Battipaglia, il Nuovo Piano Urbanistico Comunale: La sfida

Giovedi 18 aprile, ore 10.00, Sala Conferenze Comune di Battipaglia, primo appuntamento con il Nuovo Piano Urbanistico Comunale

A parlarne saranno professori, architetti, ingegneri, geometri e ambientalisti che si incontreranno nella Sala Convegni del Comune di Battipaglia durante la tre giorni dal titolo: “La sfida di Battipaglia: il nuovo Piano Urbanistico Comunale” Strumenti e strategie per governare lo sviluppo sostenibile del territorio.

La sfida di Battipaglia il nuovo puc

La sfida di Battipaglia il nuovo puc

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Programmare e governare il territorio per valorizzarne le specificità ambientali, economiche e produttive in vista della redazione del PUC della Città di Battipaglia.

Appuntamento, quindi, il 18 aprile con il seminario su “Il Governo del Territorio” e il 29 e 30 aprile per discutere di “Pianificazione Urbanistica”. Gli eventi tramite il riconoscimento degli Ordini Professionali degli Architetti PPC della Provincia di Salerno, degli Ingegneri della Provincia di Salerno, del Collegio Geometri di Salerno rilasceranno ai rispettivi iscritti Cfp. Gli appuntamenti si svolgeranno nella Sala Convegni del Comune di Battipaglia in p.zza A. Moro.

Nel seminario del 18 aprile dalle ore 10.00 alle ore 14.00 si parlerà dei cambiamenti in atto in ambito comunale e provinciale, del quadro socio-economico e territoriale, che richiedono per un territorio delicato e fragile ma dotato di grandi potenzialità, qual è quello di Battipaglia, interventi appropriati al sistema territoriale locale, mediante l’elaborazione di strategie che valorizzino le specificità ambientali, economiche e produttive, l’identità del territorio e della comunità.

Sebbene si rivolga all’intero territorio di riferimento, la pianificazione urbanistica, in realtà, è solo una parte della complessiva attività di Governo del Territorio e nel corso del seminario saranno approfonditi contenuti, obiettivi e strategie che sovraintendono agli atti del Governo del Territorio. Si affronterà la tematica ambientale al centro della pianificazione urbanistica della città e di come questa sia importante per la salute e il benessere dei cittadini. I lavori proseguiranno nel pomeriggio dalle 15.00 alle 19.00 con un approfondimento sulle problematiche dei Piani attuativi e sul GIS.

La seconda giornata di lavori è prevista per il 29 aprile dalle 10.00 alle 14.000, si parlerà delle emergenze storico architettoniche, rappresentate dai tabacchificii della Piana del Sele e in particolare di quello di Battipaglia, delle valenze e delle criticità ambientali, dell’utilizzo dei Beni confiscati alla criminalità organizzata. Nel pomeriggio dalle ore 15.00 alle 19.00 sarà presentato il progetto e l’attuale stato di avanzamento dei lavori del PIU’ Europa Città di Battipaglia, si parlerà della tipologia, dei requisiti e delle modalità di accesso al finanziamento da parte delle città medie – con più di 50.000 abitanti e si approfondirà l’argomento relativo al recupero dell’ex tabacchificio di Battipaglia.

Infine il 30 aprile dalle 10.00 alle 14.00 si parlerà ancora di pianificazione con l’ intervento di illustri professori, saranno poi presentati piani particolareggiati di aree significative del territorio, i cui interventi risultano finalizzati alla crescita e allo sviluppo sostenibile della città attraverso i quali si intende rigenerare e rammendare al tessuto urbano, aree della città degradate, aree periferiche, emergenze storico architettoniche ed aree industriali dismesse. Sarà affrontato il tema del paesaggio, del rapporto tra ambiente naturale e ambiente antropizzato, in particolare per gli aspetti che riguardano il territorio di Battipaglia caratterizzato dal paesaggio collinare dominato dalla “devastazione” prodotta dalla presenza delle cave; il paesaggio agricolo con la presenza delle antiche masserie storiche e definito da una coltivazione di tipo intensivo in serre, che determina l’impermeabilità del suolo e produce inquinamento da pesticidi e anticrittogamici. Infine la presenza dei corsi d’acqua innanzitutto il Tusciano e il mare con la fascia costiera quasi interamente antropizzata per la presenza di stabilimenti balneari. Si parlerà di spazi pubblici e dei punti di riferimento urbani, che accrescono il nostro senso di appartenenza, la nostra sensazione di radicamento, il nostro “sentirci a casa” all’interno della città che ci contiene e ci unisce. Difatti si discuterà di come sia importante che le diverse parti della città siano ben integrate e che gli abitanti possano avere una visione d’insieme invece di rinchiudersi in un quartiere, rinunciando a vivere la città intera e il territorio come uno spazio proprio condiviso con gli altri.

IMG_20190415_014743

Battipaglia 14 aprile 2019

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente