittorica che fanno parte della collana “Librogetto” a tiratura limitata, Ed. Note di Merito. L’ultimo suo lavoro ”dio” è una raccolta di trenta tavole a tiratura limitata, un excursus poetico dell’artista negli ultimi anni. L’opera più rappresentativa del progetto “dio”, poesia su scultura e luce, è stata esposta alla 54sima Biennale di Venezia, Padiglione Italia- Pontecagnano.
  • Emiliano Aiello: architetto a pieni voti con lode presso l’Ateneo federiciano, “rilegge in perfetta aderenza con la concezione astratta contemporanea, proprio le nuove forme della percezione attraverso le campiture di colore o la mutazione delle forme spinte all’estremo verso l’appiattimento dell’immagine mediatica” come scrive Massimo Sgroi.
  • Gino Quinto: artista napoletano “attrae lo spettatore, attraverso un gioco di rimando, verso la simulazione del reale…come in Borges rappresenta i brandelli del territorio della mente sulla superficie della scultura/installazione come oggi accade, fra l’altro, con le pareti della realtà vaganti in un immenso territorio virtuale”- (Massimo Sgroi).

Artisti che espongono nella Sala degli Arcivescovi:

  • Con’n’Cip. La mostra video –fotografica “Deep Surfaces” dei Con’n’Cip, cioè del duo Vincenzo Manzo e Cono Siervo, raffigurano riflessi di realtà catturati su superfici acquatiche. Un gioco di colore e di forme astratte, già presentato presso il Consolato d’Italia a Dortmund (Germania), che invitano a non soffermarsi sulla superficie delle cose, andando in profondità, sfruttando al meglio i mezzi tecnologici che distolgono lo sguardo umano dalla realtà circostante.
  • Salvatore Avallone mostra fotografica “Sulle strade del Madagascar”
  • Elisabetta Fierro-giovane pittrice salernitana autodidatta
  • Antonio Caggiano, arista e viticoltore irpino
  • Fotografi dell’Associazione Colori Mediterranei presieduta da Claudio Carbone.

Performance e Laboratorio Creativo “Mandala sotto le stelle” a cura di Santa Rossi, Life Coach, Artista, Autrice. “Nella tradizione religiosa buddista ed induista, il mandala è una rappresentazione simbolica del cosmo, realizzata con intrecci di fili sul telaio o con polveri di vario colore sul suolo o dipinta su stoffa, o affrescata sulle pareti del tempio.” Qui, con Santa Rossi è un modo per scoprire il proprio talento e raggiungere gli obiettivi desiderati.

Performance dell’artista Michele Della Rocca, con realizzazione di un’opera su tela, dipinta con il vino.

POESIA
Declameranno i loro versi: Alfonso Gargano, Gaetano Napolitano, Mena D’Antonio,, Stefania Russo, Patrizia Lova.

FOOD Saranno presenti:

  • Antico Forno Regina di Pagani del maestro fornaio Gaetano Giorgio.
  • Associazione Mediterranea Passione che si occupa di diffondere la conoscenza dei prodotti tipici e della Dieta Mediterranea
  • Azienda agricola SAC, pane di grani antichi Forno Vincenzo;
  • Marmellate Artigianali Cooperativa Sociale Stalker)
  • Azienda Fichi&Alici: distribuzione dei prodotti tipici della tradizione salernitana;
  • Club il Portico: rivisitazione della cucina cilentana;
  • Essentia Cilenti, laboratorio artigianale di produzione di liquori di Ogliastro Cilento.
  • Arte e terra- Agriofficina, laboratorio della nocciola e derivati.
  • Assaggiatori Associati –degustazioni con i produttori di olio
  • Club Amici del toscano-Abbinamento sigaro Toscano/Vino

LABORATORI Arte/Food
“La vite, l’arte e l’uomo”, presentazione delle opere di Antonio Caggiano con degustazione di vino.
Laboratorio e seminario: “Lievito Madre tra innovazione e tradizione” con il maestro fornaio Gaetano Giorgio, Antico Forno Regina di Pagani; sponsor della manifestazione; Rosario Calvanese, Nutrizionista; Francesco Aversano, docente ed esperto di Legislazione Alimentare, dr Pasquale Laezza, responsabile laboratorio H.R. BIOANALYSIS di Avellino. Modera la direttrice di salernonews24.it, Claudia Izzo.

  • Il laboratorio si conclude con la degustazione dei lievitati del forno Regina, abbinati con l’olio extravergine di oliva “Ruinè DOP Cilento” dell’Azienda Cobellis.
  • Laboratorio di degustazione di liquori e distillati a cura dell’Antica Distilleria Russo.
  • Laboratorio di degustazione prodotti cilentani a cura del Club gastronomico “Il Portico”, formaggi dell’azienda zootecnica Passaro e Lambiccato di Chiara Morra.
  • Show Cooking a cura dello chef Alfonso De Bartolomeis dell’Associazione “Project Life”, con rivisitazione di un piatto della tradizione cilentana.

Associazione Assaggiatori dell’Olio.
Tutte le sere sarà presentato un produttore d’olio: Tenuta Macellaro, Oleificio FAM DOP , Irpinia Colline dell’Ufita, azienda De Luna, Casalis- Douhet –Marche; Azienda Valisena, Azienda La Tenuta Bianca.

Laboratori Esterni

  • Verticale di vini rossi dell’ Azienda Vitivinicola Lunarossa Annate 2007, 2008, 2009, 2011, 2013.
  • Cena di degustazione dei vini dell’Azienda Agricola Cobellis.
  • Laboratorio di degustazione di tartufi irpini a cura di “Sapori & Sapori d’Irpinia”
  • Laboratorio sul cioccolato con Giulia Capece, artigiana del cioccolato e con il sommelier Andrea Moscariello che presenta il liquore alle erbe “Don Carlo”.

SEMINARI

  • Seminario ODCEC Salerno. Le agevolazioni fiscali nel settore agricolo e vinicolo.
  • Seminario “In vino veritas”: storia, enogastronomia e letteratura medico-scientifica” con Katya Tarantino, biologa nutrizionista e Presidente Associazione Pabulum;
  • Giulia Corrado, biologa nutrizionista, Graziella Di Grezoia, radiologo, senologo, dirigente medico Ospedale“G. Criscuolo” di Sant’Angelo dei Lombardi,
  • Armando Cozzolino Presidente Provinciale del Segretariato Italiano Giovani Medici di Salerno,
  • Carmen Milone, Biologa Nutrizionista.
  • GModera Nunziante De Malio, Presidente Associazione Stampa della Provincia di Salerno.

Presentazione del Libro: “Rosso dalla terra”, di Nicola Di Iorio, Delta3 Edizioni. Modera Nunziante De Maio, Presidente associazione Stampa della Provincia di Salerno. Intervengono l’autore e l’editore.

IMG_20180424_172739

IMG_20180424_172704

IMG_20180424_172631

IMG_20180424_172605

IMG_20180424_172536

IMG_20180424_172451

IMG_20180424_172431

Salerno, 24 aprile 2018

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente