Vernissage “La Bohème” al MOA di Eboli

Venerdì 30, ore 19.00, MOA di Eboli, “La Bohème”  Vernissage della pittrice Maria Rosaria Botta sull’opera di Puccini.

“La Bohème” è un evento organizzato da Mo’Art, Monochrome Art, Sophis, con il patrocinio del Comune di Eboli e la partecipazione straordinaria del Centro Accademico Danzarte di Stefano Forti e Gilda Palladino, coreografa della performance coreutica interpretata dalla ballerina Rosy Di Stasi.

vernissage la Bohéme MOA Eboli

vernissage la Bohéme MOA Eboli

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Vivere ai margini, preferire l’arte e la libertà, la bellezza, soprattutto femminile e sinuosa, riempire il vuoto che attanaglia la pancia, la miseria e la povertà interiore che contraddistingue la società, questo e molto altro risiede ne “La Bohème” di Maria Rosaria Botta.

Colori caldi e forti, emozioni latenti, repentini guizzi di luce, pennellate sicure e decise, capacità di cogliere l’attimo di un sentimento nascente in uno sguardo, in un colore. Sono, questi, alcuni punti nodali della poetica pittorica di Maria Rosaria Botta. Il suo mondo è fatto di continue osservazioni e riflessioni sulla natura, sulla vita, sulla femminilità, sulle cose più intime che caratterizzano l’esistenza di ogni essere umano e in quanto tale ella ci propone soggetti che vogliono essere capiti, compresi. Il suo sguardo non si posa sui soggetti, ma in essi, nell’essenza vitale di uno sguardo, di un gesto, di una posa, di un momento irripetibile che racchiude un universo: quello complesso e affascinante della vita. […] Le sue modelle, anche se sono abbigliate con fogge classicheggianti, non mancano di mostrare il volto della propria anima nel tempo presente della nostra contemporaneità. E’ un po’ un gioco. L’artista crea un’occasione di riflessione, divertita e seria, tra il mondo trascorso e il nostro e lo fa con fine ironia. La tavolozza della pittrice è particolarmente accesa di rossi, cangianti, concreti, sensuali, vitali, e di neri e grigi, un contrasto e una compresenza dell’anima vitalistica e sensuale contrapposta a quella razionale; ragione e sentimento che si incontrano e si scontrano in un continuo gioco di rimandi e allusioni all’eterno divenire della vita, mai paga dei risultati raggiunti, mai sazia di ricerche di altre strade, alternative alla monotonia delle solite banalità dei gesti della quotidianità. E non a caso l’arte vuole proporsi proprio come un momento di libertà in cui l’anima riesce ad essere finalmente se stessa, al di là dei vincoli delle consuetudini e delle convenzioni sociali.” 

Gerardo Pecci 

Programma:
Inaugurazione ore 19.00
Saluti: Luigi Nobile – Direttore artistico MOA
Massimo Cariello – Sindaco di Eboli
Angela Lamonica – Assessore alla Cultura

Interventi: Noemi Manna – Giornalista e Critica d’arte
Maria Rosaria Botta – Artista

Ingresso libero

MOA
Museum of Operation Avalanche
Via S. Antonio, 5
Eboli (SA)

Infoline:
0828 332794 * 392 4670491 * 333 1221385
www.moamuseum.it
info@moamuseum.it

…Vivere il Moa fa bene al Cuore…

Eboli 26 novembre 2018

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2018 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente